Eraserhead - La mente che cancella

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Eraserhead - La mente che cancella   Dvd Eraserhead - La mente che cancella   Blu-Ray Eraserhead - La mente che cancella  
Un film di David Lynch. Con Jack Nance, Charlotte Stewart, Jean Lange, Judith Roberts, Jeanne Bates.
continua»
Titolo originale Eraserhead. Horror, Ratings: Kids+13, b/n durata 90 min. - USA 1977. - Cineteca di Bologna uscita lunedý 4 settembre 2017. MYMONETRO Eraserhead - La mente che cancella * * * 1/2 - valutazione media: 3,99 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

La rimozione come critica sociale Valutazione 5 stelle su cinque

di TheCowboy


Feedback: 0
domenica 1 gennaio 2012

Di fronte a un lavoro di Lynch generalmente tendono a sprecarsi analisi e commenti in senso non-interpretativo, come se la lettura mediata dell'opera dovesse necessariamente prevaricare e sovrapporsi a quella immediata risultando in una sostanziale indicibilitÓ dell'opera stessa. La tentazione - non v'Ŕ dubbio - viene quasi spontanea, trattasi in fondo di opera di confine, un frullato di affreschi surrealisti, espressionisti, astrattisti; ma indicibilitÓ contenutistica mediata significa purtroppo, necessariamente, privazione del contenuto primo, sostanziale e non meramente formale, dell'arte in oggetto. Urge allora in senso correttivo una buona iniezione di coraggio, di approccio "totale" alle immagini, e non solo all'immagine. Ragionando senza pregiudizi, Eraserhead ha una trama sufficientemente definita e un relativo contenuto sostanziale altrettanto definito, e per coglierli appieno Ŕ sufficiente separare i piani di lettura e interpretarne le allegorie. Due gli snodi fondamentali. Punto primo: il feto e l'"uomo della leva" (sorta di Demiurgo, di coscienza cerebrale meccanica) non esistono. Sono la stessa persona, ossia il protagonista: il feto come logos primordiale Ŕ generato dalla bocca di Henry (sequenza iniziale), col supporto - appunto - "meccanico" del Demiurgo. Lo si evince chiaramente in scene successive, in particolare quella trasfigurazione di Henry nel feto e quella dell'uccisione del feto stesso: le pustole e il liquido che ne fuoriesce sono gli stessi che troviamo sull'epidermide del Demiurgo; e il feto deforme altro non Ŕ che la (propria) proiezione del nevrotico Henry nella societÓ in cui Ŕ inserito. La proiezione ha un effetto limitante nella sua esistenza: il feto Ŕ un elemento di disturbo in ambito sessuale(piange durante l'atto carnale con la vicina - peraltro meramente onirico come suggerisce lo sprofondamento successivo, destinazione inconscio - e lo schernisce quando ella si accompagna ad un altro uomo), nei rapporti sociali (compagna), nella vita quotidiana(insonnia). Punto secondo: il teatrino contenuto nel radiatore Ŕ in concreto l'inconscio del protagonista, e in esso troviamo il suo es (la ragazza sfigurata). Solo lý Henry trova il "paradiso", solo lý la sua nevrosi si placa: tutto Ŕ ok, anche il suo essere "feto deforme", c'Ŕ un riscatto sessuale (la ragazza che "pesta" gli spermatozoi giganti), fino all'estrema conseguenza della rimozione totale, non di un ricordo bensý del proprio io-cosciente (l'allegoria della testa mozzata e delle gomme per matite: mente che cancella, mente che rimuove). Henry Spencer, intrappolato in una societÓ industriale-capitalistica alienante (il padre della compagna che ha passato la vita a cambiare tubi), chiuso nel proprio antro (la finestra murata, al confine col super-io) laddove fuori vige un individualismo competitivo che porta due soggetti ad aggredirsi fisicamente(unica scena che egli riesce ad osservare dalla finestra), uccide se stesso, la sua raffigurazione sociale, il feto deforme (torna il Demiurgo che aziona le leve, rompe l'asteroide-cervello), per trovare rifugio nell'unico luogo che pu˛ fornirglielo: la sua mente, il suo paradiso. E' una societÓ che genera mostri, nevrosi e alieni, che conduce all'annullamento-appiattimento dell'essere, che porta inesorabilmente a cancellare se stessi e trovare rifugio in un non-luogo. E gli espedienti narrativi e formali di Lynch contribuiscono a rendere questa veritÓ terribilmente... reale.

[+] lascia un commento a thecowboy »
Sei d'accordo con la recensione di TheCowboy?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
94%
No
6%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Eraserhead - La mente che cancella | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Rudy Salvagnini
Pubblico (per gradimento)
  1░ | thecowboy
  2░ | pietro
  3░ | andystat
  4░ | piernelweb
  5░ | il cinefilo
  6░ | iosonoleggenda691
  7░ | lerbaster
  8░ | odisseus
  9░ | fedeleto
10░ | reservoir dogs
11░ | giuseppe
12░ | henryspencer
13░ | critichetti
14░ | iuriv
15░ | inesperto
16░ | taniamarina
17░ | paride86
18░ | mascolo
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità