La caduta dell'impero americano

Acquista su Ibs.it   Dvd La caduta dell'impero americano   Blu-Ray La caduta dell'impero americano  
Un film di Denys Arcand. Con Alexandre Landry, Maripier Morin, Remy Girard, Louis Morissette, Maxim Roy.
continua»
Titolo originale La Chute de l'Empire Américain. Commedia, durata 127 min. - Canada 2018. - Parthénos uscita mercoledì 24 aprile 2019. MYMONETRO La caduta dell'impero americano * * 1/2 - - valutazione media: 2,70 su 18 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Un fattorino e... due borse Valutazione 3 stelle su cinque

di loland10


Feedback: 12395 | altri commenti e recensioni di loland10
domenica 28 aprile 2019

“La caduta dell’imper americano” (La Chute de l'Empire Américain.  2018) è il quattordicesimo lungometraggio del regista-sceneggiatore canadese  Georges-Henri Denys Arcand.
Ecco che la trilogia (forse non pianificata all’inizio) del regista si conclude dopo “Il declino dell’impero americano” (1986) e “Le invasioni barbariche” (2003).
Un cinema sociale e morale, un cinema sui sistemi e suoi vuoti, un cinema rigido e plastico.
Un fattorino, una prostituta, un ex galeotto, una ex moglie, un ladro in difficoltà  e un finanziere dell’alta società.Ecco che il miscuglio anomalo e sui generis si conosce e tenta un’impresa che sembra strana lontana da occhi indiscreti e dietro parvenze di seconde porte e entrate assolutamente secondarie.
Una vita che dice che il denaro è importante ma per pagarlo ci vogliono fiumi di soldi. Come farli. Come arrivare.
Ecco che dopo un incipit veritiero, sfocato e poco da discutere due ragazzi o finti tali si lasciano senza battere ciglio e ciascuno con le proprie posizioni. Di fronte e con lo sguardo lontano, seduti a toccare cibo, discutono sui futuri impossibili. Ecco che il lontano per Pierre-Paul Daoust diventa vicino e a toccata di mano.
Capita di fare una consegna mentre si svolge una rapina cruenta e con sangue. Una sparatoria, una fuga, due borse lasciate per strada, uno sguardo, nessun testimone: qualche secondo e il carico dietro al suo furgone. Arriva la polizia e anche le domande per Pierre. Il frugare dentro il furgone, uno stop improvviso, le portiere chiuse e il ragazzo trentaseienne, dottorato in filosofia e ligio al lavoro, parte, si ferma a casa e deposita il malloppo. Si cambia e ricomincia il giro di consegne.
Il tempo è registrato e l’avvisano dei ritardi ma come prima e mille pensieri, ricomincia la sua (quasi) vita normale. L’intelligenza non paga e tantomeno la filosofia del vivere. Allora cosa dici di fare. Aspettare la fortuna.E mentre il fattorino esce incontra un suo amico barbone che dice ‘credi alla provvidenza’ ‘non c’è ‘, ‘invece c’è...altrimenti sarei morto per overdose qualche anno fa’ (e sembrerebbe il ‘contraltare’ di memoria manzoniana). Bastava aspettare un attimo e la ‘fortuna’ di trovarsi nella situazione sbagliata (rapina) per un’occasione giusta (il denaro) paiono elidersi ma Pierre è sempre un bravo ragazzo. Tra libri e alienazione, separazione e distacco trova il coraggio di unirsi ad una strana compagnia. E la prima voglia è l’occasione di cercare una prostituta di alto bordo. Il sesso come silenzio e sfogo di carte monete troppe da contare. Il rapporto orale e non solo. Pierre e Aspasia si piacciano e si frequentano. E da lì nasce tutto il resto.
Ecco che il racconto del cineasta canadese segue una strategia di incontri casuali e voluti, di vuoti sociali da riempire, di corruzioni adescatrici, di rapporti pari, di viziosi giri e di rivincite senza crimini. La morale di una società priva di sentimenti pieni, il gioco di un mondo corrotto trovano appello tra persone ultime e con aspirazioni da sogno. Il regista non affonda i colpi veri: tutto rimane in una superficie plastificata mascherata da un film di-genere ben orchestrato e pianificato nei dettagli. Un thriller che tale non è, un inganno verso la legge che pare sempre arrivare dopo. E i due poliziotti (pieni di cliché e statuari come un ‘X-files’ tv qualsiasi), Pete e Carla, girano nella Montreal, pensando di ingannare il tempo lavorativo. Una manifestazione, un nascondiglio tombale, dei buoni clienti, le giostre su onlus insospettabili e i ‘barboni’ che credono di essere fuori dal giro. In poco tempo o quasi Pierre, Sylavain e Aspasia vendono le migliaia di banconote con un acume che par non vero.
I posti sono rituali ma come non pensare che prima di entrare nel luogo dei fatti è meglio controllare un’auto davanti dell’ultimo cliente con un roller d’ordinanza e un pieno da fuga. Troppo tardi, calibrato al millesimo pur senza l’ansia del film di gran movimento. Pochi stacchi e pochi movimenti di camera. Un film non pieno di ansie e quasi un commiato all’inerme mondo delle burocrazie legislative.
Mi basterebbe una cucina, un letto, un divano e una tv per guardare lo sport”. Quasi un programma di vita per un ultimo che non aspira altro che dormire sotto un tetto.
Ecco che il ‘barbone’ amico di Pierre-Paul riceve un (vero)regalo inaspettato senza sapere da dove viene. Pierre e Camille sono, in fondo, dei generosi.
Cast vario e corretto; Alexandre Landry (Pierre-Paul Daoust) e Maripier Morin (Aspèasia/Camille) reggono bene con un ammiccamento facile e gentile. Fa capolino il doppio didietro per voglie e pubblico.
Regia di Denys Arcand bloccata e teatrale, sospesa tra i volti.
Voto: 6½ (***) -chi è in giuggiole per il suo cinema trova pane per i suoi denti-

[+] lascia un commento a loland10 »
Sei d'accordo con la recensione di loland10?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
60%
No
40%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di loland10:

Vedi tutti i commenti di loland10 »
La caduta dell'impero americano | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 24 aprile 2019
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
giovedì 27 agosto
Dopo il matrimonio
mercoledì 26 agosto
Qua la zampa 2 - Un amico è per se...
giovedì 6 agosto
Last Christmas
Georgetown
Queen & Slim
mercoledì 5 agosto
Alice e il sindaco
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità