Cella 211

Acquista su Ibs.it   Dvd Cella 211   Blu-Ray Cella 211  
Un film di Daniel Monzón. Con Luis Tosar, Alberto Ammann, Antonio Resines, Marta Etura, Carlos Bardem.
continua»
Titolo originale Celda 211. Azione, Ratings: Kids+16, durata 110 min. - Francia, Spagna 2009. - Bolero Film uscita venerdì 16 aprile 2010. MYMONETRO Cella 211 * * * - - valutazione media: 3,22 su 53 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

Emozionante ma ben poco credibile. Valutazione 3 stelle su cinque

di www.federicoremiti.com


Feedback: 2898 | altri commenti e recensioni di www.federicoremiti.com
giovedì 5 agosto 2010

Troppo costruito, nonché dimostrazione lampante che i premi nazionali sono la più grande masturbazione mentale (e non solo) dell'industria cinematografica (vincitore di 8 premi Goya). E' un problema tipico dei film tratti da libri, le storie che funzionano sotto l'aspetto "sospensione dell'incredulità" in un libro a volte non funzionano al cinema (uno certi dettagli nella lettura se li dimentica). Il regista qui ha spinto con numerosi colpi di scena per tenere su la tensione e la drammaticità della storia (e quindi l'interesse del pubblico), a discapito però della credibilità generale.

I protagonisti hanno aiutato il regista con ottime prestazioni, ma ciò non è bastato a mio avviso... quando la storia non funziona del tutto, puoi fare tutto quello che vuoi, la storia non funziona del tutto (problema tipico dei film spettacolari americani, ma lì già lo sai ancora prima di entrare in sala).

A circa metà del film io ho perso l'interesse. A questo punto vorrei chiedervi perché di tutte queste esaltanti recensioni sui blog, riviste e giornali come ad esempio il corriere della sera. Ognuno si faccia la domanda e si dia la risposta, come diceva il buon Marzullo (buon?!).

Dal punto di vista della sceneggiatura ci sono degli spunti interessanti, mentre, mi ripeto, la recitazione nonchè le scenografie sono ottime. Un grande dispendio di mezzi, per la gran carità (e quando c'è un grande dispendio fioccano premi e buone recensioni). Ma il personaggio del cattivo ad esempio, ovvero il poliziotto che ama picchiare, ha un qualcosa che manca. E' fin troppo antagonista e conosciamo troppo poco la sua storia. Non è caratterizzato a sufficienza. E' lì per fare il suo compitino in sceneggiatura, ma non ha nulla che lo muove veramente. E' un sadico, ma non abbastanza. E' l'autore della prima svolta del film, quando durante una rivolta con una manganellata manda in ospedale la moglie di Juan e questi diventa uno che non ha nulla da perdere, uno dei disperati del carcere. I buoni diventano cattivi e i cattivi buoni, e Juan ne è l'eroe. L'evoluzione del personaggio Juan è centrale in questa storia, quello che avviene nel carcere è a corredo di questa sua rivoluzione interiore.

Mi è piaciuto molto, l'inizio, d'effetto devo dire, ripeto la regia ottima, con ottimi spunti. Ma lo sceneggiatore con le mani legate fa le sue marchette e si vede. Film franco-spagnolo buono in questo genere tipicamente americano, ma se si vuole competere con i film di oltreoceano bisogna fare di più. Lo sconsiglio a persone dai gusti raffinati, mentre per il pubblico medio va più che bene.

[+] lascia un commento a www.federicoremiti.com »
Sei d'accordo con la recensione di www.federicoremiti.com?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
31%
No
69%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
cris2811 venerdì 6 agosto 2010
approvo in toto!
30%
No
70%

Ottimo commento Federico. Condivido tutto quello che hai scritto.

[+] lascia un commento a cris2811 »
d'accordo?
chrisbots sabato 8 giugno 2013
una buona critica
33%
No
67%

non di quelle totalmente distruttive che si leggono spesso su questo sito. La scena meno credibile di tutte è quella in cui, durante la carica contro i manifestanti, Juan si fa dare il walkie e dice di fermare tutto perché c'è Helena.1)Non si è mai vista fermare una carica con una rapidità simile, tantomeno per la moglie di un secondino non ancora in servizio che conta meno di zero;2)che i detenuti non fossero dei fulmini di guerra s'era capito, ma non si insospettiscono quando Juan parla allo walkie come se lo conoscessero meglio di Malamadre?Poi viene gestita in maniera strana la morte di Helena. Quando Armando lo comunica a Juan, non si capisce se sia morta davvero o se sia una sorta di "bugia", cosa che non avrebbe alcun senso in effetti, ma che lo spettatore è indotto a prendere in considerazione, poiché l'ultima volta che si era vista in ospedale, Helena non era messa bene, ma non era nemmeno morta (a meno che non mi sia perso qualcosa). [+]

[+] lascia un commento a chrisbots »
d'accordo?

Ultimi commenti e recensioni di www.federicoremiti.com:

Cella 211 | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
European Film Awards (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 16 aprile 2010
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
venerdì 15 gennaio
Disincanto - Stagione 3
venerdì 1 gennaio
Cobra Kai - Stagione 3
giovedì 31 dicembre
Sanpa: luci e tenebre di San Patri...
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità