La Donna Elettrica

Acquista su Ibs.it   Dvd La Donna Elettrica   Blu-Ray La Donna Elettrica  
Un film di Benedikt Erlingsson. Con Halldˇra Geirhar­sdˇttir, Jˇhann Sigur­arson, DavÝ­ ١r Jˇnsson, Magnu┤s Trygvason Eliasen.
continua»
Titolo originale Kona fer Ý strÝ­. Commedia, durata 101 min. - Francia, Islanda, Ucraina 2018. - Teodora Film uscita giovedý 13 dicembre 2018. MYMONETRO La Donna Elettrica * * * 1/2 - valutazione media: 3,64 su 21 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Doppio impegno per le donne

di vanessa zarastro


Feedback: 31133 | altri commenti e recensioni di vanessa zarastro
martedý 12 febbraio 2019

In maniera fantasiosa e grottesca, Benedikt Erlingsson tratta tematiche estremamente serie e importanti come la salvaguardia ecologica del pianeta e le diverse visioni politiche. Il regista ha bisogno di due gemelle (interpretate magistralmente da Halldóra Geirharðsdóttir) per esprimere posizioni ideologiche contrapposte: quella politicizzata e rivoluzionaria versus quella spiritual intimista. Entrambe vorrebbero essere madri – hanno fatto domande di adozione – poichÚ in Islanda lo si pu˛ essere anche da single.
Il regista rende evidente anche la difficoltÓ della donna di mettere insieme le proprie parti, il pubblico e il privato, la ribellione e la conservazione.
Thriller o film action? Commedia surreale o film ribelle?
Avevo giÓ notato lo humour bizzarro nella cinematografia islandese attraverso il film 'L'Albero del vicino' di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson del 2017 che mostra un'umanitÓ litigiosa, spigolosa e dispettosa che sopporta la convivenza e, dal problema dell'ombra di un albero sulla veranda dei vicini, in modo paradossale, sarÓ innescata una spirale di violenza. Qui ne 'La donna elettrica il dato grottesco Ŕ palese.
Halla, una delle due gemelle quasi sessantenni, ha una doppia vita: da un lato Ŕ un po' Robin Hood o Giovanna d'Arco - in maglione islandese jacquard – in guerra contro le multinazionali, dall'altra una signora pacifista che insegna canto agli adulti e ha appesi alle pareti i ritratti di Nelson Mandela, Gandhi e Virginia Wolf. Asa, l'altra gemella, insegna yoga, si veste di arancione e sta per partire per un Ashram in India per due anni.
Halla Ŕ un nome comune in Islanda, ma Ŕ anche un riferimento alla storia del Paese perchÚ Ŕ il nome di uno dei due fuorilegge (Halle ed Eyvindur), ribelli e ladri di pecore, che nel diciassettesimo secolo sfuggirono alla cattura per vent'anni.
La nostra eroina ha come obiettivo i tralicci dell'alta tensione dei giganteschi impianti industriali fortemente inquinanti, da qui il titolo italiano della pellicola che invece Ŕ 'Woman at War'. SarÓ aiutata, nelle sue battaglie, dal simpatico pastore cugino (supposto) di campagna (Jóhann Sigurðarson) e dalla sua cagnetta, che abbaia a comando. Quando poi torna a casa mette sempre il cellulare in frigorifero o nel microonde per la paranoia di essere controllata.
Nel suo messaggio scritto, che fotocopiato in diversi esemplari spargerÓ dalla cima di un tetto, Halla affermerÓ: «Il sabotaggio contro la natura ha causato il riscaldamento globale. ╚ un crimine contro l'umanitÓ e contro la vita tutta».
Il film, attraverso il personaggio di Halla, esalta sia la Natura naturale sia la natura umana: lei Ŕ lottatrice eco-terrorista per un ideale nobile, ma anche una donna sola desiderosa di maternitÓ e di prendersi 'cura' di qualcun'altra che non sia se stessa. Infatti, adotterÓ Nika, una deliziosa bambina ucraina di quattro anni rimasta orfana durante la guerra. Cosý racconta l'attrice Halldóra Geirharðsdóttir: «In una societÓ patriarcale c'Ŕ qualcuno che stabilisce chi pu˛ o non pu˛ essere genitore o come deve essere un buon genitore siamo tutti d'accordo che un buon genitore Ŕ quello che si prende cura del benessere del figlio e per questo a volte Ŕ meglio crescere un bambino da soli piuttosto che all'interno di una pessima relazione. Se Halla porterÓ avanti le proprie battaglie anche da mamma, il regista sceglie di non dircelo, lasciando il finale aperto».
Le vicende sono seguite da una sorta di coro greco formato da tre cantanti vestite da ucraine e dal terzetto tuba/percussioni/fisarmonica Davíð Þór Jónsson/Magnús Trygvason Eliasen/Ómar Guðjónsson, con musica 'in campo' folk e classica. Cosý spiega il regista: «La musica Ŕ stata la prima visione originale che mi ha condotto al film. Stavo fantasticando e sognando a occhi aperti sul mio prossimo film e all'improvviso ho visto una donna correre in una strada vuota, sotto la pioggia, verso di me. Quando si Ŕ fermata l'ho guardata da vicino e ho visto che a fianco c'era un complesso di tre musicisti: ascoltando la musica con attenzione ho capito che si trattava della colonna sonora della vita di quella donna».
Ci sono un paio di citazioni cinematografiche esplicite in 'La donna elettrica': la copertura ovina per sfuggire al monitoraggio dei droni in stile Di Caprio nel film 'The Revenant', e quella pi¨ aulica di "2001 Odissea nello Spazio", con l'accostamento della scimmia che vibra colpi con Nelson Mandela. Molto divertenti i siparietti con il 'turista per caso' interpretato da Juan Camillo Roman Estrada arrestato come 'il solito sospetto'.
Il film mostra un'Islanda in cui sono vivi antichi riti vichinghi, allevamento di bovini e modernissimi droni con videocamere di sorveglianza. Il tutto Ŕ raccontato con minimalismo scenico, poco movimento della macchina da presa, ambienti e persone ridotti all'essenziale, e con una splendida natura ripresa da Bergsteinn Björgúlfsson. 'La donna elettrica' ha vinto il premio Lux del Parlamento europeo, premio che ogni anno viene assegnato alla migliore produzione europea, portando di fatto a Strasburgo temi importanti che la storia tratta in alcuni momenti come commedia divertente in altri come film d'azione.

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »

Ultimi commenti e recensioni di vanessa zarastro:

Vedi tutti i commenti di vanessa zarastro »
La Donna Elettrica | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
European Film Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 13 dicembre 2018
Distribuzione
Il film Ŕ oggi distribuito in 3 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Piemonte
  1 | Trentino Alto Adige
  1 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità