Il medico di campagna

Acquista su Ibs.it   Dvd Il medico di campagna   Blu-Ray Il medico di campagna  
Un film di Thomas Lilti. Con François Cluzet, Marianne Denicourt, Christophe Odent, Patrick Descamps, Guy Faucher.
continua»
Titolo originale Médecin de campagne. Commedia drammatica, durata 102 min. - Francia 2016. - Bim Distribuzione uscita giovedì 22 dicembre 2016. MYMONETRO Il medico di campagna * * 1/2 - - valutazione media: 2,92 su 25 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
francesco2 domenica 27 maggio 2018
infermiera, e fumo Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Una brava Marianne Dénicourt dà vita ad un personaggio di infermiera fumatrice. Politicamente scorretta, o poco professionale, secondo l'ottica.

[+] lascia un commento a francesco2 »
d'accordo?
francesco2 domenica 27 maggio 2018
il medico..........."paziente" Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Un’eccellente interpretazione maschile illumina questo film, prodotto medio francese che in Italia –Ma perché,poi ?- sarebbe irrealizzabile. Chi non conosca, piuttosto bene, la realtà di certi paesi francofoni non potrà coglierne fino in fondo il messaggio: in Belgio, infatti –ma anche in Francia, evidentemente- questa figura rischia di scomparire, ma un tempo il “medico di campagna” era più diffuso, era colui – o colei- che si inoltrava nei paesini sperduti per curare dei pazienti in difficoltà.
Ed, a proposito di “pazienti”, lo è anche il personaggio principale, oltre che medico. Ma lo è anche nel senso etimologico latino di “patere”, provare passione. Ecco che, allora, il suo travaglio assume una doppia natura: la sua salute viene messa alla prova, ed al contempo deve collaborare con il personaggio della Denicourt, figura di “rottura” per la sua routine quotidiana. [+]

[+] lascia un commento a francesco2 »
d'accordo?
ninoraffa lunedì 23 ottobre 2017
anti grey's anatomy Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Storia di opposti, quest’ultima fatica di Thomas Lilti, ex medico votatosi al cinema senza dimenticare la prima vocazione. Opposti una volta tanto risolti: tra città e campagna, tra oltranzismo terapeutico e morte dignitosa “il Medico di Campagna” non ha dubbi.  
Il non più giovane Jean Pierre (François Cluzet) esercita con devozione d’altri tempi l’arte di Ippocrate nel paesino francese in cui è nato; ha un figlio architetto in uno studio internazionale e la moglie a Parigi di cui significativamente non sappiamo altro. Quando gli viene diagnosticato un tumore al cervello la prende senza drammi.  Si sottopone alle terapie, ma nasconde la notizia pretendendo che nulla cambi nel suo lavoro, non sappiamo se per stoicismo o rimozione; coraggio e paura, com’è noto, sono facce della stessa medaglia. [+]

[+] lascia un commento a ninoraffa »
d'accordo?
gufetta76 domenica 21 maggio 2017
come descrivere una professione e un mondo con un Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

La regia è  fantastica :leggera veloce mai patetica. La tematica è  drammatica ma viene affrontato in maniera solare e concreta. La trama affronta delle tematiche che toccano nel  profondo chi svolge una professione d'aiuto. A parte lo Yoga della risata che a quanto pare so nota parecchio diffusa, il film è  tanto bello. Consigliato.

[+] lascia un commento a gufetta76 »
d'accordo?
filippo catani martedì 10 gennaio 2017
il medico di paese Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
100%

Il medico di famiglia di un piccolo paese francese deve iniziare un ciclo di chemioterapia e verrà quindi affiancato da una nuova dottoressa proveniente dalla città che dovrà fare i conti non solo con il burbero collega ma anche e soprattutto con i suoi nuovi pazienti.
Il film mette in scena direi alla perfezione quello che è il mestiere del medico di famiglia specialmente se esercitato in una piccola comunità dove si finisce per conoscersi tutti. Ecco allora che il medico oltre ad esercitare il proprio mestiere deve essere anche un pochino tutto: psicologo, dietologo, vice assisstente sociale ecc. In questo modo il protagonista di questo film si è costruito una fama in paese ma non è riuscito a tenere insieme la propria famiglia e questo gli brucia ancora. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
silvano bersani venerdì 6 gennaio 2017
il pessimismo ottimista della ragione Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

Non farà gridare al capolavoro, ma temo che questo piccolo gioiello che ci viene regalato da questa produzione profontamente ed intimamente francese sia un po' sottovalutato dal pubblico italiano, col palato anestetizzato dalle produzioni nostrane di questo periodo.
Perchè se un merito va ascritto alla filmografia francese contemporanea è di perseguire con profonda onestà intellettuale una rigorosa coerenza nel rivolgere lo sguardo sul presente in modo disincantato, ma senza voli iperbolici o senza voler ad ogni costo mettere nel piatto sapori estremi.
Il soggetto attinge ad una presa di coscienza laica e disincantata della fragilità della esistenza umana e la sceneggiatura colloca la vicenda in una provincia che solo a tratti sembra fuori dal tempo, ma che al contrario trova continui agganci con la realtà globalizzata contemporanea, senza fare dell'una e dell'altra ne' un feticcio, ne' una dannazione. [+]

[+] lascia un commento a silvano bersani »
d'accordo?
emanuele 1968 lunedì 2 gennaio 2017
bello Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
0%

Bello.

[+] lascia un commento a emanuele 1968 »
d'accordo?
vanessa zarastro lunedì 2 gennaio 2017
una lezione di umanità Valutazione 3 stelle su cinque
71%
No
29%

Siamo a Chaussy, una piccolissima cittadina di neanche 700 anime nella Val-d’Oise, al confine con la Normandia. Jean-Pierre Werner (un bravissimo François Cluzet) è un medico condotto si occupa da solo di tutti i malati della zona, di cui molti seguiti a domicilio. Quindi, oltre all’orario di ambulatorio, deve percorrere parecchi chilometri per raggiungere tutti i suoi pazienti. Talvolta anche di notte, con il fango nelle strade sterrate e con il cattivo tempo. I suoi pazienti lo amano molto e si sentono rassicurati dalla sua presenza piena di attenzioni umane. A un certo punto Jean-Pierre scopre di avere un tumore e deve seguire i protocolli del caso, iniziando con la chemioterapia. Il suo amico oncologo gli suggerisce di prendere un aiutante per il suo ambulatorio e gli manda Nathalie Delezia (un’affascinante Marianne Denicourt) una giovane, non giovanissima, e determinata dottoressa con esperienza prevalentemente di pronto soccorso. [+]

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
d'accordo?
flyanto lunedì 2 gennaio 2017
la figura ideale di due medici Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

 In questo periodo natalizio è fortunatamente uscita nelle sale cinematografiche la pellicola francese "Il Medico di Campagna", evidente esempio di cinema all'insegna della delicatezza e della sensibilità.

La storia ruota tutta intorno al suddetto protagonista (Francois Cluzet) che svolge, appunto, l'attività di medico in una località di campagna, al quale, poichè viene diagnosticato un tumore al cervello che lo vedrà costretto ad iniziare un lungo e stremante ciclo di chemioterapia, viene affiliata una più giovane dottoressa al fine di aiutarlo nelle proprie mansioni professionali e di alleviarlo così dalla fatica del lavoro e soprattutto dell'estenuante cura. [+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
parte ripario lunedì 2 gennaio 2017
una truffa Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Perfetto caso di pubblicità ingannevole. Guardate la locandina, cosa c'è scritto? "La famiglia Belier vi ha emozionato, questo film vi sorprenderà". Ora siccome è vero, la famiglia Belier mi aveva emozionato e molto, sono andato di corsa a vedere "il medico di campagna", convinto che fosse frutto del lavoro dello stesso regista. Le persone ignoranti e presuntuose come il sottoscritto credono di saper fare 2+2. Ma sbagliano, bisogna sempre informarsi. Il regista è un altro, il protagonsita è un altro, la protagonista è un'altra. Nella famiglia Belier c'era un'idea originale e un trattamento delicato. Qui? Boh, la ricerca di consenso trattando temi sensibili per tutti? Se il film non è uno schifo  totale è solo grazie a Marianne Denicourt e ai suoi occhi tristi. [+]

[+] lascia un commento a parte ripario »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Il medico di campagna | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | ninoraffa
  2° | zarar
  3° | angelo umana
  4° | vanessa zarastro
  5° | giajr
  6° |
  7° | stefano capasso
  8° | flyanto
  9° | francesco2
10° | silvano bersani
11° | robroma66
12° | filippo catani
13° | antonio ruggiero
Cesar (1)


Articoli & News
Trailer
il trailer
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 22 dicembre 2016
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità