L'Insulto

Acquista su Ibs.it   Dvd L'Insulto   Blu-Ray L'Insulto  
Un film di Ziad Doueiri. Con Adel Karam, Rita Hayek, Kamel El Basha, Christine Choueiri, Camille Salameh.
continua»
Titolo originale L'insulte. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 113 min. - Libano 2017. - Lucky Red uscita mercoledì 6 dicembre 2017. MYMONETRO L'Insulto * * * 1/2 - valutazione media: 3,68 su 36 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
vanessa zarastro martedì 24 luglio 2018
eterno conflitto Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Beirut è una città colta e cosmopolita che mi ha sempre affascinato. Negli anni ho avuto modo di conoscere, in diverse parti del mondo, vari libanesi che più volte danneggiati e bombardati, hanno sempre avuto la forza di reagire, di ricominciare da capo con forza e determinazione. Dicevano che il Libano era considerato un po’ come la “Svizzera del Medio Oriente”. ”L’insulto“ mostra la città di Beirut che sta tentando di rinascere dopo anni e anni di complicate guerre civili (1975/90) che hanno lasciato 150.000 morti e la distruzione della capitale, teatro dei vari conflitti. Ciononostante nelle periferie multietniche non si vive bene, ancora oggi le fazioni religiose e politiche sembrano vivere sui carboni ardenti. [+]

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
d'accordo?
simonedonati sabato 7 aprile 2018
meraviglioso
0%
No
0%

Film che tratta in modo profondo e delicato il tema dell'odio e dello scontro tra popoli. un capolavoro da non perdere

[+] lascia un commento a simonedonati »
d'accordo?
sabato 20 gennaio 2018
splendido Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Film strepitoso, di cui la sceneggiatura costituisce il vero punto di forza. Cinema con la C maiuscola, come non siamo quasi più abituati a vedere.

[+] lascia un commento a »
d'accordo?
bracciodiferro venerdì 19 gennaio 2018
da vedere Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Anche se con stile quasi da cinema americano, il film è validissimo, coinvolgente e fa riflettere. La complessità delle dinamiche etnico sociali nella società libanese emerge con forza in un film con finale in cui prevale in buon senso da parte di tutti e pieno di speranza e ottimismo. Consigliatissimo.

[+] lascia un commento a bracciodiferro »
d'accordo?
luciana venerdì 19 gennaio 2018
un paese indaffarato Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

 Un paese, indaffarato, vissuto, gente che lavora, che progetta azioni di sicurezza e, in contemporanea un uomo che innaffia le piante sul suo balcone. Sembra la vita di tutti i giorni, in ogni paese, in ogni strada. Eppur qualcosa cova. Il Libano ha accolto profughi palestinesi senza accettazione. C'è intolleranza reciproca. Una ossidata intolleranza che porterà il libanese che innaffia e il palestinese che viene involontariamente ...innaffiato, davanti ad un tribunale e all'attenzione avida dei media. I due si scontrano con odio profondo, un odio che è la corazza di cui si sono vestiti per tentare di sfuggire alla sofferenza. Entrambi hanno vissuto il dramma del rifiuto, entrambi si difendono usando l'orgoglio e la cocciutaggine, per mascherare le ferite. [+]

[+] non dimentichiamo la sentenza della corte d'appell (di francescoizzo)
[+] lascia un commento a luciana »
d'accordo?
francescoizzo domenica 14 gennaio 2018
coinvolgente e profondo Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Il film è molto coinvolgente, e alla fine, più che di conflitto libano-palestinese,ci parla proprio di tolleranza, comprensione  e accettazione dell'altro. Da una sciocchezza -dell'acqua che cade da un balcone che non ha la grondaia a norma - nasce uno scontro tra due individui di due etnìe diverse sempre più aspro, che li porterà fino al tribunale di primo grado, poi alla corte d'appello e infine davanti al presidente del Libano.A complicare ancor più le cose subentra lo svenimento in officina del libanese, il conseguente malore e parto prematuro della moglie, e il licenziamento del palestinese. Nel frattempo il conflitto si colora di istanze politiche, che coinvolgono le due etnìe (palestinesi e libanesi maroniti) sempre di più. [+]

[+] lascia un commento a francescoizzo »
d'accordo?
domenica 14 gennaio 2018
conflitti antichi!
0%
No
0%

tratta con una semplicità unica un conflitto storico!
meraviglioso.

[+] lascia un commento a »
d'accordo?
maumauroma sabato 13 gennaio 2018
l' insulto Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Per una banale lite e qualche parola di troppo, Toni e Yasser finiscono addirittura in tribunale. Siamo nella Beirut dei giorni nostri. Toni fa il meccanico, ed e' un cristiano libanese. Yasser e' capocantiere per una ditta di costruzioni ,ed e'un profugo musulmano palestinese. Due vite difficili, un passato fatto di persecuzioni e incomprensioni in quelle tormentate terre.  Durante le lunghe fasi del processo, i due contendenti, a poco a poco avranno modo di conoscere i trascorsi delle loro esistenze, capiranno che al di la delle religioni e dei credo politici esiste il rapporto tra gli esseri umani, tutti con le loro debolezze e le loro qualita', tutti con una vita da raccontare, una vita che, come un fiume che scorre verso il mare, porta con se' gioie, dolori, amori, passioni. [+]

[+] lascia un commento a maumauroma »
d'accordo?
tonimais martedì 9 gennaio 2018
diciotto confessioni...per nulla Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Si è più volte detto che un 'arma è di per sè neutra , è l'uso che se ne fa a renderla uno strumento d'offesa o di difesa. Sta di fatto che se ne circolassero  meno non avremmo così tanti ammazzati o feriti da arma da fuoco. La religione nasce per sua natura per tentare d'offrire un senso ai problemi dell'esistenza e un sostegno psicologico in momenti gravi e delicati della vita  ma è sempre  in nome di Dio si commettono le più assurde atrocità: in Libano albergano diciotto confessioni dagli islamici sunniti o sciiti ai cristiani maroniti ai drusi etc etc. E' l'unico paese ,non interamente islamico, dove le campane delle chiese cristiane si confondono con i versi del muezzin. [+]

[+] lascia un commento a tonimais »
d'accordo?
emanuele1968 sabato 6 gennaio 2018
fa riflettere Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

Mi ricordava un po quei Talk show di politica oppure di carettere giudiziario che si vedono in TV. In alcuni momenti si faceva un po pesantino, pero bello, certo che di cose ha norma ce ne stanno li da sistemare, altro che un tubo, bello quando dice di mescolare la pittura. Alla fine del film il pubblico soddisfatto ed un certo brusio in sala, molte analogie con la vita quotidiana. 

[+] lascia un commento a emanuele1968 »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
L'Insulto | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | zarar
  2° | michelecamero
  3° | mauro2067
  4° | blufont
  5° | maurizio.meres
  6° | peergynt
  7° | luciano
  8° | eccome!
  9° | vanessa zarastro
10° | tonimais
11° | maumauroma
12° | francescoizzo
13° | flyanto
14° | gaiart
15° | miguelangeltarditti
16° | danielamontanari
17° | michelino
18° | lapo10
Festival di Venezia (1)
Premio Oscar (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 6 dicembre 2017
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità