The Last Will and Testament of Rosalind Leigh

   
   
   

Lector in fabula (horror) Valutazione 4 stelle su cinque

di PeerGynt


Feedback: 20391 | altri commenti e recensioni di PeerGynt
sabato 15 settembre 2018

Una voce fuori campo (l'ottima Vanessa Redgrave) lamenta la lunga lontananza dal figlio e l'oceano di solitudine che l'ha avvolta negli ultimi anni della sua vita. Si rivolge al figlio, in quella che potrebbe essere una lettera (o forse solo un monologo), e dalle sue parole sappiamo qualcosa del protagonista, Leon, il figlio della donna: che suo padre si è suicidato gettandosi da un ponte quando lui era un ragazzo; che i suoi genitori erano affiliati di un gruppo religioso, la Setta degli angeli, e per quello da allora Leon ha perso la fede e si è allontanato dalla madre; che la madre, morendo, ha lasciato tutto a lui, l'adorato figlio (che ha però anche terrorizzato, da piccolo, con le sue manie religiose).
Ora, all'inizio del film, Leon viene a rivedere la casa dove ha vissuto bambino e nella quale non torna da tempo. E lì si trattiene a dormire. Con quale risultato, lo vedrà chi vorrà vedere il film.
Piccolo gioiello dell'horror gotico, è un film lento dedito a curare con particolare amore le atmosfere e la location. Quindi, silenzi notturni e rumori sospetti, visitatori che non vediamo e sulla cui appartenenza al mondo dei vivi sorgono forti dubbi, strane ombre acquattate negli angoli, che potrebbero essere e forse non sono, una casa gotica piena di oggetti.
Sembra un film fuori dal suo tempo. Lo amerà chi guarda ancora i grandi horror degli anni '50-'60 (si pensi ad esempio a "The innocents", 1961 di Jack Clayton) o gli horror psicologici degli anni '70 (e qui il pensiero va a "Images", 1972 di Robert Altman). Lo amerà anche chi, ormai stufo del found footage e della mdp a spalla che hanno invaso l'horror odierno, apprezzerà lo stile classico e il lento girovagare della mdp all'interno della casa della madre, stipata di statue inquietanti e oggetti apparentemente innocui. Lo amerà infine chi non disprezza i film che non scelgono in modo definitivo di che colore è la realtà che ti presentano davanti agli occhi. Sì, ci sono delle figure che sbucano dalle tenebre o che parlano attraverso le porte: sono vere o frutto dell'immaginazione di Leon? Sono negative o positive? Angeli o demoni? Sono lì per proteggerti o per perderti? Allo spettatore il compito di completare il racconto. E questo rende grande questo film.

[+] lascia un commento a peergynt »
Sei d'accordo con la recensione di PeerGynt?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di PeerGynt:

Vedi tutti i commenti di PeerGynt »
The Last Will and Testament of Rosalind Leigh | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1░ | gianlucarinaldi
  2░ | peergynt
Scheda | Cast | News | Poster | Frasi | Pubblico | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità