Tess

Acquista su Ibs.it   Dvd Tess   Blu-Ray Tess  
   
   
   

"Occhio ai sottotitoli" Valutazione 3 stelle su cinque

di gianmarco.diroma


Feedback: 7173 | altri commenti e recensioni di gianmarco.diroma
domenica 10 marzo 2013

Le stelle dovrebbero essere cinque, se si riuscisse ad arrivare ai presunti 180 minuti di durata del film. Perché il film, fin da subito, presenta questa particolarità, ovvero una durata di tre ore, a cui va sommato il ruolo di un ritmo decisamente lento e (forse) volutamente letterario. Elementi che, insieme, potrebbero condurre lo spettatore meno allenato ad abbandonare la visione di questo omaggio "A Sharon" (Sharon Tate). Bisognerebbe conoscere direttamente Roman Polanski e saperci avere a che fare (come forse il Moretti di "Caos Calmo"), per domandargli se esista una relazione tra i nomi dei personaggi al centro delle sue storie. Se esista per esempio una relazione tra la figura di Teresa in Cul-de-sac (interpretato da Françoise Dorléac) e quella di Tess/Teresa, abitata da Nastassja Kinski. Perché forse, così, si avrebbe qualche dato in più per provare a capire quale sia la finalità che muove i sentimenti di questa protagonista in versione cinematografica di un romanzo di Thomas Hardy, "scrittore britannico", nato nel "1840", morto "87" anni dopo. Di una protagonista che, almeno nel film, nulla ha da spartire con "I protagonisti" di Robert Altman: di una protagonista assoluta, posta al centro dello schermo e di questa vicenda quasi ininterrottamente, bramosa a tal punto di "essere infelice" da rasentare la "stupidità". Più che bramosa, il sottotitolo in italiano alla versione originale in inglese recita per bocca del personaggio di Leigh Lawson la parola "ostinata", che pone come ineluttabile la catena di rovine e sconfitte a cui Tess va incontro (a volte perché schiava dell'epoca in cui vive, altre per sua libera scelta). Molto prima di Tom Cruise in Eyes Wide Shut, il volto monoespressivo di Nastassja Kinski, pari solo alla sua bellezza, costruisce una linea di racconto che dall'inizio delle sue sventure, esprime una sola grande finalità: "sono pronta" per morire! La quale formula, detta in forma pacata, tra le rovine di quel tempio pagano rivolto in "Alto" che è Stonehenge, nasconde il mistero di un'intera vita, di un mistero che in quante tale, può assumere infinite forme: potrebbe essere nel senso del "sacramento della Penitenza", ovvero di una Riconciliazione o Confessione "a" Dio e non "per" Dio, "L'urlo" o "Il Grido" di Edvard Munch, il percorso di morte e redenzione de "Il cattivo tenente" o quello del personaggio di Christopher Walken in "Fratelli", la voglia di vivere di Vincent Van Gogh, nonostante il suo lento e progressivo soccombere alla morte e al dolore, Pier Paolo Capovilla de "Il teatro degli orrori" che recita in "Io ti aspetto" il verso "una notte d'angoscia non può che diventare una carezza su quel dolce profilo di persona perbene che sei", "Marzella" di Ernst Ludwig Kirchner, "Animal" dei Pearl Jam, l'album "In utero" dei Nirvana, "il celebre pugno battuto sul tavolo da Papa Giovanni Paolo II, quando si accorse di non riuscire più a parlare", l'impassibilità di Titta Di Girolamo/Toni Servillo ne "Le conseguenze del'amore" mentre viene calato nel cemento, la fine "senza gloria" di Paul/Marlon Brando in "Ultimo tango a Parigi" capace di rasentare la stessa stupidità della Tess di Polanski, la morte di Jean-Paul Belmondo in "Fino all'ultimo respiro", la lunga agonia amorosa di Adèle Hugo, sempre Belmondo quando confessa il proprio "odi et amo" alla "sua" droga Julie, il finale sospeso de "L'assedio" ancora di Bertolucci, ed i Manzoni, con le "storiacce" di Piero, ed alcuni dei personaggi scritti da Alessandro.

[+] lascia un commento a gianmarco.diroma »
Sei d'accordo con la recensione di gianmarco.diroma?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di gianmarco.diroma:

Vedi tutti i commenti di gianmarco.diroma »
Tess | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Stefano Lo Verme
Pubblico (per gradimento)
  1° | alessandra verdino
  2° | weach
  3° | stefania callisto
  4° | fedeleto
  5° | gianmarco.diroma
Premio Oscar (13)
Golden Globes (4)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità