Miss Violence

Acquista su Ibs.it   Dvd Miss Violence   Blu-Ray Miss Violence  
Un film di Alexandros Avranas. Con Themis Panou, Rena Pittaki, Eleni Roussinou, Sissy Toumasi, Kalliopi Zontanou.
continua»
Drammatico, durata 99 min. - Grecia 2013. - EyeMoon Pictures uscita giovedì 31 ottobre 2013. - VM 14 - MYMONETRO Miss Violence * * * 1/2 - valutazione media: 3,53 su 43 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
iaoquinti lunedì 29 gennaio 2018
mostro nascosto Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Atmosfera cupa e misteriosa durante tutto il film.
Una famiglia numerosa in cui il nonno perverso esercita una schiacciante oppressione (fisica e psicologica) su ogni membro.
All' inizio l'uomo sembra essere solamente un "Padre" eccesivamente severo ed esigente con le proprie figlie/i, ma col progredire del film, egli dimostrerà tutta la sua terribile perversione e malvagità.
La più anziana della famiglia riuscirà a ribellarsi e a vendicare le atrocità sopportate dalle donne (bambine) schiave di questo mostro, le quali dovranno lottare contro la cosidetta sindrome di stoccolma per riconquistare la libertà.

[+] lascia un commento a iaoquinti »
d'accordo?
eleonora panzeri sabato 29 ottobre 2016
dietro la porta Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Una festa di compleanno, una finta e stentata allegria che non si spiega e poi un gesto, il più terribile ed inaspettato, che stride con il momento di festa e la giovanissima età della  vittima. [+]

[+] lascia un commento a eleonora panzeri »
d'accordo?
guidobaldo maria riccardelli domenica 17 aprile 2016
il circolo vizioso delle vittime moderne Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Crudo e penetrante, colpisce a sangue freddo, non avverte, fa intuire il peggio concretizzandosi invece in qualcosa che va al di là, scendendo in un inferno tangibile, pienamente reale nel suo apparente parossismo.
Alexandros Avranas si inserisce con prepotenza nella schiera di questo cinema ellenico moderno, pieno di vita nel descrivere la morte, capace di fotografare una realtà comune, non circoscrivendo scenarii applicabili alla sola società interna, ma estendibili ovunque, scienziati sociali prestati alla cinematografia, senza sconti per chi guarda.
Un insiema di vittime, sistemi sociali concentrici con a capo un riferimento, pronto a far valere la propria posizione dominante sui sottoposti: ci riferiamo alla sistema-famiglia sì, ma le medesime dinamiche non mancano di esistere sul posto di lavoro, così come nei gangli della burocrazia; un continuo movimento volto alla sopraffazione, una forgia capace di creare veri mostri sociali, dove i rapporti tra consanguinei si adattano a quelli tra estranei, fatti di punizioni e rinforzi, dove tutto è giustificato e giustificabile, dove i ben materiali divengono fulcro vitale, in cui tutto è spendibile, dalla propria dignità fino alla purezza di chi è strumento nelle mani altrui. [+]

[+] lascia un commento a guidobaldo maria riccardelli »
d'accordo?
ginopeloso martedì 22 marzo 2016
violenza familiare e poco altro Valutazione 2 stelle su cinque
100%
No
0%

Violenza in famiglia, dinamiche familiari che vengono piano piano alla luce. Violenza, tanta, ma niente di più.

[+] lascia un commento a ginopeloso »
d'accordo?
franci9292 venerdì 16 ottobre 2015
quando la violenza è dentro casa. Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

Mi sembra ancora di essere lì, all’interno dell’abitazione e assistere, involontariamente, ai terribili soprusi di un padre-padrone su moglie e figlie innocenti.

Incredibile abilità del giovane regista greco Alexandros Avranas nel dirigere un attore protagonista, Themis Panou, che è stato in grado di interpretare in maniera eccellente la figura negativa e dèspotica di un uomo mentalmente instabile e carnefice, in senso fisico e psicologico, della propria famiglia. [+]

[+] lascia un commento a franci9292 »
d'accordo?
nerazzurro mercoledì 23 settembre 2015
l'inferno nascosto dietro un'apparente normalità Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Miss violence e un film sconvolgente.
Interpretato in maniera sbalorditiva e diretto con maestria.
E come se il regista prenda per mano lo spettatore per poi farlo immergere con l'inganno pian piano nell'agghiacciante verità. In pratica un viaggio nelle profondità dell'inferno. la scena iniziale della festa di complenno accompagnata dal tema musicale di Leonard Cohen e davvero angosciosa. 
Guardatelo

[+] lascia un commento a nerazzurro »
d'accordo?
noia1 giovedì 12 marzo 2015
la condanna della quotidianità Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

Una famiglia e un pesante lutto.
Prova registica straordinaria, sembra poco a dirlo così, un conto però è fare un gran film con location su location, effetti speciali e magari anche qualche sparatoria, un altro è farne uno all’altezza con un decimo dei mezzi. Si perché se lo svolgersi del tutto avviene nel giro di un’ora e mezza, su questa ci sarà appena un quarto d’ora ambientato all’esterno delle quattro mura comprese tra le camere dei piccoli, la cucina e il salotto.
Un dramma familiare, dramma appunto dove dramma non c’è, tragica la morte della figlia undicenne, quella di mezzo trai piccoli e la maggiore, tra la comprensione e la vicinanza della comunità però tutto si svolge comunemente a qualsiasi giorno nel piccolo della famiglia: disinteresse, qualche coccola, qualche schiaffo, affetto, impegni … . [+]

[+] lascia un commento a noia1 »
d'accordo?
vjarkiv giovedì 12 febbraio 2015
microcosmo familiare disfunzionale Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Miss Violence ovvero come rappresentare gli orrori di un microcosmo familiare disfunzionale. Il regista Alexandros Avranas (facente parte di quella sparuta rappresentanza di operatori del cinema ellenico) sceglie di accompagnare lo spettatore con una sceneggiatura essenziale ma affilata come la lama di un coltello ed una ambientazione claustrofobica che è l'appartamento-prigione dove la famiglia vive seguendo regole ben precise, dove le porte servono a nascondere l'indicibile, ma quando sono un ostacolo al potere assoluto del nonno-padre-padrone vengono divelte. L'incipit del film: il suicidio della figlia-nipote (?) al compimento dell'undicesimo compleanno fa subito capire che quello che vedremo sarà un "tutto in ordine, niente a posto". [+]

[+] lascia un commento a vjarkiv »
d'accordo?
wizzypizzy domenica 14 dicembre 2014
duro, al limite del pornografico ... Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
100%

Difficile arrivare al termine della visione ... a metà circa lo stomaco è sconbussolato e la sensibilità dello spettatore duramente messa alla prova ... Forse ha ottenuto il consenso della critica perchè è catartico... certo se quel tipo di aberrazione ti appartiene può essere catartico... Personalmente mi è mancata una qualsiasi mediazione artistica... quella cioè che dà senso al racconto dell'orrore ... Mi chiedo ancora quale potesse essere l'obiettivo, la spinta del regista ... fermo restando che di storie orribili, cupe, criminali ne siamo pieni ...

[+] lascia un commento a wizzypizzy »
d'accordo?
angelo umana martedì 19 agosto 2014
mister violence Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

 Diffidare di chi mette troppa cura nel sistemare il nodo alla cravatta, di chi si mostra oltremodo compassato e gentile fuori dalla famiglia, dell’uomo che non vuole che alcuna cosa gli sfugga di ciò che avviene in casa sua, dal controllo di quanti cornflakes  vengono consumati a che i nipotini (o figli?) svolgano tutti i compiti. Un uomo perfino ossessionato dal far riprendere una vita “normale” in famiglia dopo che la nipote Angeliki (o figlia?) undicenne si è lanciata dal balcone di casa nella festa del suo compleanno: sparisca la torta avanzata, spariscano i suoi vestiti e le sue cose. La famiglia è composta da quest’uomo ultracinquantenne, dalla moglie pure anziana, una che pare senza volontà e senza forza di reagire o che asseconda i comportamenti del marito, sovente con in mano il suo telecomando a guardare programmi sul mondo animale, dalla figlia Eleni di nuovo incinta (di mariti non v’è traccia), dai suoi due bambini rimasti e dalla sorella giovanissima e ribelle di Eleni. [+]

[+] lascia un commento a angelo umana »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Miss Violence | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | oz1984
  2° | nina-a
  3° | vooodoo
  4° | flyanto
  5° | geo poulidis
  6° | deborissimah
  7° | giugy3000
  8° | stefanob
  9° | matma
10° | marco michielis
11° | vjarkiv
12° | angelo umana
13° | guidobaldo maria riccardelli
14° | franci9292
15° | eleonora panzeri
16° | eugenio
17° | gianleo67
18° | andrea lade
19° | noia1
20° | stefanocapasso
Festival di Venezia (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 31 ottobre 2013
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità