Alice e il sindaco

Un film di Nicolas Pariser. Con Fabrice Luchini, Ana´s Demoustier, Nora Hamzawi, LÚonie Simaga, Antoine Reinartz.
continua»
Titolo originale Alice et le maire. Commedia, Ratings: Kids+13, durata 103 min. - Francia 2019. - Bim Distribuzione uscita giovedý 6 febbraio 2020. MYMONETRO Alice e il sindaco * * * 1/2 - valutazione media: 3,58 su 23 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

"Preferirei di no" Valutazione 4 stelle su cinque

di FabioFeli


Feedback: 21327 | altri commenti e recensioni di FabioFeli
domenica 9 febbraio 2020

Alice (Anaïs Demoustier) ha insegnato filosofia a Oxford, ma non è una filosofa anche se viene assunta come tale dal Comune di Lione per “fornire idee” al  sindaco socialista, Paul (Fabrice Luchini), svuotato di energie ed obbiettivi. Un compito ingrato, perché poco chiaro. Alice, deliziosa 30enne, butta là che il politico ha l’obbligo di essere modesto per avvicinarsi alle masse di elettori e deve abbandonare un progetto caldeggiato da Patrick (Thomas Chabrol, figlio d’arte del regista della Nouvelle Vague Claude e di Stephane Audran), imperniato su una Lione megalopoli collegata ad altre megalopoli per inseguire un ipotetico progresso. Paul, esperto politico, ma meno colto di Alice, assegna alla ragazza un ufficio ed incarichi più importanti, scatenando le invidie dei colleghi dello staff. Ma lì si decidono tattiche e, peggio ancora, strategie politiche in 10-15 minuti. Pura follia. Paul potrebbe diventare il candidato socialista all’Eliseo decidendo anche il futuro di Alice, nel bene e nel male …

Parisier, regista e sceneggiatore, sembra avere le idee chiare sui problemi che affliggono i maturi stati industrializzati in questo film presentato alla “Quinzaine” del festival di Cannes 2019: sovranismi e populismi, le destre, sono residui-spazzatura della politica che portano in vicoli ciechi di ribellismo sterile senza soluzione – e su questo non ci piove -. Ma anche la sinistra ha perso il filo del suo discorso: progresso, sì, ma verso dove? Stiamo consumando il pianeta, è sicuro: ma come invertire la tendenza virtuosamente senza penalizzare ulteriormente i paria del mondo? Come evitare che i nostri figli e nipoti, dotati e studiosi, siano demotivati come Alice da master che li rendono più acculturati ed avveduti, ma non li fanno approdare ad un “ubi consistam”, vale a dire un lavoro senza ipoteche negative sul loro futuro, dato che desiderano una famiglia, uno o più figli, una casa … Paul è un 60enne onesto e ancora appassionato pur se titubante; ma alla fine diventa audace e nella sua mozione al congresso socialista usa la parola proibita, rivoluzione, perché i censori di lui e dei padri sono figli e nipoti che vogliono risposte chiare: sono economisti, insegnanti, ingegneri, manager ma pur sempre “banchieri” pronti a bruciare con il bilancino costi/risparmi i sogni progressisti dei politici che hanno perso la bussola. Ed anche i giovani hanno perso la bussola, anche se continuiamo a sperare di no, affinché non si perda mai la nostra discendenza e il mondo intero. Luciano Gallino deve aver spiegato loro che il pianeta sta male: il capitale finanziario è il doppio del valore delle merci prodotte ed è, quindi, fittizio. Può bastare la soluzione “Occupy Wall Street” (e tutte le borse) per evitare il collasso? O bisogna pagare lo scotto a guerre sempre più guerreggiate per riattivare le energie dopo la caduta di produttività? Parisier mira alto con i dilemmi. Magari sbaglia qualcosa nei tempi del film, un po’ lenti, ed abbonda anche in citazioni di Rousseau e Orwell. Però centra l’ultima: quella dello Scrivano Bartleby di Melville, quando dice “Preferirei di no”. Ottima recitazione della Demoustier e di uno smagliante Luchini, tornato ai livelli del magistrato de La Corte, attore senza incertezze o concessioni a una più facile comicità come in Ma Loute o ne Il caso Henry Prick. Da consigliare.

Valutazione *** e ½

FabioFeli

[+] lascia un commento a fabiofeli »
Sei d'accordo con la recensione di FabioFeli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
67%
No
33%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di FabioFeli:

Vedi tutti i commenti di FabioFeli »
Alice e il sindaco | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Lumiere Awards (3)
Cesar (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Uscita nelle sale
giovedý 6 febbraio 2020
Distribuzione
Il film Ŕ oggi distribuito in 19 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Campania
  1 | Emilia Romagna
  4 | Lazio
  2 | Liguria
  3 | Lombardia
  1 | Piemonte
  1 | Sicilia
  2 | Toscana
  1 | Umbria
  3 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità