The Marriage

Un film di Blerta Zeqiri. Con Alban Ukaj, Adriana Matoshi, Genc Salihu, Vjosa Abazi, Kumrije Hoxha Drammatico, durata 97 min. - Kosovo, Albania 2017.
   
   
   

Omofobia o sopravvivenza? Valutazione 3 stelle su cinque

di vanessa zarastro


Feedback: 32338 | altri commenti e recensioni di vanessa zarastro
lunedì 3 giugno 2019

All’interno delle “Giornate del Cinema Albanese”: produzione e cultura guardando al Balkan Film Market, organizzata presso la Casa del Cinema, è stato presentato “The Marriage” un film della brava e coraggiosa regista Blerta Zeqiri, coprodotto da Kosovo e Albania, nel 2017.
Il film narra, con l’uso della camera a mano, la storia di Bekim (Alban Ukaj), proprietario di un bar a Pristina, e Anita (Adriana Matoshi), rigorosamente vegetariana, che dovrebbero sposarsi tra un paio di settimane. Sono nel bel mezzo dei preparativi nonostante lei aspetti ancora i resti dei suoi (già da quindici anni), dichiarati dispersi nella guerra del Kossovo del 1999.
A un certo punto dalla Francia ritorna Nol (Genc Salihu), un musicista vecchio amico di Bekim con il quale aveva condiviso gli orrori della guerra, ma con cui aveva anche cantato e suonato musica. Passano un paio di serate a tre, in cui tutti bevono e tutti si ubriacano, passando dall’euforia al bisticcio. Così anche la coppia di promessi sposi, per alcune stupidaggini amplificate dall’alcool, litiga e per quattro giorni i due non si vedono né si sentono. Alla fine i promessi sposi si riappacificano, anche se sembra leggere un’ombra nel volto di Bekim.
Dopo un’estenuante parte iniziale fatta di piccole cose giornaliere, di gesti ripetuti quotidianamente, si palesano le contraddizioni di un rapporto ambiguo tra i due ex compagni d’armi che va oltre l'amicizia. Alla fine finalmente si capisce quale è il vero problema: Bekim e Nol sono stati amanti, Nol è ancora innamorato di lui – è una Giulietta in cerca di Romeo – e Bekim ne è ancora tremendamente attratto.
Ma come fare? E il matrimonio? Nol vorrebbe che Bekim andasse via con lui in Francia per vivere liberamente il loro amore, ma Bekim è dilaniato tra il dover essere, le convenzioni, e i suoi veri sentimenti. Tutti si aspettano da lui la costruzione di una nuova famiglia con tanti figli maschi e femmine, e lui non vuole deludere né la madre né il padre (più che la promessa sposa…). Inoltre, e soprattutto, Bekim non ha il coraggio di accettare la sua omosessualità e di viverla completamente.
Il banchetto di nozze sarà quindi pieno di tensioni, specialmente quando arriverà Nol, disperato e ubriaco. Emozionante è la scena d’amore fra Nol e Bekim, commovente sarà il loro addio all’aeroporto di Pristina.
Blerta Zeqiri è una regista e sceneggiatrice kosovara, membro del European Film Festival. Dopo aver vinto il premio “Sundance International Short Fiction” con il corto “The Return” nel 2012, debutta con il suo lungometraggio “The marriage” del 2017. Il film è intenso, coinvolgente ed empatico, ha vinto il FIPRESCI premio speciale della giuria Tallinn Black Nights Film Festival e candidato per rappresentare il Kosovo agli Oscar 2019.Così afferma la regista in un’intervista: «Dopo la fine della guerra, quando ho acquistato le libertà fondamentali che non avevo avuto durante tutta la mia infanzia, sono diventata consapevole dei gruppi emarginati nella nostra società, a cui sono negati i diritti di base, a cui ogni essere umano dovrebbe accesso. Uno di questi gruppi è la comunità LGBT, senza dubbio è la più emarginata di tutti. I membri della comunità LGBT, sebbene siano protetti dalle leggi del Kosovo, sono continuamente minacciati, umiliati e attaccati fisicamente, e lo stato chiude un occhio. Nascondere la propria identità rimane l'unico modo per sopravvivere in quest’ambiente, un gran numero di omosessuali sono comunque costretti a sposarsi alla fine con un partner di sesso opposto, che si trasforma in danno collaterale... Per me è incomprensibile e inaccettabile vedere due persone che si amano così tanto ma non possono stare insieme. Questo è il motivo per cui penso che l'amore omosessuale in Kosovo sia la storia oggi di Romeo e Giulietta».    

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
Sei d'accordo con la recensione di vanessa zarastro?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di vanessa zarastro:

Vedi tutti i commenti di vanessa zarastro »
The Marriage | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | vanessa zarastro
Scheda | Cast | News | Frasi | Pubblico | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità