... E giustizia per tutti

   
   
   

Legge non fa rima con giustizia Valutazione 4 stelle su cinque

di R.A.F.


Feedback: 3823 | altri commenti e recensioni di R.A.F.
giovedý 17 ottobre 2019

Il titolo deriva dalla frase finale del giuramento di fedeltà alla bandiera degli Stati Uniti d’America: “una Nazione al cospetto di Dio indivisibile, con libertà e giustizia per tutti.” Il film è un viaggio allucinante, a tratti grottesco, tra varie storie di ingiustizia all’americana: c’è il poveretto assolutamente innocente che per un cavillo legale finisce in carcere, e qui muore nel mezzo di una rivolta, e c’è il trans che si impicca in cella perché non ottiene la libertà provvisoria, a causa dell’incompetenza e del disinteresse del difensore; c’è un pedofilo, che una volta rimesso in libertà grazie all’abilità del proprio avvocato, uccide altri due bambini, e perfino un giudice, severissimo e apparentemente irreprensibile, accusato di stupro. Quest’ultimo affida la sua difesa, per opportunismo, proprio ad un avvocato che ha sempre osteggiato, arrivando perfino a sbatterlo in cella per oltraggio alla corte, ma il legale, idealista e forse anche un tantino ingenuo, è stanco di vedere innocenti in prigione e colpevoli liberi. Quando si rende conto che con la propria capacità professionale potrebbe far assolvere il giudice infame, disgustato dall’iniquità del sistema giudiziario, ha una reazione sconvolgente che tuonerà nell’aula di tribunale fino a scardinarne le fondamenta, in una di quelle scene che non si dimenticano e che vale da sola tutto il film.
La storia si svolge sia dentro che fuori il tribunale, alternando sapientemente momenti drammatici a sprazzi di umorismo paradossale che ne alleggeriscono il tono generale. Ne deriva una pellicola sostanzialmente drammatica con momenti brillanti che non disturbano affatto, ma anzi sottolineano l’assurdità delle situazioni, complice anche un’ottima sceneggiatura. Al Pacino è maestoso, ma pure i comprimari non sono da meno: su tutti spiccano Jack Warden, nel ruolo di un giudice stravagante che nei momenti di pausa-pranzo tenta il suicidio, e John Forsythe, l’inflessibile giudice Fleming, insospettabile depravato, sgradevole e ripugnante quanto basta. Insieme rappresentano l’assurdità di un’amministrazione della giustizia in mano a elementi squilibrati e corrotti. Cameo di lusso per il nonno un po’ svanito del protagonista: è Lee Strasberg, direttore dell’Actor’s Studio e maestro di Al Pacino.
La regia segue ovviamente il gusto del periodo, ma considerando che siamo di fronte ad un film degli anni ’70, si può ritenerlo tutto sommato ancora attuale.

[+] lascia un commento a r.a.f. »
Sei d'accordo con la recensione di R.A.F.?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di R.A.F.:

Vedi tutti i commenti di R.A.F. »
... E giustizia per tutti | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1░ | giorpost
  2░ | r.a.f.
  3░ | irontato
Premio Oscar (3)
Golden Globes (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
giovedý 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledý 9 settembre
Fantasy Island
martedý 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledý 2 settembre
Villetta con ospiti
giovedý 27 agosto
Dopo il matrimonio
mercoledý 26 agosto
Qua la zampa 2 - Un amico Ŕ per se...
giovedý 6 agosto
Last Christmas
Georgetown
Queen & Slim
mercoledý 5 agosto
Alice e il sindaco
mercoledý 22 luglio
Favolacce
L'uomo invisibile
Tornare
Il principe dimenticato
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità