A 30 secondi dalla fine

Acquista su Ibs.it   Dvd A 30 secondi dalla fine   Blu-Ray A 30 secondi dalla fine  
Un film di Andrey Konchalovskiy. Con Jon Voight, Rebecca De Mornay, Eric Roberts, Kenneth McMillan, Stacey Pickren.
continua»
Titolo originale Runaway Train. Drammatico, durata 111 min. - USA 1985. MYMONETRO A 30 secondi dalla fine * * * - - valutazione media: 3,43 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
tot˛ martedý 7 giugno 2005
film capolavoro Valutazione 5 stelle su cinque
94%
No
6%

Grande film il pi¨ bello in questo genere. Povero di effetti speciali ma ricco di contenuto sentimentale e suspace.Eccellente interpretazione di Voight.Film per intenditori non per superficiali alla ricerca di effetti hollivudiani. Unico!

[+] prima di criticare (di luca2012)
[+] lascia un commento a tot˛ »
d'accordo?
kronos martedý 5 ottobre 2010
vigoroso, rigoroso, epico Valutazione 4 stelle su cinque
96%
No
4%

E' una delle pellicole pi¨ vigorose e memorabili degli anni '80, ma gode di un culto inferiore al dovuto: capita anche ai grandi film. Di certo l'esule russo Konchalovsky ha inserito nel tessuto di un tipico action film statunitense un'estetica, una filosofia nordica che nobilita il tutto a livelli omerici. L'odissea ferroviaria nel nulla degli spazi infiniti dell'Alaska assume evidenti valenze simboliche e il finale, davvero straordinario, Ŕ tra i pi¨ belli ed emozionanti che mi sia capitato vedere. Rilevanti anche le sequenze carcerarie della prima mezz'ora: al confronto le rivolte degli omologhi contemporanei (vedasi Cella 211) sono roba per educande. Assolutamente da vedere.

[+] lascia un commento a kronos »
d'accordo?
sergente hartman sabato 21 marzo 2009
no,sono un essere umano che Ŕ molto peggio Valutazione 5 stelle su cinque
89%
No
11%

jon voight Ŕ un detenuto oramai divenuto celebre fra gli altri carcerati e rispettato e amato da tutti nel carcere piu rigido e intransigente degli usa situato nella fredda e solitaria alaska .cosi insieme ad un suo beniamino che lo idolatrava riesce a fuggire dopo varie vicessitudini.i due decidono di prendere il treno come loro strumento per raggiungere la libertÓ e fuggire da quell'inferno ghiacciato.tuttavia il macchinista del treno ha un infarto e muore ,cosi il treno continua la sua corsa attraverso le desolate e spettrali foreste dell'alaska invernale (paesaggi superbi e spettacolari inquadrature) .fra i due si instaura un rapporto di profonda amicizia nonostante abbiano caratteri completamente diversi :il giovane buck ha un carattere aperto e socievole mentre manny Ŕ un vecchio burbero e silenzioso e. [+]

[+] lascia un commento a sergente hartman »
d'accordo?
taras bulba lunedý 30 luglio 2007
bellissimo ! Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Bellissimo film, crudo, con pochissime concessioni ai sentimenti ma poetico nello stesso tempo, profondo, avvincente e pieno di suspense,

[+] lascia un commento a taras bulba »
d'accordo?
gustibus martedý 2 maggio 2017
inferno e liberta' di vivere Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Sicuramente "Runaway train" il titolo originale..e'un pugno nello stomaco..Sinceramente non si puo'tifare per il direttore del carcere in alaska.. Peggio di una iena..pero'non si puo'applaudire per delinquenti che hanno decine di anni di prigione...e la fine del film non mette d'accordo niente di tutto questo.Da unao scritto di Akira Kurosawa esce questo bellissimo racconto di lotta nel profondo dell'anima..una lotta di cattivi che porta ad applaudire Manny..un bravissimo jon voight meritevole di oscar!..Film che col passare dei minuti diventa di un intensita'che coinvolge merito del regista..Visione molto impegnativa eh! Qui non si "pettinano le bambole". [+]

[+] lascia un commento a gustibus »
d'accordo?
vic fontaine venerdý 20 dicembre 2013
un capolavoro di rara intensitÓ Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

"A trenta secondi dalla fine" di Andrej Konchalovskij non è il solito film carcerario dai classici cliché hollywoodiani: in esso si parla di fuga, di dignità umana, del destino cinico e baro che fa scegliere all'evaso Manny (un titanico e stratosferico Jon Voight) proprio un treno il cui macchinista morirà di infarto al momento della partenza. Le inquadrature del treno in corsa in mezzo ai ghiacciai dell'Alaska sono splendide, piene di un rispetto tipicamente russo per il bianco della neve e dei ghiacci. Il rapporto tra i due è estremamente significativo: Buck vede in Manny una sorta di idolo e tenta di compiacerlo in ogni modo; Manny però non lo tratta da pari a pari, ma anzi lo rimprovera in modo quanto mai burbero impartendogli anche spicce lezioni di vita, fino a minare la sconfinata ammirazione che il giovane e un po' sbruffoncello compagno di evasione nutre per lui. [+]

[+] lascia un commento a vic fontaine »
d'accordo?
nigatto lunedý 15 maggio 2017
caccia all'uomo a qualsiasi costo Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

«Anche la belva più feroce mostra un briciolo di pietà, ma io non ne ho alcuno, quindi non sono una belva»
E’ una citazione di William Shakespeare che il regista sovietico traduce in questo modo, in un breve dialogo tra i due protagonisti del film: «Sei una bestia, NO!!! un essere umano che è molto peggio…
Un’evasione rocambolesca da un carcere di massima sicurezza che si conclude su un treno in fuga, senza macchinista, tra i ghiacci e il freddo polare dell’Alaska.
Sulle tracce dei fuggitivi si mette il direttore del carcere, persona ostinata e restia a qualsiasi programma di recupero dei detenuti.
Le scenografie sono il punto di forza di questo film che assicura emozioni e suspense. [+]

[+] da vedere (di s.moon)
[+] lascia un commento a nigatto »
d'accordo?
paolp78 sabato 6 agosto 2022
non solo azione Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Secondo film hollywoodiano del sovietico Andrej Končalovskij che si cimenta in un film d’azione con personaggi rudi e atmosfere aspre tra le nevi dell’Alaska, ma con anche la capacità di introdurre riflessioni impegnative per chi ha la capacità di coglierle.
Come classicamente avviene in opere di questo genere, anche questa pellicola presenta molte sequenze spettacolari, tecnicamente molto ben realizzate dall’autore sovietico, che ne fa risaltare il carattere fortemente adrenalinico, accontentando così il grande pubblico.
Oltre alle peripezie varie che caratterizzano i film di questo tipo, Končalovskij riesce a tratteggiare in modo molto interessante il personaggio del protagonista, un antieroe tutt’altro che accattivante, interpretato stupendamente da un grande Jon Voight, che grazie ad un efficacissimo trucco risulta perfetto per la parte. [+]

[+] lascia un commento a paolp78 »
d'accordo?
antoniopagano martedý 6 febbraio 2018
elicottero vs treno Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

 Andrej Koncalowskij riprende un soggetto di Akira Kurosawa e ne viene fuori un action movie con qualche pecca. Due detenuti, lo schizzato Manny (Jon Voight) ed il verboso Buck (Eric Roberts), evadono dal carcere di massima sicurezza di Stonehaven immerso nei ghiacci e nella bruma dell’Alaska. Quale mezzo migliore di un treno per allontanarsi il più possibile e in fretta? Del resto, sarà pur vero che un viaggio in treno è sempre un’evasione. Infatti i due montano clandestinamente su un treno formato da quattro locomotori diesel in composizione. Il diavolo ci mette la coda perché il macchinista, ignaro e sfortunato, viene colto da infarto: poco prima di morire aziona il freno di emergenza che, però, va in avaria. [+]

[+] lascia un commento a antoniopagano »
d'accordo?
mon56 sabato 19 febbraio 2011
spassoso Valutazione 1 stelle su cinque
12%
No
88%

Inguardabile, a meno che non si valutino gli involontari risvolti comici. Da ridere, infatti, sia le scene riguardanti l'evasione, sia la serie infinita di disavventure - degne del miglior fantozzi - sul treno. Per non parlare degli esilaranti personaggi: il direttore del carcere!! Il cattivone che si redime uccidendosi con lui!!! la donna, a cui il giovane evaso dice per prima cosa "ci facciamo una bella scopata"; che il cattivone insulta e mena; che i geni alla stazione trattano come fosse l'ultima rimbambita sulla faccia della terra; e lei che fa? Dopo 6 minuti - e ribadisco 6 - si butta fra le braccia del bel giovinastro, giÓ bell'e cotta!!!!! Forse che, oltre a essere totalmente idiota, sia anche un film un po' maschilista. [+]

[+] bah (di giangibari)
[+] giÓ, forse tu sai volare ... (di vic fontaine)
[+] mah! (di contrammiraglio)
[+] lascia un commento a mon56 »
d'accordo?
A 30 secondi dalla fine | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1░ | tot˛
  2░ | kronos
  3░ | sergente hartman
  4░ | taras bulba
  5░ | gustibus
  6░ | nigatto
  7░ | vic fontaine
  8░ | paolp78
  9░ | antoniopagano
10░ | mon56
Premio Oscar (3)
Golden Globes (4)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità