Satantango

Un film di Béla Tarr. Con Peter Berling, Mihaly Vig, Putyi Horvath, Erika Bok Drammatico, b/n durata 450 min. - Ungheria, Germania, Svizzera 1993. Acquista »
   
   
   

Bela Tarr racconta il tempo e l'uomo. Valutazione 0 stelle su cinque

di slowfilm.splinder.com


Feedback: 11034 | altri commenti e recensioni di slowfilm.splinder.com
martedì 3 novembre 2009

Satantango è uno deli ultimi "classici" d'autore, come possono esserlo i film di Tarkovskij o di Bergman, opere senza tempo e senza luogo che dimostrano quanto il cinema possa essere enorme e quanto importante per lo spettatore. Satantango esalta tutte le possibilità del mezzo, con una ricerca visiva al servizio della descrizione e reinvenzione della realtà, con i pianisequenza, le carrellate, i primi piani e i campi lunghi, le sospensioni, gli incastri e ricorsi cronologici. Lo sguardo ipnotico del regista crea un mondo in cui immergersi e lasciarsi guidare, evita di dare un centro alla propria ricerca senza per questo rinunciare a raccontare delle storie. Le scene, in un bianco e nero dalla accuratezza fotografica, sono spesso lunghe diversi minuti, senza stacchi di montaggio: la macchina da presa si allontana dal soggetto umano per andare a cercare la pioggia, il muro scrostato, il campo vuoto, il dettaglio di un cuscino. Quel che vediamo in Satantango non è mai semplicemente un oggetto o una persona, ma un oggetto o una persona indagati dallo sguardo della camera; che ruota attorno a loro, penetra nei pensieri e nelle espressioni di un volto ricordandoci che ciò che è manifesto ed esplicito è solo una frazione di quel che dobbiamo cercare. Nella prima parte il mondo vive la sua ultima notte in attesa dell'apocalisse, ogni personaggio è colto nel trascorrere del suo tempo, misurato nelle gocce di pioggia, nello scandire dei secondi dato da un bicchiere ossessivamente dondolato su un tavolo di legno, nella contemplazione di uno spazio che diventa attesa solo perché osservato dal meccanismo cinematografico, necessariamente vivo. La storia è quella di alcuni contadini perduti nelle pianure ungheresi, che vengono a sapere del ritorno di Irimias e Petrina, due componenti della comunità che erano stati dati per morti. I riferimenti ad Irimias fanno subito di lui un personaggio temibile e magico, un furfante ed un profeta. Del tango il film ha la struttura, suddivisa in dodici movimenti, sei in avanti e sei all'indietro, che diventano movimenti sull'asse cronologico. Al centro la danza satanica, in cui i personaggi si riuniscono in un unico luogo, prima di dover rendere conto delle proprie azioni. Bela Tarr mostra come la forma possa essere il contenuto, come le scelte visive siano espressive e significative. Senza timore d'essere blasfemi si può dire che Tarr scolpisca il tempo così come Tarkovskij insegnava a fare. un appunto sul finale: la lunga scena centrale del tango segna la fine della prima metà del film e porta successivamente ad un mutamento di prospettiva, dal punto di vista narrativo, con l'arrivo di Irimias. Il suo ruolo non è chiarito del tutto, sostanzialmente risulta essere un "inviato" della polizia mandato ad invenstigare e manipolare gli abitanti del suo paese in funzione di una non meglio specificata missione. Qui i caratteri e le finalità più inquietanti di Irimias vanno a confondersi con un ruolo più terreno e burocratico. Questo è forse il passaggio in cui le vicende locali sono più influenti nella configurazione del racconto. Da un'intervista a Tarr una frase che sembra fondere i due piani, e ironicamente sottolineare l'universalità del suo lavoro: In SATANTANGO, Irimias, which means "Jeremiah," is a messiah. All messiahs are generally just ordinary spies. There may be luckier nations on the Earth which have regular messiahs. I don't know any, but I haven't landed on the moon yet. slowfilm.splinder.com

[+] lascia un commento a slowfilm.splinder.com »
Sei d'accordo con la recensione di slowfilm.splinder.com?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
71%
No
29%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di slowfilm.splinder.com:

Vedi tutti i commenti di slowfilm.splinder.com »
Satantango | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | dandy
  2° | slowfilm.splinder.com
  3° | noia1
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità