Libere disobbedienti innamorate - In Between

Acquista su Ibs.it   Dvd Libere disobbedienti innamorate - In Between   Blu-Ray Libere disobbedienti innamorate - In Between  
Un film di Maysaloun Hamoud. Con Mouna Hawa, Sana Jammelieh, Shaden Kanboura, Mahmud Shalaby, Riyad Sliman Titolo originale Bar Bahar. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 96 min. - Israele, Francia 2016. - Tucker Film uscita giovedì 6 aprile 2017. MYMONETRO Libere disobbedienti innamorate - In Between * * * - - valutazione media: 3,40 su 24 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
zarar venerdì 21 aprile 2017
la forza delle donne Valutazione 3 stelle su cinque
82%
No
18%

Film apertamente femminista, elementare nel disegno, ma pieno di energia, empatia, passione, costruito intorno a tre ragazze palestinesi che condividono un appartamento a Tel Aviv.  La regista palestinese Maysaloun Hamoud, al suo esordio,  si riconosce debitrice di Almodovar e in effetti nel film si ritrova lo scatto, la determinazione, il dialogo deciso, i colori forti del regista spagnolo. Ma qui c’è meno simbolismo, meno design futurista, un più forte impatto di realtà, una maggiore concessione al pathos che sta sotto a scelte decisive, rivoluzionarie. L’ambiente in cui vivono le protagoniste è problematico non solo per motivi politici, che qui non sono al centro dell’attenzione, ma per una coesistenza paradossale di  mondi antitetici, apparentemente incompatibili. [+]

[+] lascia un commento a zarar »
d'accordo?
adelio mercoledì 6 dicembre 2017
3 donne, 3 religioni, 1 solo maschio Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Tre ragazze, tre donne, tre religioni monoteiste sullo sfondo un’antica idea di un Israele che identifichiamo con Gerusalemme e una nuova realtà vissuta dalle giovani generazioni in una Tel Aviv moderna e materialista.
Un racconto di tre donne la cui condizione nasce da radici profonde, culturalmente molto diverse, ma che tutte hanno il limite della supremazia maschile e della chiusura totale nei confronti di temi quali la convivenza, l’omossesualità, la parità della donna, la sua professionalità e la sua autosufficienza economica.
Un mondo maschile che ne esce rotto, se non completamente ridicolizzato, invischiato in dogmi religiosi convenienti solo ai propri fini, osservante regole sociali valide solo per il pubblico giudizio, moralità dimenticate nel mondo privato. [+]

[+] la catarsi è un bagno nel mare (di adelio)
[+] lascia un commento a adelio »
d'accordo?
zoomecontrozoom lunedì 10 aprile 2017
ognuno stia alle regole del proprio ovile Valutazione 3 stelle su cinque
64%
No
36%

Il fermo immagine col quale si chiude il film, non è, come lo era per “Thelma & Louise”, liricamente sospeso in quell’unico millesimo possibile di felicità nell’avventura della vita, ma
è il “punto e a capo”, quello che si deve mettere quando, fatte delle esperienze importanti, avendo imparato come funzionano le cose, si può ricominciare. Diversamente.
Le tre giovani hanno questa possibilità, dato che invece di essere con il F.I. sospese sopra un baratro, stanno semplicemente sedute su di un muretto ed hanno di conseguenza come ipotetica proiezione, la possibilità di vivere ancora. La domanda che pone questo racconto di tre giovani vite che devono ancora spaziare nel mondo, la domanda è: ma come si può vivere, conoscendo l’ineluttabilità dei limiti della propria libertà ?
Le attitudini, o tendenze affettive ed esistenziali delle tre donne, non sono una scoperta sconvolgente, di sconvolgente in questo racconto, non c’è nulla di sconosciuto o che non succeda altrove, è solo la corrente che percorre il filo spinato dell’ovile, che è diversa, ma diversa in ogni luogo a seconda della “caratterialità” di uomini e donne, persone, che hanno plasmato e costruito nei tempi, il proprio Paese. [+]

[+] lascia un commento a zoomecontrozoom »
d'accordo?
andilento sabato 20 maggio 2017
l'avvocato di tel aviv Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Leila spegne l'ennesima sigaretta, si veste, si trucca. Le luci sono sempre soffuse, nella casa, non capisci se sia mattina o sera finché non vedi che dopo essersi ripassata un rossetto più rosso del sangue afferra una borsa da ufficio. Una borsa da avvocato, scopriremo poi, quando commenterà con un collega l'esito dell'udienza davanti al tribunale, aspirando l'ennesima sigaretta. Più che da una causa, sembra reduce da un agguato, la grinta è la stessa, molto simile a quella dell'intrigante Salma, la coinquilina dj. La terza donna, quella succube, non subisce la violenza di un uomo, ma la violenza di un musulmano. [+]

[+] lascia un commento a andilento »
d'accordo?
mauriziomeres martedì 11 aprile 2017
la voglia di libertà Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Bellissimo ritratto esistenziale di tre ragazze palestinesi, vivono in una Tel Aviv trasgressiva e sopratutto fin troppo libera nei costumi di un islamismo integralista,ma sicuramente aperta al libero pensiero, differenti caratterialmente l'una dall'altra, ma profondamente coinvolte in una libera amicizia e soprattutto in un aiuto reciproco,essendo di fede Islamica ognuna di loro porta con se situazioni famigliari,ancorate nel rispetto della loro fede religiosa.
Ottimo esordio della regista Ungherese,Maysaloun Hamoud,attenta, scrupolosa, con molto tatto riesce ad evidenziare tutte le contraddizioni che in qualsiasi religione emergono nella loro interpretazione, ma capace anche di far uscire quello che ogni essere umano possiede nel profondo dell'anima,amore e comprensione. [+]

[+] lascia un commento a mauriziomeres »
d'accordo?
vanessa zarastro giovedì 4 maggio 2017
“né qui né altrove” Valutazione 3 stelle su cinque
75%
No
25%

La realtà di donne arabe in Israele è difficilmente raccontata. Ancora meno nel cinema mediorientale si vedono storie di ragazze che vogliono sentirsi dinamiche e brillanti e vivere all’occidentale, distaccandosi del tutto o in parte, dalla cultura dominante.
Libere, disobbedienti, innamorate – in beteewn è un film in cuisi vede che la regia è di una donna. Le figure delle tre ragazze che condividono una casa a Tel Aviv sono trattate con grande attenzione così come i loro rapporti genitoriali che sono molto difficili.
Le tre roommates hanno vite molto diverse: una è di Taybe, due vengono dal distretto di Haifa. [+]

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
d'accordo?
alice88 venerdì 7 aprile 2017
quello che le donne... dicono Valutazione 5 stelle su cinque
60%
No
40%

Film battagliero e, al tempo stesso, capace di grazia e leggerezza, "Libere, disobbedienti e innamorate" è sicuramente la grande rivelazione di questa stagione cinematografica. Un'opera prima che, sotto il segno del girl power, parla di amicizia e di indipendenza femminile, senza cadere negli stereotipi e nella retorica. Si ride, si sorride, ci si commuove, ci si indigna: insomma, l'esordio di Maysaloun Hamoud colpisce al cuore e allo stomaco, facendoti uscire dalla sala con la certezza di aver visto un film davvero importante.

[+] lascia un commento a alice88 »
d'accordo?
flyanto lunedì 10 aprile 2017
tre donne emancipate contro una società retrogada Valutazione 3 stelle su cinque
60%
No
40%

 Già dal titolo (sia quello italiano "Libere, Disobbedienti, Innamorate", che inglese "In Between" ed israeliano la cui traduzione più o meno è "Tra Terra e Mare") si evince che si sta ad indicare una posizione 'di mezzo', non definita e, comunque, in contrapposizione con quella 'ufficiale' prestabilita e consentita.

E le tre giovani donne palestinesi protagoniste della suddetta pellicola cinematografica, abitanti nella città di Tel Aviv, costituiscono l'esempio lampante di questa condizione di contrapposizione ad un modello standard fortemente radicato nella cultura e nell'ambiente in cui vivono. [+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
lapo10 mercoledì 13 dicembre 2017
tre donne diverse, un unico destino Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Dopo averlo inseguito parecchio sono riuscito a vedere il bel film di Maysaloun Hamoud sul grande schermo. Girato quasi sempre nella notte di Tel Aviv il film ci racconta di tre ragazze palestinesi che hanno due sole cose in comune: l'appartamento in cui vivono e il destino comune. Già, perché Noor, Salma e Leila non potrebbero essere più diverse tra loro per estrazione sociale, religione, provenienza, istruzione e libertà. Noor è una giovane studentessa promessa sposa a Wissam e appartiene al mondo dell'ortodossia Islamica.
Salma è avvocato di successo ed ha abbandonato il paese per raggiungere il proprio obiettivo, non senza conflitti e sacrifici. Veste e vive all'Occidente e questo rende problematico il suo rapporto con Ziad. [+]

[+] lascia un commento a lapo10 »
d'accordo?
citri martedì 2 maggio 2017
fregate Valutazione 1 stelle su cinque
14%
No
86%

Lasciate ogni speranza voi ch’entrate.
28 Aprile 2017 – Flavia Lepre

Fregate

Questo titolo preparerebbe meglio la/o spettatrice/ore al messaggio finale del film “Libere disobbedienti innamorate”, di Maysaloun Hamoud.


Non c’è da dubitare delle intenzioni “femministe” della regista palestinese, nata a Budapest e cresciuta e vivente in Israele. Certo, ma solo se si tratta di un “femminismo” strettamente emancipazionista, perché il film con una qualche liberazione non c’entra niente. Ed è sorprendente l’entusiasmo che esso ha suscitato in alcune. L’uso delle varie dimensioni del personale-politico è e resta uno strumento nella battaglia culturale e sociale, in alcuni casi per l’ampliamento di orizzonti angusti, in altri per la conquista di consensi. [+]

[+] basta fare un giro su fb (di burtlancaster)
[+] lascia un commento a citri »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Libere disobbedienti innamorate - In Between | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Toronto (1)
San Sebastian (1)
Haifa Film Festival (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 6 aprile 2017
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 7 sale cinematografiche:
Showtime
  3 | Emilia Romagna
  1 | Liguria
  2 | Lombardia
  1 | Veneto
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 13 aprile
Burraco fatale
Genesis 2.0
martedì 23 marzo
Easy Living - La vita facile
giovedì 18 marzo
I predatori
martedì 9 marzo
Waiting for the Barbarians
Tuttinsieme
martedì 23 febbraio
Le sorelle Macaluso
La volta buona
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità