L'eclisse

Un film di Michelangelo Antonioni. Con Monica Vitti, Francisco Rabal, Alain Delon, Louis Seigner, Lilla Brignone.
continua»
Drammatico, b/n durata 125 min. - Italia 1962. MYMONETRO L'eclisse * * * * - valutazione media: 4,10 su 18 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

L'ECLISSE DEL SENTIMENTO Valutazione 5 stelle su cinque

di fedeleto


Feedback: 49130 | altri commenti e recensioni di fedeleto
mercoledì 6 novembre 2013

Vittoria rompe con il suo fidanzato Riccardo,decisa cosi ora a vivere un'altra vita conosce un uomo che gioca in borsa e aiuta la madre in questo campo.Avranno un'attrazione,ma quando un giorno si daranno un'appuntamento nessuno dei due verra'.Antonioni dirige uno dei suoi capolavori,incentrato tematicamente ancora una volta sull'incomunicabilita'.Se LA NOTTE finiva all'alba,L'ECLISSE inziia all'alba,Vittoria che nella prima scena lascia Riccardo e' decisamente una scena da antologia.Vittoria infatti gira nella stanza senza star ferma tocca oggetti(una cornice,il divano,la tenda) sembra che la sua stabilita' non vi sia piu',non c'e' sicurezza ne chiarezza.Riccardo impotente accetta la decisione della donna disteso su un divano immobile al contrario di lei ,poiche' lei non vuole appoggi o sicurezze al contrario di lei che invece arriva a togliere la tenda e mostrare la spettralita' di un paesaggio che e' quello dell'acquedotto dell'eur,anch'esso vuoto come Vittoria,che non sa cosa se lo ama o non lo vuol sposare.La scena metaforicamente simboleggia ancora una volta l'incomunicabilita' di due personaggi prigionieri nella confusione dei sentimenti Notevole rimane anche la scena della borsa,dove Vittoria vi si reca per vedere la madre,donna vedova che trova nel denaro una sicurezza,Piero invece e' il ragazzo che lavora ininterrottamente ,che non puo' star fermo e che deve far si di guadagnar sempre ,Antonioni ci immerge nel mondo della borsa e lo fa in stile quasi documentaristico,ma la confusione che alberga nel settore e' un esempio di come l'economia,il materialismo o meglio il capitalismo sia un vero scannatoio di persone che perdono o guadagnano milioni.Ma la curiosita' in questa scena e' anche un'altra,prima nel film regnava il silenzio poiche' i sentimenti erano confusi,ora vi e' baccano e confusione proprio perche' il materialismo al contrario della spiritualita' e' confusione vera.Vittoria inoltre poco dopo a fine serata si trova a casa di un'amica che viene dal Kenya,in un clima decisamente selvaggio,in mezzo a molti oggetti che ricordano l'africa ,Vittoria arriva a travestirsi da nera africana,inizia una danza tribale ,essa e' preda di una liberta',di una nuova identita'.Si passa poco dopo ad una scena che esprime la comunicabilita' del suono(come in l'avventura le campane che rispondevano al suono),la ragazza e' colpita dal suono di alcune aste di metallo,un rumore leggero,ma pur sempre una comunicazione,debole ma regolare e calma,lontano anni luce da quella confusione della borsa dove si reca il giorno dopo.La ragazza inoltre segue un uomo che ha perso alla borsa incuriosita',per lei acquista tutto un nuovo significato,c'e' purezza in lei ,c''e' dubbio e dunque vita,una sorta di alice nel paese delle meraviglie che si emoziona se vede delle nuvole.Ma i sentimenti sono confusionari e difficili.Nel momento in cui conosce Piero e lo frequenta ne e' attratta ma ancora una volta dubbiosa ,il ragazzo non manca di cinismo,(soprattutto la scena in cui muore un ragazzo con la sua macchina e lui si scoccia che si e' rovinata la carrozzeria),ma i due nonostante tutto passano le notti insieme.Arrivera' il momento di darsi un'appuntamento,il luogo dove si sono fermati e baciati,Vittoria lascio' una scheggia di legno in un barile e Piero una scatola di fiammiferi,non arrivera' nessuno dei due perche' capiscono che qualcosa non funziona,Piero non risponde piu' al telefono,lui che non stava fermo un attimo,che un silenzio valeva miliardi,ebbene forse capisce che innamorasi lo portera' a questo.Vittoria scende le scale e guarda su,una metafora di come i due siano su piani differenti.Ma i protagonisti finali rimangono gli oggetti del luogo dell'appuntamento che non avverra' mai,i luoghi conservano la memoria di quello che e' stato ,ma ora sono loro che dominano la scena,e un titolo minaccioso di gara atomica si legge sul giornale,forse e' prossima una catastrofe?un mondo senza dubbio inquinato da questo squallido massacro del capitalismo,forse sta arrivando qualcosa che distruggera' e inaridira' i sentimenti dell'uomo oramai privato della consapevolezza di saper amare.Un capolavoro come pochi.La sceneggiatura di Antonioni e Guerra e la collaborazione di Ottieri e Bartolini funziona,criticato molto per la sua sconnessione,ma in realta' l'unica sconnessione che esiste e' quella dei sentimenti,un mondo dove non si sa piu' nulla del futuro,e delle emozioni,Gianni di Venanzo sempre magistrale e ottimo il montaggio di Eraldo Da Roma.Monica Vitti straordinaria nella sua fragilita' del personaggio,Delon cinico come non mai.Antonioni poeta indiscusso che esprime il disagio dell'uomo in immagini che rimangono indelebilmente nella mente dello spettatore.

[+] lascia un commento a fedeleto »
Sei d'accordo con la recensione di fedeleto?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
90%
No
10%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di fedeleto:

Vedi tutti i commenti di fedeleto »
L'eclisse | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | m.d.c
  2° | fedeleto
  3° | greatsteven
Rassegna stampa
Gian Luigi Rondi
Festival di Cannes (1)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 25 novembre
High Life
Galveston
martedì 17 novembre
La Gomera - L'isola dei fischi
Gli anni amari
La vacanza
Gauguin
mercoledì 11 novembre
Volevo nascondermi
giovedì 5 novembre
L'amore a domicilio
Just Charlie - Diventa chi sei
Almost Dead
mercoledì 4 novembre
Una intima convinzione
mercoledì 28 ottobre
La partita
mercoledì 21 ottobre
L'assistente della star
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità