Medianeras - Innamorarsi a Buenos Aires

Acquista su Ibs.it   Dvd Medianeras - Innamorarsi a Buenos Aires   Blu-Ray Medianeras - Innamorarsi a Buenos Aires  
Un film di Gustavo Taretto. Con Pilar Lˇpez de Ayala, Javier Drolas, InÚs Efron, Carla Peterson, Rafael Ferro.
continua»
Titolo originale Medianeras. Commedia sentimentale, durata 95 min. - Argentina, Spagna, Germania 2011. - Bolero Film uscita giovedý 2 ottobre 2014. MYMONETRO Medianeras - Innamorarsi a Buenos Aires * * * - - valutazione media: 3,18 su 16 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
andrea alesci martedý 9 febbraio 2016
la vita oltre quelle pareti cieche Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Siamo tutti in cerca di un ordine. Di un’architettura che renda sopportabili le nostre oscurità, antidoto al caos urbano di città sregolate come Buenos Aires. Di una “città dell’aria buona” che in realtà opprime chi ci abita, stritolandone le più deboli cellule nel suo accumulo caotico di edifici l’uno accanto all’altro.
 
Gustavo Taretto ci porta nel cuore di questo disordine, e lo fa con la storia di due giovani solitudini, ciascuna incapsulata nel proprio appartamento-scatola-di-scarpe e avvolta da una pellicola di fobie: il web designer Martin (Javier Drolas) e l’aspirante-architetto-allestitrice-di-vetrine Mariana (Pilar López de Ayala). [+]

[+] lascia un commento a andrea alesci »
d'accordo?
andrea alesci martedý 9 febbraio 2016
la vita oltre quelle pareti cieche Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Siamo tutti in cerca di un ordine. Di un’architettura che renda sopportabili le nostre oscurità, antidoto al caos urbano di città sregolate come Buenos Aires. Di una “città dell’aria buona” che in realtà opprime chi ci abita, stritolandone le più deboli cellule nel suo accumulo caotico di edifici l’uno accanto all’altro.
 
Gustavo Taretto ci porta nel cuore di questo disordine, e lo fa con la storia di due giovani solitudini, ciascuna incapsulata nel proprio appartamento-scatola-di-scarpe e avvolta da una pellicola di fobie: il web designer Martin (Javier Drolas) e l’aspirante-architetto-allestitrice-di-vetrine Mariana (Pilar López de Ayala). [+]

[+] lascia un commento a andrea alesci »
d'accordo?
no_data mercoledý 20 maggio 2015
bel film Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Un bel film, piacevole da vedere e realistico: mette in evidenza la solitudine dei giovani nelle grandi cittÓ. Consigliata la visione.

[+] lascia un commento a no_data »
d'accordo?
liuk! mercoledý 18 febbraio 2015
si salva solo il finale Valutazione 2 stelle su cinque
50%
No
50%

Cittá triste, personaggi tristi, dialoghi tristi. Una pellicola che trasuda depressione da tutti i pori.
Ma si salva nel finale.. Un secondo di felicitá e di positivitá. Meno male!

[+] lascia un commento a liuk! »
d'accordo?
stefano capasso venerdý 13 febbraio 2015
l'importanza dei sogni Valutazione 3 stelle su cinque
60%
No
40%

Martin e Mariana vivono a Buenos Aires in quei monolocali chiamati “scatola di scarpe”. Web designer lui, architetto (“che non ha mai progettato nulla”) lei vivono appieno le nevrosi e la solitudine dell’era moderna caratterizzata dalla crisi economica e dalla presenza massiccia di internet. Vivono in due edifici adiacenti, si incrociano più volte, dal vivo e in chat, condividono abitudini ed emozioni eppure non si incontrano mai. Entrambi collezionano incontri poco significativi che alimentano il loro senso di solitudine e la loro frustrazione. Fin quando un giorno Mariana, affacciata dal decimo piano della sua abitazione, riconosce Martin perché indossa la stessa maglia di Wally, il personaggio che lei continuamente cerca nella folla sterminata del disegno che rappresenta il suo gioco preferito. [+]

[+] lascia un commento a stefano capasso »
d'accordo?
astromelia mercoledý 29 ottobre 2014
film riuscito Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

scenografia molto belle,sopratutto il tour della cittÓ,nella sua semplicitÓ un film che insegna,storie dei nostri giorni tra difficoltÓ oggettive e soggettive,il racconto Ŕ essenziale ma vero,ottimo cast,finalmente qualcosa di diverso dalle solite commedie,un bravo al regista...

[+] lascia un commento a astromelia »
d'accordo?
veritasxxx martedý 28 ottobre 2014
buenos aires diventa cool Valutazione 4 stelle su cinque
88%
No
13%

Gustavo Taretto, alla sua prima prova registica e da sceneggiatore, sviluppa in formato esteso il soggetto di un cortometraggio da lui realizzato nel 2005 e ci racconta la storia di due solitudini in una Buenos Aires dalla crescita incontrollata e disordinata come le vite dei protagonisti. Lui programmatore web depresso e agorafobico (Javier Drolas, già visto nel corto originale), lei vetrinista per sopravvivenza con la fobia degli ascensori. La storia della cinematografia degli esordi è costellata di storie di personaggi buffi e con le idee poco chiare riguardo al loro futuro. Grazie a Dio perlomeno non sono i soliti americani con le loro smanie di riscatto sociale e tutti concentrati su se stessi e sulla scuola serale per ottenere quel pezzo di carta che gli aprirà le porte del successo. [+]

[+] lascia un commento a veritasxxx »
d'accordo?
francesca50 martedý 14 ottobre 2014
prevalentemente noioso Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

La mancanza di dialoghi rende il film noioso. Mi sono addormentata o quasi. Non dico altro...

[+] lascia un commento a francesca50 »
d'accordo?
flyanto lunedý 6 ottobre 2014
la solitudine e le nevrosi in una grande cittÓ Valutazione 4 stelle su cinque
56%
No
44%

Film che racconta lo stanco trascinarsi delle giornate di due giovani, un uomo ed una donna, peraltro nevrotici, i quali vivono in solitudine dopo essere stati entrambi abbandonati sentimentalmente. Dopo tanto smarrimento essi riusciranno finalmente a reagire ed a trovare se stessi, pronti per una nuova storia d'amore.
[+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
maurizio meres domenica 5 ottobre 2014
affacciarsi da una finestra Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Interessantissimo film dove i pensieri e i sogni di due giovani non giovanissimi rispecchia lo stato sociale ,il disagio nella difficoltà di comunicazione ,la speranza di una vita migliore è la voglia di amare ,in una confusa e distratta Buenos Aires,bellissime le scene iniziali dove lo spettatore viene catapultato in un tour della città da farlo sembrare una lezione di urbanistica,mi  domando il web riesce ad aiutare l'esistenza delle persone? Chissà forse bisognerebbe fare un viaggio nel passato con l'attuale mentalità e vedere se è meglio un click o la frase usciamo insieme oggi. [+]

[+] lascia un commento a maurizio meres »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Medianeras - Innamorarsi a Buenos Aires | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Roberta Montella
Pubblico (per gradimento)
  1░ | veritasxxx
  2░ | flyanto
  3░ | stefano capasso
  4░ | andrea alesci
  5░ | andrea alesci
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 2 ottobre 2014
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità