Il cacciatore di aquiloni

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il cacciatore di aquiloni   Dvd Il cacciatore di aquiloni   Blu-Ray Il cacciatore di aquiloni  
Un film di Marc Forster. Con Khalid Abdalla, Homayoun Ershadi, Shaun Toub, Atossa Leoni, Saïd Taghmaoui.
continua»
Titolo originale The Kite Runner. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 131 min. - USA 2007. - Filmauro uscita venerdì 28 marzo 2008. MYMONETRO Il cacciatore di aquiloni * * 1/2 - - valutazione media: 2,91 su 249 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

gli aquiloni volano alto, ma non troppo Valutazione 3 stelle su cinque

di andrea


Feedback: 0
lunedì 31 marzo 2008

Due ragazzi sono legati da una forte amicizia nella Kabul anni Settanta, e partecipano a delle grandi gare con gli aquiloni. Amir è il figlio di un ricco afgano, Hassan è il figlio del suo servo. Il primo faticherà a sopportare il rapporto di passiva "inferiorità" da parte del suo amico, e colpito dal senso di colpa - che però non viene reso benissimo - farà in modo che lasci la sua casa. Trent'anni dopo, gli aquiloni non volano più su Kabul, gli alberi in città sono stati spezzati, e Amir, emigrato negli Stati Uniti, scopre che Hassan, ormai ucciso dai talebani, era suo fratello. C'è un solo modo per redimersi: recuperare il figlio dell'amico, prigioniero di un vecchio nemico della sua infanzia. La regia di Foster è apprezzabile, non c'è sicuramente un grosso intervento autoriale, ma della pellicola si apprezza in particolare l'aver evitato scivolate nel patetismo, rischio che è sempre in agguato in storie toccanti come questa. E' un film che emoziona in modo alternato, ma durante la visione ci si interroga se non sarebbe stato possibile fare di più. Risposta: assolutamente sì. Una trama così bella nelle mani di un altro regista sarebbe diventata qualcosa di molto più empatico. Perché è questo il difetto de "Il cacciatore di aquiloni": non tutte le sequenze hanno una sufficiente empatia, o almeno, non quanto ci si aspetterebbe. Ecco perché si parla di "libro migliore del film", continuando a non capire la diversità dei linguaggi, e il fatto che ai registi si richiedono "fotocopie in celluloide" dei romanzi, anziché cercare di utilizzare le potenzialità specifiche del cinema (che la letteratura non ha, così come il cinema non possiede le stesse della letteratura) e sfruttarle. Perché non si vuol capire che ci sono cose che le parole non possono dare, e perché i registi di oggi non sfruttano questa capacità del cinema, cercando soltanto una fedeltà meramente narrativa col testo letterario? Beh, non tutti i registi purtroppo sono Visconti, e non tutte le trasposizioni sono "Morte a Venezia". Quindi, in un panorama cinematografico pressoché catastrofico, applaudiamo il film di Foster come un discreto prodotto del quale non ci si dovrebbe troppo lamentare, e grazie al quale si dovrebbe riflettere su temi universali - non trattati in modo banale - quali il razzismo e il fanatismo religioso, e tutto il male che possono produrre. Durante la lapidazione della donna, ci si chiede: "Il mondo non sarebbe migliore senza le religioni?". Per finire, una curiosità personale: uno spettatore accanto a me, al termine della proiezione, ha detto: "Niente male, ma un po' lento...". Avete capito, non era abbastanza "veloce" per lui. Non sapevo che i film fossero diventati corse automobilistiche. La prossima volta, se vedo un film "lento", evito di portarmi il casco. E ci credo che si finisce per dire che film come questi sono lenti, se dalla mattina alla sera si viene bombardati da una serie di immagini televisive e videoludiche vuote e velocissime! A chi va dicendo che questo film è lento, consiglio di andare a fare una partita… non con la playstation, ma con gli aquiloni.

[+] lascia un commento a andrea »
Sei d'accordo con la recensione di andrea?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
72%
No
28%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
reiver lunedì 31 marzo 2008
bravo!
17%
No
83%

Anch'io non sopporto l'espressione "film lento".Ormai mi risuona nella testa.Per chi vuole vedere un film "veloce" ecco un consiglio:scaricare una pellicola lentissima sul cellulare e poi salire in macchina con me.Gli farò gustare la visione a 180 km/h,così il film sembrerà molto più rapido...eh eh eh.Comunque complimenti,come al solito ottima recensione!

[+] lascia un commento a reiver »
d'accordo?
lilli lunedì 31 marzo 2008
complimenti andrea
75%
No
25%

Una bella recensione davvero..sto aspettando questo film da quando,in una settimana,l'anno scorso ho divorato il meraviglioso libro da cui è tratto.Io capisco il tuo discorso circa la diversità di linguaggi tra cinema e letteratura e lo condivido.Non discuto sulla massima libertà che dovrebbe avere un regista e ammetto anche la non-fedeltà al romanzo se questa è mossa dall'intento di aggiungere qualcosa alla storia narrata dallo scrittore e non a sminuirla(ad es.cambio di ambientazioni oppure non so..qualsiasi cosa..ora non mi viene in mente).Però devo essere sincera:la cosa che davvero non sopporto nei film tratti da libri è che si cambino i dialoghi.Se si sceglie di inserli,questi devono essere ripresi nel modo più fedele possibile altrimenti si rischia di perdere tutto il senso. [+]

[+] lascia un commento a lilli »
d'accordo?
gabriella lunedì 31 marzo 2008
meglio lumet
0%
No
0%

...

[+] lascia un commento a gabriella »
d'accordo?
andrea lunedì 31 marzo 2008
per lilli e reiver
50%
No
50%

Grazie, Reiver e Lilli, siete sempre molto gentili e mi fa piacere scambiare opinioni e sensazioni con persone intelligenti come voi. Comunque, ho letto che Foster è stato molto fedele al romanzo di partenza, anche nel riportare i dialoghi. Secondo me, si può cambiare anche la forma del dialogo, lasciandone inalterato il senso, o modificarlo del tutto, sempre se in meglio. Il problema del lettore che guarda il film, però, subentra, ed è l'affetto che ha nei confronti del libro letto, che non gli permette quasi mai di giudicare con sufficiente oggettività il film, facendo paragoni che non andrebbero fatti. E' come paragonare un brano musicale a un quadro, sono due linguaggi diversi il cinema e la letteratura, in comune hanno solo l'aspetto narrativo. [+]

[+] lascia un commento a andrea »
d'accordo?
lilli lunedì 31 marzo 2008
è vero
50%
No
50%

E'vero l'affetto per il libro fa tanto..vedrò di sviluppare quest'oggettività di giudizio in futuro perchè mi rendo conto che hai ragione ;) La battuta sul regista mi ha fatto ridere eh eh.

[+] lascia un commento a lilli »
d'accordo?
maryluu lunedì 31 marzo 2008
complimenti
50%
No
50%

Complimenti Andrea. Ottima recensione come sempre. Concordo sul discorso libro-film: sono due generi imparagonabili( L'ho sostenuto anche in io sono leggenda). Anche se spesso chi ha letto il libro si aspetta di rivivere le stesse emozioni nel film e con questo concordo con Lilli, a volte risentire gli stessi dialoghi immaginati con tanta intensità da un punto in più al film , quando trasposto da un libro. In ogni caso spero di andare a vedere questo film presto. Mi incuriosisce molto e questo anche grazie alla tua splendida recensione. Ciaooo

[+] lascia un commento a maryluu »
d'accordo?
andrea lunedì 31 marzo 2008
per maryluu
0%
No
0%

Grazie, Maryluu. Vale la pena vederlo, se avessi potuto gli avrei messo 3.5 di voto, ma qui non esistono le mezze stelline...

[+] lascia un commento a andrea »
d'accordo?
luc lunedì 31 marzo 2008
ottimo andrea
67%
No
33%

condivido totalmente il tuo discorso sul rapporto letteratura-cinema, anche se mi riguarda poco (leggo pochi romanzi). per quanto riguarda il possibile aumento di empatia che la forza espressiva del cinema potrebbe dare e che non viene sfruttata, aspettiamo fiduciosi il regista-messia del futuro, ovvero...andrea! se poi, vedendo i soldi, diventerai un vanzina, ti frusterò sulle gengive. sto film pare succulento, religione, stupri omosex, adulteri lapidati, roba da luc...

[+] lascia un commento a luc »
d'accordo?
andrea martedì 1 aprile 2008
per luc
0%
No
100%

Grazie, Luc. Piuttosto che diventare un Vanzina, preferirei un altro mestiere. Comunque l'idea di cinema che si potrebbe fare, che ho io, sta diventando sempre più utopica. Il film te lo consiglio, non è un capolavoro, ma ne potresti trarre interessanti spunti.

[+] lascia un commento a andrea »
d'accordo?
andrix domenica 6 aprile 2008
andrea er copione del web
33%
No
67%

COME TI SEI PERMESSO DI RUBARMI IL COMMENTO DEL FIM DAL MIO BLOG.Con la speranza che ti sia arrivato il messaggio Andrix.

[+] lascia un commento a andrix »
d'accordo?
andrea domenica 6 aprile 2008
andrix, io non so chi tu sia
100%
No
0%

Andrix, io non so chi tu sia, e non ho copiato nulla. Non ho mai copiato recensioni in vita mia, non ne ho bisogno, e i miei amici del forum te lo possono confermare. Qual è il tuo blog? Chi lo conosce? Dammi il link, e fammi vedere la tua recensione! Roba da matti.

[+] lascia un commento a andrea »
d'accordo?
maryluu lunedì 7 aprile 2008
per andrix er mega copy
100%
No
0%

Secondo me sei tu che hai ricopiato la recensione di Andrea nel tuo blog ( se esiste) spacciandola per tua. Siamo proprio curiosi di vedere il tuo blog e l'ora e il giorno di inserimento della recensione. Lo stile di Andrea è inconfondibile quindi se c'è un COPIONE quello sei di certo TU....

[+] lascia un commento a maryluu »
d'accordo?
reiver lunedì 7 aprile 2008
per andrix
100%
No
0%

Seeee ,certo.Copiamo tutti da te.Chi è che non ti conosce?Anch'io ho copiato una decina di recensioni dal tuo blog.Se vuoi essere pagato passa dalla mia redazione,ti darò tutto quello che ti spetta e anche di più.

[+] lascia un commento a reiver »
d'accordo?
lilli lunedì 7 aprile 2008
do- re- ciak-gulp
100%
No
0%

Non ci posso credereeeeeeeee!!!!!!Stiamo parlando con Andrix??????Il vero Andrix??????Quello che scrive quelle stupende recensioni che leggo e scopiazzo sempre con tanta cura?Sono emozionata.Ma chi ti credi di essere Vincenzo Mollica(un mitoooooo)?Se sto blog esiste sul serio comunicaci davvero il link magari ci facciamo una cultura.Goodbye my darling...

[+] lascia un commento a lilli »
d'accordo?
luc lunedì 7 aprile 2008
a volte...
100%
No
0%

...su sto forum mi sento come jack nicholson in "qualcuno volò sul nido del cuculo". spero di non fare la sua fine, però è divertente...uno spaccato del panorama psichiatrico italiano odierno.

[+] lascia un commento a luc »
d'accordo?
andrea lunedì 7 aprile 2008
grande "qualcuno volò"...
100%
No
0%

Grande film e grande Nicholson.

[+] lascia un commento a andrea »
d'accordo?
luc martedì 8 aprile 2008
ho partorito..
0%
No
0%

..apocalypse now, un'osso duro!

[+] lascia un commento a luc »
d'accordo?
carmen giovedì 1 maggio 2008
condivido
0%
No
0%

si, sono d'accordo con diversi punti della tua recensione:-il patetismo evitato;-la diversità dei linguaggi letterario/cinematografico,che non necessariamente devono condizionarsi;- sul tenore di velocità dei film, che oggi viziano gli spettatori(ma soprattutto quelli di film di genere)

[+] lascia un commento a carmen »
d'accordo?
giulia lunedì 16 marzo 2009
ciao andrea
0%
No
0%

volevo dirti...sai quando compare la madre di Hassan?e perchè Amir ritorna dalla america nella sua terra?RISPONDI AL PIù PRESTO...grazie Giulia

[+] lascia un commento a giulia »
d'accordo?
Il cacciatore di aquiloni | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Golden Globes (2)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità