Un insolito naufrago nell'inquieto mare d'Oriente

Un film di Sylvain Estibal. Con Sasson Gabai, Baya Belal, Myriam Teka´a, Gassan Abbas, Khalifa Natour.
continua»
Titolo originale Le cochon de Gaza. Commedia, durata 98 min. - Francia, Germania, Belgio 2011. - ParthÚnos uscita giovedý 19 giugno 2014. MYMONETRO Un insolito naufrago nell'inquieto mare d'Oriente * * * - - valutazione media: 3,45 su 14 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
sergio dal maso mercoledý 17 giugno 2015
cĺera una volta un panciuto e buffo maiale ... Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

C’era una volta un panciuto e buffo maiale vietnamita. In una notte tempestosa cadde in mare e, portato dalle onde, arrivò in una terra lontana. I due popoli che abitavano questa terra erano in guerra tra loro e si odiavano da secoli e secoli. Entrambi disprezzavano anche il povero maiale perché le loro millenarie tradizioni lo consideravano un animale impuro e reietto … fu così che…
La storia dell’insoluto naufrago nell’inquieto mare d’oriente potrebbe iniziare anche così, come una favola, perché a tutti gli effetti proprio di una favola moderna si tratta.
Una favola surreale, spassosa ed esilarante, per ironia della sorte ambien-tata nell’odierna Palestina, nella terra più martoriata e sofferente del pianeta. [+]

[+] lascia un commento a sergio dal maso »
d'accordo?
sasa83 lunedý 23 febbraio 2015
un maiale per combattere la guerra Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Un film godibile, che sfiora il grottesco, e nella sua sfumatura ironica evidenzia le contrapposizioni che (ancora oggi) separano israeliani e palestinesi. Un maiale utilizzato come "feticcio" attorno il quale ruota tutta la storia e con il quale l'autore vuole cercare un futuro "nuovo inizio", al punto da unire i due popoli nella caccia al povero suino. 

[+] lascia un commento a sasa83 »
d'accordo?
rampante venerdý 23 gennaio 2015
un pescatore Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Una commedia franco-belga

Un innocuo pescatore palestinese Jafaar rischia la prigione per debiti
ha i casa due sentinelle dell'esercito occupante e pesca solo ciabatte
Un giorno nella sua rete il poveraccio trova un maiale
Israeliani e palestinesi odiano il maiale ed il pescatore considera questo incredulo bottino marittimo una sventura
Sarà una magnifica sorpresa apprendere la miniera d'oro che questo maiale può rappresentare per il suo paese
il più politicamente instabile del pianeta.

divertente, un piccolo capolavoro di umorismo

[+] lascia un commento a rampante »
d'accordo?
uppercut lunedý 19 gennaio 2015
ma se in asia... Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

Ma se in Asia producessero un film sottilmente umoristico sulla strage di Capaci, non ci darebbe un po' fastidio...? La formula "con che diritto?" non vale anche per lo schermo?

[+] lascia un commento a uppercut »
d'accordo?
il dede sabato 6 settembre 2014
un'accozzaglia dei peggiori luoghi comuni Valutazione 2 stelle su cinque
33%
No
67%

Francamente ho trovato il film una delle peggiore accozzaglie di luoghi comuni degli ultimi anni, condita da un insopportabile buonismo che sfocia in un finale pessimo al punto di farmi rivalutare il finale di Rocky  IV. Si salvano fotografia e protagonista. Tutto il resto è noia...

[+] lascia un commento a il dede »
d'accordo?
barone di firenze lunedý 18 agosto 2014
senza lode senza infamia Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
100%

Il Film scorre a volte è esilarante gli attori sconosciuti bravissimi, l'ambientazione perfetta, troppo perfetta per poterci ridere sopra, oggi come oggi parlare di Israeliani e Palestinesi che vanno a spasso insieme e quasi blasfemia. Mi ricorda tanto i film americani della serie Stalag qundo si metteva in burletta il Nazismo. In effetti il film mette in luce le contradizioni della striscia di Gaza, le case diroccate, il colono con il mitra, i poveri militari di leva che non sanno cosa stanno a fare li e l'oltranzismo ottuso dei capi intifada, ma lo fa ridendo e a mio parere non rende giustizia alla realtà. Alla fine della proiezione in sala c'è stato un lungo applauso che penso che sia scaturito dal sogno e dalla voglia che noi abbiamo che davvero la cosa andasse a finire così. [+]

[+] lascia un commento a barone di firenze »
d'accordo?
mario nitti sabato 26 luglio 2014
un finale geniale per un film intelligente Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Il protagonista di questa storia è Jafaar, un pescatore palestinese che vive, in mezzo agli stenti,  nella striscia di Striscia di Gaza. Un giorno getta le reti e, invece di qualche sardina, pesca un grosso maiale nero, di razza vietnamita: all’inizio pare una maledizione, perché sia i musulmani, sia gli ebrei considerano il maiale impuro, ma poi trova una ragazza israeliana che gli compra lo sperma per fecondare i maiali che alleva per la loro capacità di sentire l’odore dell’esplosivo.
Surreale? Decisamente. Tutto il film lo è.
Una storia assurda, surreale e grottesca, ma divertente, inserita dentro un’altra situazione assurda, surreale e grottesca, che comica non è per nulla. [+]

[+] lascia un commento a mario nitti »
d'accordo?
veritasxxx giovedý 3 luglio 2014
peccato che certe cose succedano solo nei film... Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

È possibile fare un film "leggero" sulla sempre attuale questione palestinese, parodiando in maniera esplicita la complicata convivenza nella striscia di Gaza, gli attentatori carichi di esplosivo e la promessa di una ricompensa nell'aldilà?. A quanto pare sì, e con risultati esilaranti. Jafaar, un povero pescatore palestinese, ha una vita di inferno: ogni giorno deve combattere per la sopravvivenza sua e di sua moglie, stando ben attento a non violare le rigide leggi del Corano. In mare non si può pescare perchè gli israeliani non permettono di allontanarsi a più di 4km dalla costa, e neanche in casa si può stare tranquilli perchè dei militari sono appostati sul tetto e hanno bisogno del bagno ogni mezz'ora. [+]

[+] lascia un commento a veritasxxx »
d'accordo?
flyanto venerdý 27 giugno 2014
la guerra arabo/israeliana raccontata in una singo Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 m in cui si racconta di un umile pescatore palestinese che dopo una notte di tempesta pesca un maialino vietnamita caduto probabilmente da un cargo. Essendo contro la sua religione avere qualsiasi tipo di contatto con un maiale, in quanto ritenuto impuro, egli cerca di disfarsene in vari modi: tentando prima di ributtarlo in mare e poi di venderlo ad un impiegato dell'Europa dell'Est dell'ufficio delle Nazioni Unite. Ma poichè tutte queste operazioni non hanno sortito alcun esito positivo, il pescatore arriva, dopo molte vicissitudini, a contrattare la vendita dello sperma del maialino con una colona di origine russa di un kibbutz vicino, la quale ha bisogno di fare riprodurre i propri maiali in quanto non possiede più alcun animale maschio. [+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
Un insolito naufrago nell'inquieto mare d'Oriente | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1░ | sergio dal maso
  2░ | veritasxxx
  3░ | flyanto
  4░ | rampante
Cesar (2)


Articoli & News
Link esterni
Uscita nelle sale
giovedý 19 giugno 2014
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
giovedý 16 settembre
Freaky
mercoledý 15 settembre
100% Lupo
Adam
martedý 14 settembre
Black Widow
giovedý 9 settembre
Rifkin's Festival
Corpus Christi
Morrison
mercoledý 8 settembre
Il cattivo poeta
Il sacro male
martedý 31 agosto
Amazing Grace
giovedý 26 agosto
The Conjuring - Per ordine del dia...
mercoledý 25 agosto
Crudelia
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità