Il paradiso degli orchi

Acquista su Ibs.it   Dvd Il paradiso degli orchi   Blu-Ray Il paradiso degli orchi  
Un film di Nicolas Bary. Con Bérénice Bejo, Emir Kusturica, Raphaël Personnaz, Ludovic Berthillot, Dean Constantin Gaigani.
continua»
Titolo originale Au bonheur des ogres. Drammatico, durata 92 min. - Francia 2013. - Koch Media uscita giovedì 14 novembre 2013. MYMONETRO Il paradiso degli orchi * * * - - valutazione media: 3,16 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
melvin ii mercoledì 6 agosto 2014
una favola moderna con riuscito tocco di giallo Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

 Il biglietto d’acquistare per “Il paradiso degli orchi” 4)Ridotto 

Il paradiso degli orchi è un film francese del 2013 tratto dall'omonimo romanzo di Daniel Pennac del 1985, diretto da Nicolas Bary, scritto da Nicolas Bary, Jérôme Fansten, Serge Frydman. Con: Raphaël Personnaz, Bérénice Bejo, Emir Kusturica, Guillaume de Tonquedec.
 
Non è veramente estate se non si guarda un film in una arena. Così ieri sera ho inaugurato la stagione del cinema con lo sfondo delle stelle  e della Luna con un film che confesso quest’inverno avevo snobbato ritenendolo  noioso dalla sola locandina e dal titolo. [+]

[+] lascia un commento a melvin ii »
d'accordo?
stefanoadm martedì 15 luglio 2014
ma pennac che ne dice?!?! Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

Può piacere davvero solo a chi non ha letto il romanzo di Pennac da cui è tratto il film. Fotografia e luci fredde, iperluminose, appiattiscono ogni inquadratura. Tutto il contrario di quello che si poteva (doveva) fare con il quartiere di Belleville dove il Malaussène letterario risiede. A proposito, Belleville? Il rione parigino è protagonista dei libri quasi quanto il capro espiatorio, ma nella trasposizione cinematografica è letteralmente evaporato. Come la bella, coinvolgente, problematica umanità che abita le pagine di Pennac. Quasi azzerata sul grande schermo. Chi ha letto le conversazioni tra malaussène e il commissario di polizia, nell'ufficio di quest'ultimo, si chiederà se all'origine della pellicola ci sia davvero "Il Paradiso degli orchi". [+]

[+] lascia un commento a stefanoadm »
d'accordo?
liuk! mercoledì 30 aprile 2014
debole Valutazione 2 stelle su cinque
67%
No
33%

Una commedia dalla trama debole e senza spunti divertenti, a tratti strizza l'occhio al cinema surreale e grottesco ma senza convincere.
Vedo commenti molto positivi ma non mi ha minimamente soddisfatto.

[+] lascia un commento a liuk! »
d'accordo?
linus2k mercoledì 27 novembre 2013
deliziosa commedia a tinte gialle Valutazione 4 stelle su cinque
60%
No
40%

Pennac non è mai stato un autore particolarmente fortunato al cinema, nonostante la sua più che prolifica produzione letteraria, sul grande schermo le sue opere sono apparse poco e con scarsa fortuna.
Ci provò Patrice Luchini nel 1987 con "La fata carabina", ma con scarso successo.
Ci riprova ora Nicolas Bary partendo dal primo romanzo del ciclo di Malaussène "Il Paradiso degli Orchi", con un cast di tutto rispetto, partendo dalla ormai (per fortuna) onnipresente Bérénice Béjo, forte di un periodo particolarmente fortunato sul campo internazionale, passando per Emir Kusturica fino ad una enorme attrice, caposaldo della grande scuola francese, che appare in un piccolo cameo alla fine del film (taccio sul nome per preservare la sorpresa). [+]

[+] lascia un commento a linus2k »
d'accordo?
flyanto mercoledì 20 novembre 2013
strane vicende intorno ad un giovane uomo che di m Valutazione 3 stelle su cinque
33%
No
67%

 Film tratto dall'omonimo romanzo di Daniel Pennac in cui vengono rappresentate le vicende del  giovane Benjamin Malaussène che lavora presso degli importanti grandi magazzini come capro espiatorio e che deve col suo lavoro mantenere la propria famiglia composta da numerosi fratelli e sorelle di svariate fasce di età. Nel corso delle molteplici vicende in cui avvengono strani scoppi di bombe ad orologeria e conseguenti morti di vari individui, egli conoscerà un' intraprendente giornalista di cui si innamorerà e con cui intreccerà una relazione amorosa. Questa pellicola risulta in generale come una favola: a parte l' irreale vicenda anche le scenografie dove predominano i colori pastello e gli ambienti strutturati come come se fossero le case delle bambole o gli interni  tratti da qualche striscia di cartoons ne confermano il genere e la accomunano un pochino ad altre precedenti, quali "Il favoloso mondo di Amèlie". [+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
luciacinefila martedì 19 novembre 2013
una favola di oggi sotto un cielo azzurro Valutazione 3 stelle su cinque
63%
No
38%

Bello per gli occhi, bello per il cuore, bello per l'umore.Da vedere assolutamente!!! Un film che riesce a divertire senza mai scadere nella volgarità.Il tempo scorre veloce anzi velocissimo e al termine dell'ultimo fotogramma ti scopri incredibilmente affezionato a a questa simpatica e insostituibile famiglia Malaussene.Gli attori dal canto loro sono degli ottimi interpreti a partire dal piccolo di casa dotato naturalmente di una espressività rara da rinvenire in attori consumati.Tutto è dosato alla perefezione come in una torta bellissima da vedere e anche ottima da mangiare.La fotografia è eccezionale............. come scordarsi le fiabesche inquadrature sui tetti di Parigi..... i colori i personaggi tutto è armonia in questo film ed anche la sceneggiatura si distingue per la sua originalità. [+]

[+] lascia un commento a luciacinefila »
d'accordo?
francescoterranegra94 martedì 19 novembre 2013
voglio parlare il giraffese! Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

 Il Paradiso degli orchi: titolo tradotto (male) in italiano, dal francese Au Bonheur des Ogres… Le Bonheur Parisienne è il ‘centro commerciale’ in cui la storia prende forma. Degli orchi perché tanto tempo fa diversi bambini vi sono spariti (e nessuno è riuscito a trovarli). Scomparse quelle che sono la chiave drammatica di tutto il film; scomparse che suscitarono nel nemico di turno (Sainclair – dirigente assoluto del grande magazzino) una reazione troppo forte. “Sei cinico” dice Benjamin a Sainclair in una scena del film “devi aver avuto un passato difficile: gioisci per così poco!”. E in effetti il nostro antagonista è disturbato, vuole cancellare in maniera brutale gli errori di suo padre (il capo degli Orchi), uccidendo quelli che un tempo erano complici di suo padre. [+]

[+] lascia un commento a francescoterranegra94 »
d'accordo?
maupat domenica 17 novembre 2013
buon adattamento che brilla anche di luce propria Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Immaginifico e dal ritmo firzzante, riesce a non essere caotico pur mostrandoci il caos della famiglia Malaussène.
Nel passaggio su pellicola "Il paradiso degli orchi" mantiene lo spirito pennacchiano del romanzo: le differenze ci sono e si notano - sia nella trama che nei personaggi - ma sono ben finalizzate alla realizzazione del film (d'altro canto cinema e letteratura sono mezzi troppo diversi e certe "economie" sono necessarie: mutatis mutandis, che si cambi ciò che va cambiato).
Personnaz fa del capro espiatorio e fratello di famiglia Benjamin una figura brillante e sfaccettata e i due fratelli minori (Jeremy e Il Piccolo) e il cane Julius sono alcune delle guarnizioni più gustose della "torta" di Bary.

[+] lascia un commento a maupat »
d'accordo?
gufetta76 domenica 17 novembre 2013
il paradiso di pennac Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

La storia non è proprio fedele al romanzo di Pennac, ma è un bel giallo in sintoniacon lo stile dello scrittore. Ottima la fotografia, ottima la scenografia, bravissimi gli attori( soprattutto i bambini): Therese è proprio lei! Veloce non
pretenzioso , un'ora e mezzo di divertimento. Belle le inquadrature sui tetti di Parigi, sarebbe stato bello però vedere molto  più Belleville.

[+] lascia un commento a gufetta76 »
d'accordo?
mahatma venerdì 15 novembre 2013
molto piacevole, ma troppo diverso dal libro. Valutazione 4 stelle su cinque
40%
No
60%

Un film decisamente piacevole, di ottima realizzazione. Esilarante a tratti, un po' noioso in altri. Deludente la marcata differenza con il libro, soprattutto nelle conclusioni della vicenda indagativa, ma questo non è un problema per chi non ha letto il libro. Sicuramente non è un film per tutti, i più "grezzi" spettatori non lo capiranno molto bene. Comunque un film che vale la pena di vedere, se non altro per i personaggi fantastici, la famiglia Malaussene è fantastica!

[+] lascia un commento a mahatma »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Il paradiso degli orchi | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | francescoterranegra94
  2° | luciacinefila
  3° | linus2k
  4° | melvin ii
  5° | flyanto
Immagini
1 | 2 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 14 novembre 2013
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità