Il paese delle spose infelici

Acquista su Ibs.it   Dvd Il paese delle spose infelici   Blu-Ray Il paese delle spose infelici  
Un film di Pippo Mezzapesa. Con Aylin Prandi, Nicolas Orzella, Luca Schipani, Rolando Ravello, Antonio Gerardi.
continua»
Drammatico, durata 82 min. - Italia 2011. - Fandango uscita venerdý 11 novembre 2011. MYMONETRO Il paese delle spose infelici * * * - - valutazione media: 3,14 su 34 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

il paese delle storie sospese Valutazione 2 stelle su cinque

di Andrea D


Feedback: 435 | altri commenti e recensioni di Andrea D
martedý 15 novembre 2011

E' vero che nel cinema si ritrovano tutti i pregi o i difetti del Paese in cui quel cinema si fa, ma se, soprattutto una volta, questo riscontro avveniva sotto un punto di vista critico, adesso più di una volta succede il contrario: ci si fa forza di tutti quei difetti, li si esaltano, li si romanzano e li portano sullo schermo. Poi si avvolge tutto in una specie di landa desolata e decontestualizzata, in cui i personaggi si muovono senza sapere perché, buttati là dal nulla, come se non fossero mai nati e non ci fosse bisogno di indagare troppo sul loro passato personale. Così è tutto più evanescente, è più "artistico", e ci si risparmia un bel po' di impegno. Tutto succede perché succede, e chissà perché. E ci si risparmia anche di scrivere dei dialoghi verosimili, con la scusa della sospensione. Anzi, ci si risparmia di scriverli quasi del tutto! Allora sarà un film soprattutto "visivo"? Va bene, vediamo il piano visivo: ci si diverte a far sguazzare i protagonisti nel fango con occhio compiaciuto, e poi si fa la morale sull'inquinamento del paesaggio. Rapporto amore/odio con la terra, qualcuno dirà. Chiamiamola contraddizione, invece. E' proprio il caso del Paese delle Spose Infelici, che parte con la situazione di alcuni ragazzi e si ritrova con incertezza di fronte a un bivio tra due storie da narrare e da far incastrare. Una, quella del futuro calcistico di uno dei ragazzi. L'altra, quella della sposa infelice, vista come una figura religiosa e perciò (apparentemente) eterea. Ma il semprelodato calcio, alla fine, diventa lo sfogo di tutte le mancanze, dei desideri non realizzati, compreso il non poter mai avere la sposa infelice. A un certo punto, quando un'intera scena è dedicata ad una delle partite ed è enfatizzata il più possibile, si capisce l'intento del film: un momento piccolo, come quello, per qualcuno può rappresentare il mondo. Ed è vero. Il problema, però, è che una serie di momenti piccoli non può rappresentare un intero film, che infatti arriva con fatica a quegli ottanta minuti, quasi consapevole del fatto che in fondo quello che si voleva dire si è detto già nella prima mezzora, e che si poteva esplicitare benissimo in un cortometraggio. Non si può tirare su un racconto per più di ottanta minuti con la scusa dei "momenti di sospensione", perché la linea che li separa dai momenti di vuoto nella sceneggiatura è stretta, e una bella confezione, il gusto per le inquadrature e per una fotografia curata (ma troppo contrastata) non possono sopperire alla carenza che sta in quello che si vuole raccontare.

[+] lascia un commento a andrea d »
Sei d'accordo con la recensione di Andrea D?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
70%
No
30%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
lorenza venerdý 18 novembre 2011
il racconto di un'etÓ sospesa
66%
No
34%

spettatori mediocri apprezzano una storia con un inizio e una fine perchŔ hanno bisogno di una traccia da seguire. il paese delle spose infelici non sembra girato non da un giovane esordiente, la regia si sente ed Ŕ forte. la storia Ŕ sospesa coome lo Ŕ l'adolescenza. bravo mezzapesa, ad maiora!!!

[+] la regia che si sente non Ŕ per forza la pi¨ forte (di andrea d)
[+] lascia un commento a lorenza »
d'accordo?
andrea d domenica 4 dicembre 2011
la regia che si sente non Ŕ per forza la pi¨ forte Valutazione 0 stelle su cinque
63%
No
38%

Cara Lorenza, una regia che si sente non Ŕ per forza una grande regia. O forse per te regia Ŕ solo saper muovere la macchina da presa nello spazio? Esistono regie che si fanno meno vedere ma che sono pi¨ efficaci, e che di nascosto muovono un intero film, con i personaggi al suo interno. E poi, cos'Ŕ questa storia degli spettatori mediocri che hanno bisogno di una traccia da seguire? Ma che stiamo parlando di Odissea nello Spazio e di Kubrick, che riesce a tenere in piedi un film senza una narrazione precisa?

[+] lascia un commento a andrea d »
d'accordo?

Ultimi commenti e recensioni di Andrea D:

Il paese delle spose infelici | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ | pierpaolovincenti
  2░ | andrea d
  3░ | lili_k
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdý 11 novembre 2011
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità