Monsters & Co.

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Monsters & Co.   Dvd Monsters & Co.   Blu-Ray Monsters & Co.  
Un film di Pete Docter, David Silverman, Lee Unkrich. Con John Goodman, Billy Crystal, Mary Gibbs, Steve Buscemi, James Coburn.
continua»
Titolo originale Monsters, Inc. Animazione, Ratings: Kids, durata 92 min. - USA 2001. - Walt Disney uscita giovedý 13 giugno 2013. MYMONETRO Monsters & Co. * * * 1/2 - valutazione media: 3,91 su 27 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Capolavoro genuino della fucina Pixar: divertente. Valutazione 4 stelle su cinque

di Great Steven


Feedback: 61479 | altri commenti e recensioni di Great Steven
domenica 14 dicembre 2014

MONSTERS & CO. (USA, 2001) diretto da PETE DOCTER § Secondo voi, esistono i babau, i multiformi mostri che sconvolgono le fantasie diurne e notturne dei bambini? A quanto pare, la risposta è affermativa: ci sono, ma si tratta di alieni di una dimensione parallela al nostro universo che svolgono il benemerito mestiere di procacciatori di energia per il loro mondo spaventando i bambini del pianeta umano e catturando le onde emotivo-sonore da loro emesse. Il migliore fra gli “spaventatori” è il gigantesco, cornuto e peloso James P. Sullivan, allenato dal basso, verde e monocolo Mike Wazowski. Il pericolo è il suo mestiere, dal momento che i mostri sono convinti che il contatto con i terrestri provochi un contagio fatale. Ma da quando Sullivan apre un varco al contrario e, da una porta bianca a fiori, fa entrare nel mondo dei mostri la piccola Boo, nulla sarà più come prima: da quella tragicomica notte, la bambina riesce a intrufolarsi nella vita di tutti i giorni, seminando il panico. Ma poi Sullie e Mike scoprono che la fanciulla non è affatto tossica come si è sempre ritenuto e, pur persuasi di doverla riportare nella porta da cui è uscita, si affezionano a lei. La difenderanno dalle mire del perfido Randall Boggs, lucertolone multicolore con capacità di rendersi invisibile, e dal corrotto presidente dell’azienda Monsters & Co. Waternoose, granchio a otto zampe in giacca e cravatta con cinque occhi. La Pixar colpisce ancora nel segno. Dopo il dittico di Toy Story (rispettivamente 1995 e 1999) e A Bug’s Life (1998), il fondatore John Lasseter si concentra sulla produzione, affidando la regia al pupillo Docter e la sceneggiatura ai rodati Robert L. Baird e Dan Gerson, e supera sé stesso con una favola che si avvale di personaggi ironicamente divertenti e sbeffeggia la retorica eroico-patriottarda del cinema americano. Ha ritmo incalzante ed esorcizza le paure infantili, insegnando che il conflitto può essere sostituito dalla collaborazione non appena si comprendano e si accettino i diversi, senza però illudere lo spettatore che siano tutti buoni. Fonde Borges con Magritte: milioni di porte mettono in comunicazione il mondo dei mostri con tutte le camere da letto dei bambini. Vi è anche una curiosa e interessante commistione della creatività fantasiosa degna del miglior Roman Polanski e l’horror gotico rispettabile e austero dei capolavori di Tim Burton, e questo ne fa un’opera stilisticamente elevata nonché un connubio di generi contaminati che confluiscono interamente nell’animazione dando al pubblico un senso di ricchezza ed ecletticità che lascia molto soddisfatti. E la commozione non cede mai il posto al divertimento, e viceversa: i due opposti si attraggono, mescolandosi con sapiente consanguineità e regalando tanto momenti di umorismo sfegatato quanto sequenze di tenerezza squisita. Le scene migliori: l’allenamento mattiniero in casa di Sullie e Mike; la giornata lavorativa dei mostri nei portali metallici contrassegnati da numeri cubitali; l’arrivo della bambina nel ristorante tradizionale giapponese; l’esercitazione presso lo studio di prova, dove vengono istruite le nuove reclute; la divertentissima sequenza nell’Himalaya e l’incontro con lo yeti (splendidamente doppiato in italiano dal duttile e pervicace Renato Cecchetto); il viaggio attraverso la folta foresta volante sui ganci ferrei delle porte; il finale in cui l’attività degli spaventatori si converte in un lavoro atto a procurare risate che si rivelano dieci volte più potenti delle urla, sempre allo scopo di fornire energia agli impianti elettrici di Mostropoli. Per quanto riguarda la fucina Pixar, è uno dei prodotti migliori mai sfornati, e le idee per il successo non gli mancano, tant’è vero che solo negli Stati Uniti è riuscito ad incassare 251 milioni di dollari. Rappresenta infatti uno degli incassi cinematografici al box office più ragguardevoli di sempre. Non per nulla, infatti, ha anche riscosso un parere favorevole da parte di innumerevoli critici.

[+] lascia un commento a great steven »
Sei d'accordo con la recensione di Great Steven ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Great Steven :

Vedi tutti i commenti di Great Steven »
Monsters & Co. | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ | akela1973
  2░ | mario a.
  3░ | laurence316
  4░ | mystic
  5░ | vanessatalanta
  6░ | great steven
Premio Oscar (5)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità