Tideland - Il mondo capovolto

Acquista su Ibs.it   Dvd Tideland - Il mondo capovolto   Blu-Ray Tideland - Il mondo capovolto  
Un film di Terry Gilliam. Con Jeff Bridges, Jodelle Ferland, Janet McTeer, Brendan Fletcher, Jennifer Tilly.
continua»
Titolo originale Tideland. Drammatico, durata 122 min. - Canada, Gran Bretagna 2005. - Officine Ubu uscita mercoledì 31 ottobre 2007. MYMONETRO Tideland - Il mondo capovolto * * 1/2 - - valutazione media: 2,58 su 62 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
hop-frog venerdì 9 novembre 2007
la fantasia come unico antidoto per la realtà. Valutazione 5 stelle su cinque
70%
No
30%

Ci sono autori che con il passare del tempo si raddolciscono, moderano i propri termini e le proprie convinzioni. Terry Gilliam non è mai invecchiato, anzi oggi più che mai sembra diretto verso un cinema sfrontato e di grande carica eversiva, normalmente appannaggio perlopiù di giovani registi infervorati. "Tideland" matura durante la frustrante esperienza con i fratelli Weinstein sul set de "I Fratelli Grimm". Inacidito e stanco di non poter dare al suo film l'impronta cupa e pessimista che desidera, Gilliam lascia a metà il montaggio dei Grimm e se ne parte in Canada a girare questa incubotica discesa di una moderna Alice in un Paese delle Meraviglie tenebroso e macabro. Un film piccolo, indipendente, personale, in cui la poesia finalmente non è bandita per contratto. [+]

[+] lascia un commento a hop-frog »
d'accordo?
giuseppe marino martedì 13 novembre 2007
allucinazione nera senza compromessi Valutazione 4 stelle su cinque
68%
No
32%

Se è vero,come è vero,che la storia contemporanea è condensata nel grumo di vomito sui baffi di Benicio Del Toro,in Paura e Delirio a Las Vegas,allora l’opera dell’ex Monty Phyton Terry Gilliam ha un’importanza specifica più vicina a quella accordata da selezionate schiere di fans,che a quella negata da critici scettici. La sua precedente opera,I Fratelli Grimm,pur dotata di tocchi autoriali riconoscibili ed apprezzabili,era certamente più pacificata,con inedite strizzatine d’occhio al mercato ed alla noia.Da qui la sorpresa d’aver assistito,con Tideland,alla performance più anticonformista dell’autore.Un rifiuto radicale delle canonizzate leggi hollywoodiane,a favore di un’espressione del fantastico nera, spesso marcia e disturbante,una strutturazione dell’intreccio che, nella costruzione di una favola,riesce a concedere poco o nulla alla realizzazione delle aspettative del pubblico. [+]

[+] lascia un commento a giuseppe marino »
d'accordo?
no_data venerdì 20 dicembre 2013
anticonvenzionale ma lezioso Valutazione 2 stelle su cinque
71%
No
29%

 Jeliza-Rose, fanciulla orfana di genitori tossicodipendenti, rimasta sola dopo la morte del padre, in una casa in aperta campagna rovinosa e isolata dal mondo, inventa un "mondo capovolto", fatto di individui bizzarri e situazioni paradossali, in cui poter crescere trovando rifugio dalla realtà.

Opera assolutamente singolare, dallo stile narrativo che commistiona fiabesco, tragico e grottesco. Il nucleo fondante è il dramma di una bambina rimasta priva di riferimenti e che si ritrova costretta a crescere anzi tempo: si trucca, si atteggia da vera donna, nega a se stessa la morte del padre, in un crescente patetismo portato al culmine nelle scene di affettuosità verso il genitore morto. [+]

[+] lascia un commento a no_data »
d'accordo?
andrea levorato sabato 22 ottobre 2011
il più delirante tra i film di terry gilliam Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Tideland – Il mondo capovolto ****1/2
Produzione: Canada 2005
Genere: Grottesco, Drammatico, Fantastico, Commedia
Attori principali:
Regia: Terry Gilliam, Jeff Bridges, Janet Mc Teer, Brendan Fletcher
Trama:
Jeliza-Rose (Ferland) ha perso la mamma morta di overdose. Va a vivere col papà (Bridges), anche lui tossicodipendente, in campagna, ma la tragedia è in agguato.
Mini recensione:
“Tideland” è una delle esperienze cinematografiche più sensazionali di tutti i tempi. È il più dolce tra gli incubi e il più spaventoso tra i sogni, un saggio fatto di decadenza, quasi putrefazione (come Bridges). [+]

[+] lascia un commento a andrea levorato »
d'accordo?
franco cesario giovedì 21 luglio 2011
il perchè del copovolgimento del mondo Valutazione 3 stelle su cinque
63%
No
38%

Terry Gilliam rende speciale qualsiasi cosa tocchi anche una storia apparentemente semplice come quella di Tideland. Nel suo solito ed inconfondibile stile volutamente confusionario e visionario, che rappresenta un marchio di fabbrica più che un infinito ripetersi, ci racconta una favola moderna con gli occhi di una bambina (l’attrice in erba canadese a dir poco fantastica Jodelle Ferland) cresciuta prima del tempo a causa della sciagurata famiglia che si ritrova. I personaggi di Gilliam sono sempre doppi se non tripli, nascondono al loro interno sia lo Yin che lo Yang (un po’ come tutti noi d’altronde) spesso folli, reietti e sui generis, come questo pazzo mondo che ci circonda e che non decide di darsi una regolata. [+]

[+] lascia un commento a franco cesario »
d'accordo?
emanuelemarchetto sabato 18 marzo 2017
imperfetto, ma libero! Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Tratto dal romanzo omonimo di Mitch Cullin.
Da cosa si riconosce un regista geniale? Verrebbe da dire dai suoi capolavori; ma è più interessante valutarne i lavori meno riusciti. Si perché un grande regista è incapace di fare film davvero pessimi. 
Questo è il caso di Terry Gilliam, regista di capolavori come "Brazil", e di film di culto come "Paura e delirio a Las Vegas". [+]

[+] lascia un commento a emanuelemarchetto »
d'accordo?
vjarkiv domenica 1 dicembre 2013
il film più disturbante di gilliam... Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

Il film più disturbante di Gilliam, al punto che lo stesso regista ha deciso di mettere una sua presentazione per la versione home video.
La scena iniziale in cui la piccola Jeliza-Rose (una straordinaria Jodelle Ferland) prepara la dose per il padre tossico, è la premessa per far capire allo spettatore a cosa andrà incontro proseguendo nella visione. L'invito è a tuffarsi in un "mondo capovolto" liberato dalle stratificazioni pregiudiziali. Pur riconoscendo al regista una sincerità di intendi, e caparbietà nel portare avanti progetti che possono naufragare (vedi il Don Chisciotte), ci troviamo di fronte ad un'opera forse non del tutto riuscita, ma sicuramente con forti connotazioni dolenti che certamente non lascia indifferenti. [+]

[+] lascia un commento a vjarkiv »
d'accordo?
stefano pariani venerdì 14 gennaio 2011
un mondo capovolto di folli meraviglie Valutazione 3 stelle su cinque
67%
No
33%

Jeliza Rose (Jodelle Ferland) è una bambina di dieci anni figlia di due tossicodipendenti, che, in seguito alla morte della madre, intraprende col papà Noah, ex rockstar sul viale del tramonto (Jeff Bridges), un viaggio verso una fatiscente e disabitata casa sperduta in mezzo alla campagna. Rimasta orfana anche del padre, passato a miglior vita per overdose, la piccola Jeliza si ritrova completamente sola e dà sfogo a tutta la sua fervida fantasia, trasfigurando la realtà che la circonda in un mondo agrodolce e tutto suo. Ecco quindi che lo schermo si popola teste mozze di bambola che improvvisamente si animano e prendono a parlare, scoiattoli che si comportano come impertinenti grilli parlanti e sconfinati oceani dorati di grano abitati da fantomatici squali. [+]

[+] lascia un commento a stefano pariani »
d'accordo?
fidelioavs lunedì 18 gennaio 2021
scioccante Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

TideLand o la terra della marea, è un film piuttosto criptico di Terry Gilliam, su soggetto di Mitch Cullin. Il contesto è piuttosto macabro, interpretato da figure sia grottesche che fiabesche, esse si muovono in uno scenario surreale. Ciò che regge questa realtà distorta, fatta di episodi di vita devastanti, sono gli occhi onirici della protagonista. I sogni ad occhi aperti di Jeliza Rose percorrono il linguaggio tipico degli archetipi, frutto dell'inconscio. Per comprendere l'intenzione del regista, bisognerebbe riferirsi anche alla cinematografia di Peter Weir, che è un maestro e contemporaneo della sua epoca, mi riferisco in particolare all'Ultima Onda (The Last Wave). [+]

[+] lascia un commento a fidelioavs »
d'accordo?
fidelioavs lunedì 18 gennaio 2021
suggestivo Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

TideLand o la terra della marea è un film molto criptico di Terry Gilliam, su soggetto di Mitch Cullin. Il contesto è piuttosto macabro, interpretato da figure sia grottesche che fiabesche, esse si muovono in uno scenario surreale. Ciò che regge questa realtà distorta, fatta di episodi di vita devastanti, sono gli occhi onirici della protagonista. I sogni ad occhi aperti di Jeliza Rose percorrono il linguaggio tipico degli archetipi, frutto dell'inconscio. Per comprendere l'intenzione del regista, bisognerebbe riferirsi anche alla cinematografia di Peter Wire, che è un'altro maestro e contemporaneo della sua epoca, mi riferisco in particolare all'Ultima Onda (The Last Wave). [+]

[+] lascia un commento a fidelioavs »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Tideland - Il mondo capovolto | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 11 | 12 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
mercoledì 31 ottobre 2007
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
venerdì 15 gennaio
Disincanto - Stagione 3
venerdì 1 gennaio
Cobra Kai - Stagione 3
giovedì 31 dicembre
Sanpa: luci e tenebre di San Patri...
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità