La sfida del samurai

Acquista su Ibs.it   Dvd La sfida del samurai   Blu-Ray La sfida del samurai  
Un film di Akira Kurosawa. Con Toshir˘ Mifune, Tatsuya Nakadai, Yoko Tsukasa, Isuzu Yamada, Daisuke Kat˘.
continua»
Titolo originale Yojimbo. Drammatico, b/n durata 110 min. - Giappone 1961. MYMONETRO La sfida del samurai * * * 1/2 - valutazione media: 3,67 su 13 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

30 monete d'anticipo per un esperto della katana. Valutazione 4 stelle su cinque

di GreatSteven


Feedback: 66794 | altri commenti e recensioni di GreatSteven
martedý 18 settembre 2018

LA SFIDA DEL SAMURAI (YOJIMBO) (GIAP, 1961) diretto da AKIRA KUROSAWA. Interpretato da TOSHIRO MIFUNE, TATSUYA NAKADAI, YOKO TSUKASA, ISUZO YAMADA, TAKASHI SHIMURA, DAISUKE KATO
Nel Giappone del XXVI secolo, in cerca di acqua e cibo, arriva un giorno in un villaggio un samurai armato di katana. Scopre ben presto che la situazione del posto è tutt’altro che pacifica: la vita è dilaniata dalla faida fra due famiglie, una comandata da un capoclan di nome Ushitora e l’altra da uno chiamato Saibei, e l’unico che si arricchisce è il fabbricante di bare, che deve ogni giorno prepararne una per ciascun cadavere che va ad ammucchiarsi alla lista interminabile di morti che la contesa tra le due fazioni provoca. Unicamente interessato a far denaro, il samurai si vende prima all’una poi all’altra parte, racimolando quattrini poco a poco, ma quando capisce che a far le spese delle violenze che accadono nel villaggio sono solo gli abitanti, si schiera dal lato dei più deboli e mette le famiglie una contro l’altra in modo che la prima stermini la seconda, per occuparsi lui in un secondo momento di mandare al Creatore, armato della sua infallibile spada, i membri di quella sopravvissuta. Riuscirà in quest’arrischiata impresa non senza l’aiuto insospettabile dell’oste, da sempre osservatore neutrale ma convinto che un po’ di pace risanerebbe tutto, e del bottaio, che gli procura l’arma indispensabile per il duello finale. Kurosawa conosce bene la materia di cui tratta: la Yakuza, quella che si potrebbe considerare come il corrispettivo giapponese della mafia italiana, è un cancro presente nel paese dell’Estremo Oriente da tempo immemorabile che soltanto eroi solitari e coraggiosi son in grado di estirpare lottando per chi non ha sufficiente voce o bastevoli mezzi per difendersi da sé. Racconta una storia onestamente non nuova, ma rivisitata con brio e necessaria spietatezza affinché il messaggio giunga in tutta la sua potenza, com’è negli intenti dell’autore, prendendo come protagonista un 41enne Mifune al meglio della sua forma atletica, tanto bravo a maneggiare la katana quanto ad intrallazzare col miglior offerente inizialmente per una questione di soldi e solo più tardi allo scopo di far ritornare la pace nel villaggio. Con la voce di Andrea Ward in un ridoppiaggio abbastanza recente, Mifune interpreta il personaggio principale rendendosi paladino della giustizia che non tremola di fronte alle sue future vittime, che anche dopo una provocazione non raccolta è capacissimo di mostrare il suo valore e che crede con fermezza in ideali maturati dopo una formazione psicologica ottenibile solamente con la vita in un luogo dove la legge del più forte regna incontrastata. È ormai noto che da questa pellicola incentrata sul tema dell’annosa rivalità e dell’insindacabilità dei patti forzati, tre anni dopo Sergio Leone trasse il suo primo, indimenticabile spaghetti-western, Per un pugno di dollari (1964), calcando però di più la mano sul cinismo del protagonista: il samurai di Kurosawa è infatti, più che un combattente senza nome che preferisce rimanere nell’anonimato e coprirsi di gloria pur non rinunciando a soccorrere i bisognosi, un uomo che contrae un tacito accordo col Bene per opporlo al Male sfruttando comunque le stesse armi di quest’ultimo, ma con l’obiettivo ben chiaro in mente di far trionfare la lealtà e tutto ciò che le è strettamente legato. Supportato sia nel soggetto che nella sceneggiatura da Ryuzo Kikushima, il regista traccia un ritratto sofferto ed impietoso del proprio Paese in un’epoca che sembra solo in apparenza lontana, non tanto perché dà l’aria che vi dominino ancora le leggi tribali, quanto piuttosto per il fatto che il giusto e l’ingiusto non hanno ancora stabilito fra di loro confini chiari e tangibili, cosicché qualsiasi delinquente può permettersi di fare il bello e il cattivo tempo spadroneggiando con abusi, pestaggi e rapimenti. Contribuiscono all’ottimo risultato finale i dialoghi non troppo rarefatti e tutti con le parole più adeguate ai sentimenti provati dai personaggi nei determinati vari frangenti e la fotografia in un magnifico bianco e nero di Kazuo Miyagawa. Fra i personaggi di secondo piano, lasciano il segno il sempre eccelso T. Shimura (insieme a Mifune, uno dei collaboratori abituali di Kurosawa, 1910-1998) nei panni di Tokuemon, l’abbiente commerciante di sakè e seta amico di Ushitora, e D. Katô, che veste il ruolo di Inokichi, il fratello entusiasticamente ribaldo di Ushitora, con brillante efficacia recitativa. Accolto con favore all’uscita nelle sale e preso a modello da numerosi cineasti stranieri per le loro cinematografie. Rifatto nel 1996 con Ancora vivo di Walter Hill, gangster movie assurto a remake ufficiale di Yojimbo.

[+] lascia un commento a greatsteven »
Sei d'accordo con la recensione di GreatSteven?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di GreatSteven:

Vedi tutti i commenti di GreatSteven »
La sfida del samurai | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1░ | paola di giuseppe
  2░ | greatsteven
  3░ | dandy
  4░ | chriss
Festival di Venezia (1)
Premio Oscar (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledý 25 novembre
High Life
Galveston
martedý 17 novembre
La Gomera - L'isola dei fischi
Gli anni amari
La vacanza
Gauguin
mercoledý 11 novembre
Volevo nascondermi
giovedý 5 novembre
L'amore a domicilio
Just Charlie - Diventa chi sei
Almost Dead
mercoledý 4 novembre
Una intima convinzione
mercoledý 28 ottobre
La partita
mercoledý 21 ottobre
L'assistente della star
mercoledý 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrÓ
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità