Fahrenheit 451

Acquista su Ibs.it   Dvd Fahrenheit 451   Blu-Ray Fahrenheit 451  
Un film di François Truffaut. Con Cyril Cusack, Julie Christie, Anton Diffring, Oskar Werner, Alex Scott.
continua»
Fantascienza, Ratings: Kids+16, durata 112 min. - Francia, Gran Bretagna 1966. MYMONETRO Fahrenheit 451 * * * 1/2 - valutazione media: 3,99 su 28 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
inesperto giovedì 15 febbraio 2018
parole sulla carta Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Non c'è che dire, per invogliare qualcuno alla lettura è sufficiente fargli vedere questo film. Tratto dalla splendida opera distopica di Ray Bradbury, illustra l'idea di una società nella quale possedere libri è reato. Imprescindibile.

[+] lascia un commento a inesperto »
d'accordo?
francismetal domenica 22 ottobre 2017
terribilmente attuale Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
100%

E' esattamente quello che vogliono le persone oggi: rasare a zero i capelloni, niente libri, attaccati alla TV tutto il giorno, dittatura, totalitarismo, zero rapporti umani, gente che collabora col sistema.
E parlo sul serio, una volta quando andavo a scuola strapparono e bruciarono i libri davanti alla fermata del pullman... che vergogna.

[+] lascia un commento a francismetal »
d'accordo?
raffele sabato 3 settembre 2016
50 anni dopo, che dire Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

50 anni dopo mi sentirei di dire soltanto che se Truffaut voleva trasmettere la tristezza di quel mondo di pedine fu, naturalmente, bravissimo. anzi peggio: efficace. si esce dalla sala con lo sguardo vitreo e il pallore di Montag e del suo collega-rivale negli occhi, non è da ridere. Almeno il capo dei pompieri ha lo sguardo franco, consapevole, vivo. Scherzi a parte, mi chiedo se quello stile che trasferisce in platea l'anedonia che descrive fosse una componente tipica di quegli anni, in cui nascevano i cineforum, in cui si interloquiva col piglio dolente del sociologo, e quanto sia possibile oggi. Oggi la fiction non rischia di impigliarsi all'ideologia, né ha l'ossessione di dimostrare che se ne sottrae, forse può permettersi di strizzare l'occhio al mercato con più leggerezza, protagonistii-sarcofago non ne vediamo più. [+]

[+] lascia un commento a raffele »
d'accordo?
harry manback sabato 5 gennaio 2013
la metaforica rappresentazione della società Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

TRAMA
In un futuro non precisato, dove i pompieri hanno il paradossale compito di appiccare incendi per distruggere ogni libro esistente, Guy Montag, pompiere di alto livello e prossimo alla promozione, non riesce a cedere alla tentazione di scoprire cosa contengono quegli oggetti tanto pericolosi, cambiando radicalmente il suo modo di vedere.
ASPETTI TECNICI
Regista del film è il versatile François Truffaut, palese fautore del maestro Alfred Hitchcock. Si può notare, infatti, come il suo stile registico sia molto simile a quello di Hitchcock, soprattutto nella scelta delle inquadrature e nei movimenti di macchina.
La sceneggiatura è stata curata dallo stesso Truffaut in collaborazione con Jean Louis Richard, e come tutti sappiamo è ispirata al romanzo omonimo di Ray Bradbury scritto qualche anno prima. [+]

[+] lascia un commento a harry manback »
d'accordo?
cronix1981 martedì 6 novembre 2012
caposaldo del suo genere Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

La rappresentazione di una possibile società futura è un tema ampiamente trattato, approfondito e riprodotto nel cinema. In questo soggetto si inquadra il film di Truffaut: visionario e futurista. La fantascienza pura è riservata ad altri ambiti, perché il regista sceglie di dare un taglio decisamente più classico.
Tralasciando l'aspetto puramente tecnico, il film offre diversi spunti di riflessione dal punto di vista del contenuto. Il tema si sposta su un soggetto ben preciso: il libro, o più propriamente i libri. In una società cinica e spietata, dominata dalla televisione come unico mezzo di comunicazione e di assoggettamento, l'individuo è ridotto allo stato di automa televisione-dipendente. [+]

[+] lascia un commento a cronix1981 »
d'accordo?
renato c. lunedì 4 giugno 2012
fantapolitica degli anni '60 Valutazione 3 stelle su cinque
60%
No
40%

Anni '60, periodo di guerra fredda! Agli Stati Uniti piaceva, ogni tanto sventolare lo spauracchio dell'Unione Sovietica! Ed ecco che anche Francia e Gran Bretagna ti fanno un film su quello che può essere uno dei lati più deteriori delle dittature: mantenere la gente dell'ignoranza con la propibizione di farsi una cultura propria. L'esempio è chiaramente partito dal rogo dei libri scritti da autori ebrei nella Germania nazista! Ma un'allarme per il pericolo di una dittatura comunista è fin troppo chiaro, nonostante nel film si vedeva che la popolazione di quel paese di fantasia, economicamente, non è che se la passasse poi male! Quello che penso è che la gente, quando si vede propibire qualche cosa, comicia a chiedersi "Perchè?" e si incuriosisce maggiormante a cercare di vedere e di capire ciò che è proibito e perchè e proibito; e se trova il tutto ingiusto si ribella!
Il film del 1966 è anche profetico perchè fa vedere in quegli anni, in cui non penso esistessero, i televisori a grande schermo rettangolare e a muro! Inoltre quali esrano i soli programmi oltre ai notiziari, dal momento che i films erano proibiti come i libri? I "reality show"! Quale lungimiranza sui nostri tempi! (Dove però, per fortuna,  i films li abbiamo ancora e in abbondanza!) Bella la figura del protagonista che prima obbedisce ciecamente agli ordini ma poi, dopo aver conosciuto una sosia di sua moglie che di nascosto leggeva, un po' alla volta si converte e va anche lui tra gli "uomini libro". [+]

[+] lascia un commento a renato c. »
d'accordo?
vincenzo marsilia giovedì 22 marzo 2012
bruciate quelle idee! Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%












Anche se è tratto da un ‘opera di Ray Bradbury, il celebrato autore di “Cronache marziane”, va subito detto che Fahrenheit 451 ha poco o nulla a che vedere con la fantascienza. Il titolo indica semplicemente una temperatura – misurata nella scala allora impiegata nel mondo anglosassone – che è quella di combustione della carta o, per essere più espliciti, quella in cui i libri prendono fuoco. Nel film i libri sono il vero, autentico nemico di un mondo che ne teme la forza eversiva, che è poi la forza delle idee, tante e diverse, a disposizione di tutti gli umani, solo che vogliano – e possano – impadronirsene. [+]

[+] lascia un commento a vincenzo marsilia »
d'accordo?
dounia giovedì 29 dicembre 2011
leggere è importante Valutazione 4 stelle su cinque
33%
No
67%

La sceneggiatura presenta i dialoghi che avvengono tra l'interprete principale, la moglie, una conoscente, i colleghi di lavoro, due infermieri e alcune amiche della moglie. All'inizio del film si vede un uomo impegnato nel lavoro, si trova nel centro Fahrenheit 451, addetto a recarsi in case dove ci sono libri e pronto a bruciarli alla temperatura di 451 gradi. Viene promosso di grado nel lavoro e insegna come bruciare i libri, dove sono nascosti, nel periodo nazista. Un giorno, tornando a casa, incontra una donna che gli pone delle domande. E' un'insegnante e trova illogico il senso di far sparire i libri. In casa del pompiere non ci sono libri e la moglie guarda, interessata, la televisione. [+]

[+] lascia un commento a dounia »
d'accordo?
fedeleto venerdì 11 novembre 2011
fahrenheit truffaut 451 Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Se leggere fosse proibito? cosi e' scritto sulla locandina di questo capolavoro di Francois Truffaut(jules e jim,la calda amante),cosa accadrebbe se in un futuro non troppo lontano i libri venissero bruciati e chi li legge venisse arrestato?La storia racconta di un pompiere che svolgendo il lavoro di brucia libri ,quando conosce una donna simile d'aspetto alla moglie (e del resto e' la stessa attrice che interpreta due ruoli differenti) che lo invita a leggere i libri ,la sua vita comincia a cambiare e capisce l'importanza del leggere e del conoscere,arrivera' ad essere lasciato dalla moglie,e abbandonare il suo lavoro di pompiere fuggendo e rifugiandosi in una comunita' dentro ad un bosco dove le persone imparano i libri a memoria. [+]

[+] lascia un commento a fedeleto »
d'accordo?
luca scialò giovedì 10 novembre 2011
inno alla letteratura, contro il potere della tv Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Montag fa parte della squadra Fahrenheit 451, preposta a dare fuoco ai libri poiché aprono la mente della popolazione, appiattita dalla Tv. La sua vita scorre senza emozioni, finché non conosce Clarissa, la sua vicina di casa che invece ama leggere e lo spinge all'amore per i libri. Così a poco a poco cerca di contrastare quel regime culturale che schiaccia la libertà di pensiero.
Truffaut traspone un romanzo  di Ray Bradbury, Gli anni della Fenice (1953). Non vi riesce però del tutto. Il film appare freddo, a volte scoordinato, difficile da seguire. Alcune sequenze rasentano il ridicolo, tant'è che sono approssimate. Resta comunque un inno alla lettura, al potere dei libri contro l'appiattimento culturale della Tv.

[+] lascia un commento a luca scialò »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
Fahrenheit 451 | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | rongiu
  2° | martina
  3° | weach
  4° | harry manback
  5° | cronix1981
  6° | renato c.
  7° | raffele
  8° | viola klimt
  9° | dounia
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità