La passione di Giovanna d'Arco

Un film di Carl Theodor Dreyer. Con Michel Simon, Renée Falconetti, Eugène Silvain, Maurice Stutz Titolo originale La passion de Jeanne d'Arc. Storico, Ratings: Kids+16, b/n durata 85 min. - Francia 1928. MYMONETRO La passione di Giovanna d'Arco * * * * 1/2 valutazione media: 4,61 su 11 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
4,61/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * * 1/2
 critican.d.
 pubblico * * * * 1/2
Michel Simon
Michel Simon 9 Aprile 1895 Interpreta Jean Lemaitre
Renée Falconetti
Renée Falconetti 21 Luglio 1892 Interpreta Giovanna d'Arco
Eugène Silvain
Eugène Silvain   Interpreta Pierre Cauchon, il vescovo di Beauvais
Maurice Stutz
Uno dei capolavori del cinema muto: il grande regista danese ricrea il processo e la condanna al rogo della Pulzella d'Orléans con una tecnica modernissima.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
    * * * * -
Locandina La passione di Giovanna d'Arco

Uno dei capolavori del cinema muto: il grande regista danese ricrea il processo e la condanna al rogo della Pulzella d'Orléans con una tecnica modernissima fatta tutta di primi piani dall'espressione intensissima. Nelle sale del palazzo di Rouen, Giovanna siede di fronte al tribinale ecclesiastico presieduto dal vescovo Cauchon; rifiuta di rispondere e di collaborare al processo, anche sotto tortura. La fanciulla richiede l'ostia, ma i giudici gliela negano proclamandola indegna. Ormai allo stremo delle forze viene trascinata in un cimitero dove firma l'abiura che la salverà dal rogo. Dopo aver subito la rasatura dei capelli in segno d'infamia, la pulzella fa richiamare Cauchon e ritratta l'abiura. È allora condannata a morire arsa viva. Riceve la Comunione, sale sul rogo e brucia davanti al popolo. Scoppia una sommossa. Intervengono le truppe inglesi e la sommossa è rapidamente repressa. Film storico, ma soprattutto film sperimentale dalla grande forza espressiva. Di rilevante importanza è tutta la parte centrale del film, risolta in una dialettica quasi esclusiva di primi e primissimi piani, ma ammirabili sono anche tutti i mezzi rigorosamenta visivi come il montaggio, i movimenti di macchina e le composizioni interne delle immagini. Un'ultima cosa da rilevare è la presenza di Artaud, figura di primo piano nelle avanguardie artistiche e culturali del tempo.

Stampa in PDF

Premi e nomination La passione di Giovanna d'Arco MYmovies
* * * * *

Il monumento al volto umano

martedì 16 novembre 2010 di Reservoir Dogs

La passione di Giovanna D'arco ha consegnato al cinema uno dei più importanti e significativi contributi nei cofronti della donna e di tutte le sue sfaccettature espressive. Giovanna D'arco viene processata in un tribunale per la sua "visionarietà" e successivamente bruciata al rogo. Inizialmente doveva essere un film storico che raccontava le gesta della giovane eroina, ma Dreyer successivamente decise di eliminare la maggior parte delle inquadrature già continua »

* * * * *

L'immenso dolore della pulzella d'orléans

giovedì 3 marzo 2011 di il cinefilo

Il volto perennemente sofferente di Giovanna D'Arco in questo film di Dreyer(l'eroina è nata nel 1412 ed è stata bruciata per eresia a Rouen nel 1431),è la chiave principale che rende pienamente possibile la comprensione di tutti gli innumerevoli simbolismi presenti nelle varie inquadrature. Il dolore di una donna coraggiosa e votata alla fedeltà verso Dio ma a cui i giudici attribuiscono invece l'intervento di Satana reputandola pertanto continua »

* * * * *

Cinema muto della più alta levatura artistica

venerdì 30 aprile 2010 di il cinefilo

LA PASSIONE DI GIOVANNA D'ARCO di Carl Theodor Dreyer è uno dei più importanti "rappresentanti" dell'cinema muto e uno dei grandi film appartenenti alla tecnica dell'espressionismo e racconta le ultime ore della vita di Giovanna D'Arco dall'processo per eresia fino alla condanna all'rogo e in cui molti abitanti insorgono contro tale decisione. Dreyer ha realizzato quest'opera nell'1928 ma lo stile con cui vengono descritti eventi e personaggi la fa sembrare essere stata realizzata solo di recente...non continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film La passione di Giovanna d'Arco adesso. »

di Massimo Magri

Sintesi del processo di Giovanna d’Arco a Rouen (1431) alla presenza e sotto la sorveglianza armata di Warwick, comandante delle truppe inglesi. La pulzella-soldaio è debole e indifesa davanti al collegio dei giudici-inquisitori presieduto dal vescovo Cauchon. Alle domande a trabocchetto risponde con buonsenso contadino e, sostenuta dalla fede, resiste anche alla minaccia della tortura. Ma la paura del fuoco vince l’anima sua: ha un attimo di smarrimento e firma l’abiura. Subito dopo si pente e sale il rogo, mentre si scatenano il pianto e la rivolta della folla. »

di Georges Sadoul

Il processo di Giovanna (Marie Falconetti) dall'inizio sino alla condanna al rogo. La sceneggiatura di Dreyer, firmata anche da Delteil per ragioni pubblicitarie, concentrò in un'unica giornata il processo e la morte. Dreyer fondò la parte più importante del suo dramma sul dialogo tratto dagli atti autentici del processo. Il film fu realizzato con una grande scenografia concepita da Hermann Warm e costruita alle porte di Parigi; fu girato nel corso di diversi mesi (dal maggio all'ottobre del 1927), ma cronologicamente, seguendo lo svolgimento preciso del processo, della condanna, dell'esecuzione. »

di Claude Beylie

Francia, 1431. Giovanna di Domrémy, semplice fanciulla del popolo, ha rifiutata l’occupazione del propria paese, ed èora prigioniera dei Borgognoni. Il re Carlo VII l’ha abbandonata alla sua sarte. I soldati di Warwìck, governatore inglese del castello di Rouen, la trascinano senza riguardi davanti a un tribunale ecclesiastico. Ella reagisce agli oltraggi con disarmante umiltà. Per tentar di confonderla, le porgono una lettera apocrifa del re. E spinta involontariamente al blasfemo. Il vescovo Cauchon ordina che venga sottoposta alla tortura: se la politica non può venirne a capo, ci penserà la religione. »

di Mario Gromo La Stampa

Parigi, 1927. L'avanguardia cinematografica, dalla quale si va staccando un Clair, tenta le sue ultime audacie; e un taciturno danese, Dreyer, lentamente compone La passione di Giovanna d'Arco che quelle audacie supererà e concluderà. Pettegolezzi, indiscrezioni, Dreyer sta martirizzando la povera Falconetti (Giovanna), le hanno già tagliato i capelli a meno di un palmo, ora la raperanno a zero; Sylvain (il vescovo Cauchon) non ne può più; Dreyer fa l'acrobata con l'obiettivo, riprende di sopra, di sotto, da un metro, da mezzo, è pazzo, non vuole che gli attori siano truccati, vuole le riprese nello stesso ordine nel quale dovranno apparire sullo schermo; è pazzo, ha ripreso in primo piano uno sputo. »

La passione di Giovanna d'Arco | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | giuseppe th. dreyer
  2° | il cinefilo
  3° | reservoir dogs
  4° | il cinefilo
Rassegna stampa
Mario Gromo
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità