...E ora parliamo di Kevin

Acquista su Ibs.it   Dvd ...E ora parliamo di Kevin   Blu-Ray ...E ora parliamo di Kevin  
Un film di Lynne Ramsay. Con Tilda Swinton, Ezra Miller, John C. Reilly, Jasper Newell, Rock Duer.
continua»
Titolo originale We Need to Talk About Kevin. Drammatico, durata 110 min. - Gran Bretagna, USA 2011. - Bolero Film uscita venerdý 17 febbraio 2012. MYMONETRO ...E ora parliamo di Kevin * * * - - valutazione media: 3,45 su 44 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
pinoalfredo giovedý 26 aprile 2012
ho visto un gran film Valutazione 4 stelle su cinque
64%
No
36%

Film ingiustamente trascurato, un autentico cult.
Non sono riuscito a capire dove il film non convince, questo è un appunto che muovo personalmente a Marianna Cappi,
perchè non ha detto dove "NON CONVINCE?
A me è piaciuto in ogni sua sfaccettatura, la mancanza di confronto tra padre e madre per me è ciò che spicca di piu',
Infatti non c'è traccia di consulti psichiatrici.Storie come queste sono vicino a noi piu' di quanto possiamo immaginare.
Nel mio immaginario Kevin è un sociopatico puro, privo di ogni forma di empatia, ma riconosce nella madre qualcosa che gli appartiene.
Performance superba da parte degli attori, diretti magistralmente dalla Ramsey. [+]

[+] lascia un commento a pinoalfredo »
d'accordo?
writer58 venerdý 9 marzo 2012
era meglio morire da piccoli... Valutazione 3 stelle su cinque
73%
No
27%

Sono stato molto indeciso se scrivere una recensione su questo film di Lynne Ramsay che ho visto  tre settimane fa. Un film che mi ha colpito e insieme lasciato una forte sensazione di disgusto, di rifiuto istintivo.  Forse perché, tra tutte le pellicole che ho visto negli ultimi tempi, è quella più chiusa alla speranza, forse perché la rappresentazione del Male nelle sembianze di un mostruoso adolescente che compie una strage senza alcuna motivazione mi ha provocato un senso di ribrezzo  che ha prosciugato il desiderio di scrivere.
Kevin, prima di diventare un serial killer minorenne, è stato un neonato che piangeva ininterrottamente e poi  un bambino di sei o sette anni che  se la faceva addosso per fare infuriare la madre. [+]

[+] lascia un commento a writer58 »
d'accordo?
big85 martedý 13 marzo 2012
il fascino del male Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Un film difficile sia per visione che per ascolto.
Le immagini forti, marcate sempre da qualcosa di rosso nell'inquadratura, il suono curatissimo per dare l'impressione di essere in un film horror angoscioso e l'aspetto etereo della bravissima Tilda Swinton, rendono il film morbosamente attraente.
La scena iniziale è un'orgia propiziatoria di cui il frutto è l'emblema del male: Kevin.
Kevin è una figura ambigua, è pura malvagità senza motivazioni. E' un bambino arrabbiato, dispettoso e intelligentissimo; è un'adolescente freddo, calcolatore e spietato. Ogni sua mossa ogni sua parola, sin dalla primissa infanzia (!) è votata per portare a termine un piano folle che forse preparava da sempre. [+]

[+] la malvagitÓ (di arnauld)
[+] lascia un commento a big85 »
d'accordo?
numenoreano sabato 18 febbraio 2012
... e ora parliamo della maternitÓ Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

voto 3,5 su 5

…E ora parliamo di Kevin
è un film che, a parer mio, ha diversi buoni motivi per esistere ed essere visto ed alcuni per venire, infine, parzialmente ridimensionato.
Mi sono presentato al cinema avendo letto in suo proposito una recensione pubblicata su Nocturno, dove tale A. Nazzaro lo definiva “il fratellino autoriale de L’innocenza del diavolo con Macaulay Culkin”. Bhe, la prima cosa che ho pensato una volta partiti i titoli di coda è stata che verrebbe più facile trovarci punti in comune con Brood – La covata malefica (comunque estremamente pochi) che non con quel film.
 
Sui motivi per andarlo a vedere:
Ha il pregio, destreggiandosi attraverso particolari di trama e risvolti finali già battuti per esempio da Van Sant, di riuscire a distaccarsene completamente provando invece ad interrogarsi sul delicato tema della maternità e del suo essere, molto più che il matrimonio, “in salute ed in malattia” e, soprattutto, decisamente più forte del “finchè morte non vi separi”. [+]

[+] lascia un commento a numenoreano »
d'accordo?
filippo catani giovedý 2 maggio 2013
un film struggente con una grande swindon Valutazione 5 stelle su cinque
77%
No
23%

Una giovane coppia decide di trasferirsi da New York in un tranquillo paese di campagna per poter meglio crescere il proprio figlio. A fare il sacrificio maggiore è la madre che lascia controvoglia il lavoro e la città che ama. Crescere questo figlio si rivela però un dolore senza fine in quanto chiuso in se stesso e scontroso. Purtroppo giunto all'età di 16 anni il ragazzo si renderà protagonista di una strage che getterà lui e la madre nell'abisso.
Un film decisamente duro come il granito e capace di colpire le emozioni più profonde dello spettatore maschile ma anche e in special modo del pubblico femminile. Tutto il film è infatti un lunghissimo flashback con qualche puntata sul presente. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
il saggio sabato 18 febbraio 2012
la verita' e' senza motivo Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%


Subito dopo Shame arriva nelle sale un'altro piccolo capolavoro non solo di cinema ma anche di vita vera.Il titolo lo si può benissimo girare a noi stessi...E ora parliamo di...!Il regista ci prende la mano e ci porta a percorrere insieme alla protagonista(dal titolo sembrerebbe kevin ma è di chi parla che in effetti stiamo parlando)una strada piena di pericoli e difficoltà che è quella dell'autoanalisi-autogiudizio...insomma del vero e propio ESAME DI COSCIENZA.Ebbene sì..convinti che siamo gli unici registi della nostra vita ci sentiamo anche  fautori della vita di chi ci stà vicino...in effetti tutto il film è un vedersi allo specchio della protagonista  per capire se noi esseri umani siamo responsabili delle scelte dei nostri simili. [+]

[+] salve (di pinoalfredo)
[+] lascia un commento a il saggio »
d'accordo?
amicinema sabato 25 febbraio 2012
una pressa che ti schiaccia forte il cuore Valutazione 4 stelle su cinque
79%
No
21%

Guardare questo film e’ come avere una pressa che ti schiaccia forte il cuore e ti toglie letteralmente il respiro. Kevin e’ il prodotto di un mondo irrazionale e privo di senso, nel quale i sentimenti umani non hanno nessun valore e le persone sono in un perenne stato di incomunicabilità (tutti i personaggi del film non riescono e non vogliono cercare di capire gli altri).
Eva porta addosso la colpa (quasi universale) di aver generato il Male e non riesce mai ad avere quella spiegazione del comportamento del figlio (anche contorta e negativa che possa essere) che potrebbe dare senso ed ordine razionale al suo mondo frammentato.
Quest’anno penso che le ottime interpretazioni femminili si sprechino e Tilda Swinton è pari per me alla Streep e alla Close, interpretando magistralmente Eva, persa per sempre in uno stato continuo di allucinazione, non avendo le forze mentali di poter comprendere l’enormità del male che ha davanti. [+]

[+] lascia un commento a amicinema »
d'accordo?
tanus78 mercoledý 24 ottobre 2012
bello e intenso Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Ottimo film che affronta il tema degli adoloscenti inquieti che pianificano stragi. Il tema è ostico ma non importa perché si tratta di un'opera decisamente ben fatta. Una gigantesca Tilda Swinton domina su ogni attimo gravida di dolore e smarrimento. 
Da vedere.

[+] lascia un commento a tanus78 »
d'accordo?
kondor17 sabato 7 marzo 2015
un figlio non voluto. il mestiere di genitore. Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Nel micro- e macrocosmo tutto è connesso, anche il pensiero, le sensazioni e le emozioni. Il problema è semmai riuscirlo a percepire ed esserne consapevoli.

La madre, in questa storia, fa da bravina il suo dovere, ma controvoglia, rifiutando sia la gravidanza, che la provincia, che la perdita del lavoro. Già in età "sciente", dice poi a Kevin che era felice solo prima che lui nascesse. Gravi errori, che saranno poi fatali.

E lui non è il demone né il maligno: è un bambino qualunque, dolcissimo col padre, ma incazzato nero con la madre, che lo ha rifiutato già di principio. E tutta la vita medita vendetta, distruggendo chirurgicamente l'esistenza e gli affetti di chi l'ha messo al mondo e respinto. [+]

[+] non potrei essere pi¨ d'accordo (di arual66)
[+] lascia un commento a kondor17 »
d'accordo?
arual66 sabato 4 luglio 2015
swinton e miller in un faccia a faccia travolgente Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

E' difficile recensire a caldo un film come questo, perchè "We need to talk about Kevin" (la traduzione italiana é abbastanza imbarazzante per quanto fosse difficile da sbagliare) è un film che disorienta, colpisce freneticamente lo spettatore nonostante il suoi ritmi dilatati. La sofferenza, le incomprensioni forse più apparenti che reali tra una madre e un figlio fanno da trampolino di lancio per scrutare nel più profondo lato oscuro che l'umanità nasconde. Kevin è un ragazzo "difficile" ma splendidamente umano nella sua follia, Eva una donna distrutta dall'obbligo della sua umanità. La Swinton, quasi irriconoscibile per aver abbandonato la regalità distintiva dei suoi ruoli, sembra quasi l'inquieta protagonista di un moderno Roemary's Baby, per come la macchina insegue i suoi sguardi, rincorrendo l'eterno incubo di un'esistenza segnata dalla strage architettata dal figlio, che nonstante fin da piccolo dimostrasse di odiarla, sembrerebbe aver risparmiato volontariamente proprio lei nel suo delirante, ma lucidissimo progetto. [+]

[+] lascia un commento a arual66 »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
...E ora parliamo di Kevin | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1░ | pinoalfredo
  2░ | writer58
  3░ | big85
  4░ | numenoreano
  5░ | filippo catani
  6░ | il saggio
  7░ | amicinema
  8░ | tanus78
  9░ | kondor17
10░ | the thin red line
11░ | arual66
12░ | noia1
13░ | lisadp
14░ | rita branca
Rassegna stampa
Raffaella Giancristofaro
SAG Awards (1)
Golden Globes (1)
European Film Awards (2)
Critics Choice Award (2)
BAFTA (3)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdý 17 febbraio 2012
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
sabato 15 agosto
Volevo nascondermi
giovedý 13 agosto
Mai raramente a volte sempre
lunedý 10 agosto
Nour
giovedý 6 agosto
High Life
Galveston
Amo la tempesta
giovedý 30 luglio
Il re di Staten Island
Un lungo viaggio nella notte
Una intima convinzione
L
mercoledý 22 luglio
L'amore a domicilio
lunedý 20 luglio
L'agnello
giovedý 16 luglio
Letizia Battaglia - Shooting the M...
lunedý 13 luglio
Famosa
domenica 12 luglio
Entierro
giovedý 9 luglio
Gamberetti per tutti
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità