La classe - Entre les murs

Acquista su Ibs.it   Dvd La classe - Entre les murs   Blu-Ray La classe - Entre les murs  
Un film di Laurent Cantet. Con François Bégaudeau, Nassim Amrabt, Laura Baquela, Cherif Bounaïdja Rachedi, Juliette Demaille.
continua»
Titolo originale Entre les murs. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 128 min. - Francia 2008. - Mikado uscita venerdì 10 ottobre 2008. MYMONETRO La classe - Entre les murs * * * - - valutazione media: 3,46 su 98 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

Occasione persa Valutazione 2 stelle su cinque

di Broono


Feedback: 0
venerdì 24 ottobre 2008

Se l’intento del film è quello di trasferire il senso di mancanza d’aria che l’assedio subìto dai professori da parte degli studenti difficili genera tra le mura di una classe, l’obiettivo è centrato fin dall’inizio. Un film stancante già nei primi minuti, stancante per l’interminabile lunghezza delle sequenze che raccontano i duelli tra chi vuole spiegare e chi non vuole capire, lunghezza volutamente protratta proprio per attaccare allo spettatore la sensazione di assedio al quale i professori sono sottoposti quando i ragazzi si impegnano nell’unica attività che sembra loro naturale: l’impedire la fluidità di un discorso, necessaria per trasferire un concetto didattico nel suo intero necessario percorso che va dall’esposizione di una tesi alla sua dimostrazione. Stancante perché per tutta la durata del film si vorrebbe entrare in classe e reagire, punire, zittire, permettere il proseguire della lezione ma senza poterlo fare e riuscendo quindi solo a vivere istintivamente quello stesso non poterlo fare che il film vuole descrivere come condizione precisa dei professori di scuole così difficili. Se l’intento del film è raccontare quest’impotenza, ci riesce fin dalla prima lunga sequenza, che è poi il modello di situazione che fa da matrice a tutte le sequenze successive, perché la si vive trasferita sulla propria pelle di spettatore che vorrebbe far qualcosa per far progredire il film verso un livello di approfondimento successivo, senza riuscirci. Colpisce l’assenza di insegnanti di colore, in una nazione nella quale un cittadino su tre è di colore anche e soprattutto tra i cittadini che ce l’hanno fatta, caratteristica individuabile solo tra i ragazzi. Colpisce perché impone alla mente il solito stereotipo, lontano dalla realtà della società francese nella quale l’integrazione è ben più avanzata, che vede chi ce l’ha fatta avere tratti somatici così ‘bianchi’ da apparire a tratti un collegio docenti irlandese e chi vive situazioni di degrado essere sempre di colore con catena d’oro al collo. Si sa che gli studenti sono reali studenti e i professori reali professori. Viene quindi da chiedersi se sia da rivedere il proprio positivo giudizio sull’integrazione francese o se sia stata operata una selezione del cast che si è dimenticata che uno degli obiettivi di questi film è, o dovrebbe essere, l’evitare di portare ancora e ancora avanti questo cliché del nero catena d’oro- teppista/bianco idealista-professore: obiettivo mancato. Un film che lascia la stessa sensazione che si ha guardando film come “Il cacciatore di aquiloni”, quei film che si trovano tra le mani un materiale plasmabile all’infinito in mille combinazioni diverse ma che si ferma all’uso di quel materiale al livello elementare richiesto per trasferire concetti già noti a chi sceglie di vedere il film. Né è esempio la dichiarazione finale della studentessa che comunica al professore la sua paura di andare alle scuole dei grandi. Sedendosi in sala per guardare un film sui giovani, la presenza tra quei ragazzi di una percentuale di ‘impauriti dal salto tra i grandi’ è cosa nota perché caratteristica appartenente al momento stesso dell’età di qualsiasi quattordicenne, non serve venga comunicata; ci si aspetta quindi che quella dichiarazione sia il lancio verso un’analisi di quella paura e invece è semplicemente la comunicazione di ciò che appunto è cosa già nota, che tra i ragazzi vi è la paura di crescere: materiale ottimo per partire, lasciato colpevolmente inerte. Infine bast

[+] lascia un commento a broono »
Sei d'accordo con la recensione di Broono?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
47%
No
53%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
marchetti86 venerdì 21 novembre 2008
interessante analisi
46%
No
54%

Mi congratulo per l'acutezza penetrante dell'analisi da te condotta. Concordo in pratica su tutto. Aggiungerei una cosa: la figura del professore è sì emblematica di una rappresentazione stereotipata dell'insegnamento come missione, ma c'è anche da dire (e su questo il film fallisce miseramente) che quel tipo di insegnamento viene praticato nelle scuole italiane da almeno dieci anni. E la scuola italiana è ormai a quel livello di degrado. Quell'insegnante è un irresonsabile. Dà una regola, e subito prevede almeno tre eccezioni. Dice di fare una cosa e poi permette che non venga fatta. Non è così che si educano dei ragazzi che definire scimmie antropomorfe sarebbe un complimento. Quando io ero alle scuole medie avevo dei professori che si incazzavano e punivano tutti i giorni, eppure io mi sono laureato con voti alti senza mai il bisogno (a volte sacrosanto) di comportarmi in quel modo. [+]

[+] uomini e scimmie (di francesco2)
[+] lascia un commento a marchetti86 »
d'accordo?
La classe - Entre les murs | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Nastri d'Argento (1)
Festival di Cannes (1)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 10 ottobre 2008
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità