L'Immortale

Acquista su Ibs.it   Dvd L'Immortale   Blu-Ray L'Immortale  
   
   
   
luigi chierico sabato 11 gennaio 2014
vendetta Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

La trama del film è nel titolo e nella frase di lancio, non c’è altro da raccontare. Non ho capito perché mai il film inizi con le note della Tosca “e lucevan le stelle” quando, a mio avviso, sarebbe stato molto più adeguato far ascoltare l’urlo di Rigoletto, pieno di rabbia :“sì vendetta tremenda vendetta”, anche perché pure nella vicenda del film vi sono dei cortigiani “vil razza dannata”. Nulla da eccepire sulla tecnica spettacolare delle corse, inseguimenti e fughe in auto e moto tra le popolate strade di una favolosa Marsiglia, sull’ottima interpretazione del sempre bravo J. Reno, sulla colonna sonora che fa ricorso a tanti brani musicali e di lirica; peccato che nessuno di quelli che devono morire possa gridare come Mario Cavaradossi: “muoio disperato” come lo si sente nel finale con la voce di Pavarotti. [+]

[+] lascia un commento a luigi chierico »
d'accordo?
paolo_89 martedì 19 febbraio 2013
grande impatto visivo, trama esile Valutazione 2 stelle su cinque
83%
No
17%

L’introduzione de L’immortale, muta e breve, traccia con chiarezza sufficiente la situazione narrativa di partenza del film e semina una buona dose di curiosità nello spettatore: un padre di famiglia di nome Charly Matteï viene crivellato di colpi in un parcheggio sotterraneo mentre il suo bambino aspetta che esca, sul marciapiede. La tecnica di ripresa, che accantona i movimenti fluidi nella scena della sparatoria per mostrare lo scontro con la macchina in spalla, stacchi veloci e alternanza tra ralenti e velocità normale, è anch’essa un’attrazione tecnica molto efficace; il trucco, poi, è cosi realistico da provocare repulsione, se si osserva lo stato in cui lo sventurato Charly è ridotto. [+]

[+] lascia un commento a paolo_89 »
d'accordo?
andrea giostra sabato 1 settembre 2012
la vendetta. Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Per chi ama il genere di cui è stato grandissimo maestro Sergio Leone, e oggi Quentin Tarantino, vedendo il film non avrà perso il suo tempo. Tradimento, vendetta, violenza, cinismo, potere, corruzione, sangue, morte e anche, perché no!, buoni sentimenti, vengono ben trattati, anche se alla francese. La trama del film riesce a ben catturare lo spettatore con un Jean Reno che ricorda parecchio il Leon di Luc Besson. Da vedere.

[+] lascia un commento a andrea giostra »
d'accordo?
pjmix martedì 17 gennaio 2012
un poliziesco abbastanza prevedibile Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

Non un gran film, probabilmente meglio il romanzo: il film risulta prevedibile nella sua linearità; Jean Reno viene colpito da circa una ventina di pallottole ( e sopravvive?? Impossibile!), non muore e cerca vendetta, andando a scovare uno per uno i suoi assassini. La prima cosa che viene in mente? Naturalmente Kill Bill; orchestrato nella stessa maniera ( dato che i suoi assassini erano anche i suoi vecchi compagni e amici), non rende allo stesso modo. Decisamente. Trama scontata fino agli ultimi 10 minuti, dove vengono un po' cambiate le regole del gioco. Ciò che probabilmente rimane di questo film, per chi ha ben ascoltato, è il discorso finale di Jean e lo scambio di battute tra lui e il suo grande "amico per la morte". [+]

[+] lascia un commento a pjmix »
d'accordo?
patrizia palmas venerdì 12 agosto 2011
grande jean reno!!!! Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Un personaggio che "romanticamente" lascia il segno. Un malandrino di quelli che piacciono alle donne! Un suo codice morale, che idealmente è (o sembra) giusto. Jean Reno sempre magistrale!!! Che bello essere uomo brutto e non più giovane così affascinante.... quando mai vedremo un film con una donna con tali caratteristiche fisiche???

[+] lascia un commento a patrizia palmas »
d'accordo?
kyotrix giovedì 31 marzo 2011
non male, carino Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Gangster movie d'azione. Buon aritmo, prende abbastanza. Nulla di innovativo o speciale, ma si lascia guardare volentieri.

[+] lascia un commento a kyotrix »
d'accordo?
ipno74 domenica 27 marzo 2011
il ritorno di un mafioso in pensione Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%


Quello che più colpisce di questo film è la fotografia e una regia veramente bella da vedere.
La trama è banale ma piacevole da seguire.
Reno, dopo una vita passata ad ammazzare gente, mette su famiglia e dice basta, ma i suoi vecchi amici - collaboratori, questa scelta non va bene e lo vogliono uccidere.
Lui sopravvive, ma gli rapiscono il figlio, ed inizia a vendicarsi.
Il tema della vendetta piace molto nei film, perchè, in fondo, tutti noi, se ci toccano qualcosa che amiamo vorremmo vendicarci.
Ecco perchè, i film che hanno una trama che urla vendetta piace sempre

[+] lascia un commento a ipno74 »
d'accordo?
ultimoboyscout martedì 8 marzo 2011
e materazzi? Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Gangster movie tipicamente francese, dal ritmo e dalle atmosfere chiaramente d'oltralpe, ed è un genere ed un modo di far film che adoro. Marsiglia si presta ad accogliere la storia e non è la prima volta che film di questo tipo vengono girati li. Premetto che la storia piace ma avrebbe potuto essere migliore, con personaggi migliori e meno stereotipati. Non è una sorpresa Jean Reno, è magnifico, col suo volto duro scolpito nella roccia. Chi stupisce è Kad Merad, più noto per film brillanti o commedie. La seconda parte del film è migliore, dinamica e più cruenta, alcune cose vengono chiarite a fronte di una prima più ragionata, più statica e più francese, che sa tanto di introduzione. [+]

[+] lascia un commento a ultimoboyscout »
d'accordo?
linodigianni lunedì 7 marzo 2011
il killer che perdona Valutazione 2 stelle su cinque
67%
No
33%

In questo film Jean Reno recita la parte che più gli riesce, il killer.
E' di nuovo protagonista, come in Leon, mitico film con Besson regista.
Ecco, appunto, manca Besson come regista, che sappia fare un montaggio
che, insieme alle musiche, faccia la differenza tra un qualunque noir, come questo,
e un bel film,con la forma del Noir e il contenuto della commedia.
Qui si assiste a una serie di morti, spari, qualche inseguimento,
come se si applicasse uno stanco copione ripetitivo.
Tutto il film lo tiene su Jean Reno, ma non può fare miracoli.
Consigliato solo ai fan dell'attore.

[+] lascia un commento a linodigianni »
d'accordo?
dario lunedì 7 marzo 2011
farraginoso Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

Non sa se condannare il crimine o se puntare alla redenzione. Marcia fra i due estremi su una gamba sola e raccatta piagnistei e macelleria allo stesso tempo. Reno sempre uguale. Bravo Merad. Regia inutilmente scoppiettante.  

[+] lascia un commento a dario »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
L'Immortale | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Luca Marra
Pubblico (per gradimento)
  1° | dano25
  2° | dario carta
  3° | paolo_89
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 5 novembre 2010
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità