Padre Pio tra cielo e terra

Acquista su Ibs.it   Dvd Padre Pio tra cielo e terra   Blu-Ray Padre Pio tra cielo e terra  
   
   
   

Il segreto della pietra di Giada e LANCILLO.... Valutazione 5 stelle su cinque

di GIUSI


Feedback: 0
mercoledì 4 luglio 2007

________________________________________ Grassano Sei tu che mi hai dipinta come i fiori di ibisco; fragile e sfuggente perduta nei colori della giovinezza . Sei tu che colori le acque azzurre del Basendo a valle dei giardini ; i momenti quotidiani come alberi di neve e i profumi aerei quadrifogli goduti a primavera. Come panorama ti trasformi; in un' antica chiesa sei androne Medioevale. Sei un fiume di ricordi tra le pagine della storia. Di fresco vento e stormi di passeri ti trastullano in eco di fanciulli abbandonati sulle gradinate consumate. Quando i crepuscoli si abbrunano sei un groviglio suggestivo e a sera quando ti oscuri sei pietra colorata nei sogni sereni dei ricordi andati. GRASSANO Proemio Anastasia Sei venuto da Oriente col petto blu in fuori sotto l'androne di casa; in volo come nera procella, poggiandoti sull'unico fiore di ginestra. Sul balcone fatato mi hai baciata “come Anastasia”. Leggenda dell'amore Nel Cupido fanciullo vibra un anima pura, con lo sguardo rivolto verso la foce del Po; con la mano protesa, il vecchio porto mi chiama, in attesa dell'Amore: ha il calice dorato della Grande Madre; nell'amo segnato la ricchezza del re pescatore e la fanciulla con le due rose rosse raccolte nel bosco. Nel folto fogliame le rughe del vecchio amante, custodite insieme alle spine. Oh anima mia! Il vecchio giaciglio è come il letto del fiume: _inquietante", dove scorri tu con la mia vita! Scegli la gioia Scegli la gioia per celebrare la vita; al sorriso di un bimbo cancella il dolore. Cambia musica per inebriare il tuo mondo; scegli M.ozart Scegli il fiume segreto per narrare le tue vicissitudini alla foce segreta del Po. Dipingi l’ultima Cena con lo stesso linguaggio del Cristo; nei dipinti segreti l’uomo leopardiano. Perché un giorno conoscerai l’unica verità della fede e il sangue di Cristo inebriato dalla Maddalena. "Giuseppina Pontillo, è nata a Grassano (prov. di Matera) il 18.3.1960 risiede a Policoro via Brennero 26 . Nel 1994 sue poesie sono state lette da alcune emittenti radiofoniche regionali. Nel 1995 ha partecipato e vinto, a Pescara, il 7° Premio -Internazionale di poesia e narrativa "Gabriele D’annunzio". Nel 1996 ha partecipato a una lettura pubblica di poesia tenutasi al teatro "Francesco Stabile" di Potenza e al premio internazionale "Città di Pomigliano d’Arco" (Prov. Di Napoli). Nel 1997 ha partecipato, a Ferrandina, al concorso letterario "Poesia Donna". E’ stata pubblicata nell’antologia intitolata "Schegge di poesia e di narrativa di autori contemporanei" edita da Cronache Italiane (Salerno); Antologia Minerva; Antologia Latinitas;Antologia dei Sentimenti di Tina Piccolo ;Agenda dei poeti 2001,2003;raccolte poetiche:Anima, Sophya e i profumi d’Oriente, la Maddalena da Gerusalemme a Sorrento , Angelica, LIBRO EDITO Anastasia e Federico II 2005 Ecc… E’ mia madre E’ mia madre che quando sorride accende i lampioni davanti casa; è mia madre che non si nasconde la bocca vuota come la luna: è bella perché è mia madre; e quando la saluti pensando a domani non sai se quello è l’ultimo saluto. Per Te Per Te Ho indossato Le pesanti maschere Dell’Anticristo; Nelle vestigi antiche Ho colto la gelida neve Caduta sulle spoglie Dell’infernale Russia. Per Te "Anastasia Immortale" Ti volevo a me: Maschera crudele del Simbolismo! Per Te l’apparizione dell’Aurora; “Vergine “… Nelle vesti della Visitazione. I colori della gente Il sole diventa luna fratello fluitale abbraccia sorella eterea ; l’inganno conduce a un sentiero reale, porta notizie al Re Federico II: “l’AntiCristo”; dei Fanti e i colori della gente sono caduti nel dirupo della Geenna: sognano l’eterno ritorno del Cristo. Pier delle Vigne Amore… La luna Abbraccia le stelle; La donna amata Scende da Venere. Colmami di fuoco Angelo caduto. Odorose palme Brillano rugiada; Cogli questa linfa Nel calice amato Albero Ero… “Albero che si piega Sugli scogli della sventura”. Nel ventre di Eva C’è il seme amato. Abbracciami forte perla del tuo desiderio: Il mio Paradiso sei tu ”Pier”. Profezia del lupo Millennio.. nel viaggio di Dante; profumi d’essenze si adagiano nel volo del Falco. La donna sognatrice incanta; odo il suo eco nel viaggio infinito del Se. Amo questa ombra… come polvere di luna; amo questo sogno come due anime in un ampolla divina. So che sei qui o mio Federico: alone rovente nell’ultimo girone dell’Inferno. Brucerò le nostre essenze per averti come Sposo Divino: perché t’Amo polvere sul pianeta del Sole; profezia del Lupo nel terzo Millennio. "Giuseppina Pontillo, è nata a Grassano (prov. di Matera) il 18.3.1960 dove attualmente risiede. Nel 1994 sue poesie sono state lette da alcune emittenti radiofoniche regionali. Nel 1995 ha partecipato e vinto, a Pescara, il 7° Premio -Internazionale di poesia e narrativa "Gabriele D’annunzio". Nel 1996 ha partecipato a una lettura pubblica di poesia tenutasi al teatro "Francesco Stabile" di Potenza e al premio internazionale "Città di Pomigliano d’Arco" (Prov. Di Napoli). Nel 1997 ha partecipato, a Ferrandina, al concorso letterario "Poesia Donna". E’ stata pubblicata nell’antologia intitolata "Schegge di poesia e di narrativa di autori contemporanei" edita da Cronache Italiane (Salerno). Madonna della Nova Da tempo- Forma impura C’insegui nella parola. Non siamo "Noi" “Cielo senza sole”; Ci unisce Verbo.. "Disegno d’icona": O Madonna della Nova! Verità recondita Ci colori al popolo; Forme, struttura dell’ Io lontano. Siamo sterili pianure Dell’Essere; “Al monte insieme:” Come fedeli radiosi. La luce del giorno La luce del giorno Ci Illumina; Scalda le ombre. Il pensiero evanescente Dona pace Al tuo sorriso- E mai la notte E’ senza stelle! Sai Andromeda- Nel mio cuore c’era il tuo- “E mi bastava”: Anastasia t’appartiene! Salvami con le tue pietre Sei venuto dal cielo Coprendomi Di pietre; Portavi nelle tue mani Il mio amore. Brillavi di divino Nella tua nuova materia. Portavi tre doni: Musa Memoria E verità. Nel buio seminavi Tante rose E ogni sera Amavi solo lei. Nel cielo ogni notte Vagavi Portandomi via Dalla pesante materia. Un nome pronunciavi felice: E insieme “ il Noi” Sotto bianche luci di verità. Febbre di Merkabe In ascesa febbre di Merkabe; è un passo naturale questa ombra dell’umano. Febbre d’amore conosciuta su queste scale di cristallo! Uomo invisibile nei geni profani ti colori fuori dallo spazio. Il sole sulla pelle Cavallo di Troia- Viaggi nell’iperspazio; Alla fonte, Frizzanti carezze “ Fascino sulla pelle”! Un viaggio- L’ombra che dimora Rubandomi il soffio vitale. L’amore E’una prigione; è tempo di risvegli, vorrei amare come gli Dei! L'Arca dell'Alleanza Lacrime di gioia Sfavillano il mio cuore. Nelle scritture antiche: Pietra Storia “Arca dell’alleanza” Mistero (Tra Dio e l’uomo)." Sorride il mio Se “Dono del Divino”! Imploro i tuoi colori, Archetipo infinito; Arcangelo che sorridi Sulla tortuosa via Del Santuario. Spine di angeli amanti Era l’autunno del 1916, Un Angelo Apparve nel tabernacolo; Pose nel calice Un chiarore di stelle. Nel Blu La Vita e la Morte Si amarono- "Io ho amato te… Angelo pieno di spine ; Amante pieno di Spirito… Altissimo ed Eterno… Nell'Obolo di Caronte Nell’ Obolo di Caronte ti amai o mia Bianca e Rossa ombra del divino Amore.. Passione… Anima mia, affondi sul traghetto per l’Acheronte; "la tua anima"! La mia… Nell’ Obolo di San Pietro. Arco Felice Felice è il mare, Felice è l’azzurro. Sotto l’Arco Antico. Il Tempio mormora l'eco Degli inseparabili amanti. Pagine immemori Sopra pentagramma celeste. Sussurra lieta La luna nera Sulle vette del vulcano A Ponente Felice è anche Dio “Sulla pietra oscura “ Nel punto cruciale Del nodo finale; La campana di Padre Pio suona Sul quarto gradino Un interminabile melodia di Fa... Felici saremo, Nel punto d’unione con Dio: Abbracciati alla sorgente del Santo Vitriol! Immacolata Concezione Ho colto l’aurora Sul monte; Tocco di campane Questa forza di pensieri; I dipinti del “Leonardo” Hanno il sapore dell’occulto; Aprono visioni tridimensionali; Ho colto quel fiore E la vita mi ha fiorita: Candida Immacolata Concezione: “Primo fiore della Vita! Il vento è mia madre Con la sua unica verità: Il vento è mia madre Nel rito dell’iniziazione. Alla riva del mare Il passo danzante vibra nella nera procella. Con la sua unica verità: Il sole è mio padre “Nel volto del Signore”. Parlami ancora Verbo divino: Per te... Brucerei fuoco Nel tempio Eterno- alle porte dell’Inferno. Anastasia Amore Anastasia è amore- "Sui fiori vola"; La bianca schiuma Porta con se il ricordo D’Anastasia. Increspate Le foglie cadono: Hanno il rumore dei petali; Grandi emozioni! A riva lacrime : “ Sono pietre di Giada”- -Una sei tu-… o mio Amore! Padre Insicura oh padre! Nella luce dei gabbiani C’è la cantilena Del mio pianto; Nel gioco delle nuvole L’etereo tormento Della solitudine. Pur sei vero Gelido corpo Venuto dal Nulla; Sulla sabbia Mio granello d’amore. Abbraccio di ginestre Nel calice del Graal. Dal cielo Abbracci Di ginestre in fiore; Con ali spianate Voci di allodole Su alberi di lucuma, Cantavano Il nome del servo di Dio; Negli occhi già limpidi “Il cane fedele” Ti appare Tra rose sfiorite A leccare Nel calice del Graal. Cuore d'erba Fosti l’icona azzurrina, pezzo d’argento stilizzato in gocce di cuore; nel gioco d’amore la vita fu ricamo di bellezza in grandi occhi celestiali. Le tue ali tarpate un florido dolore di passione. Il tuo poema “cantico d’arte” su classico roteare di libellula; In un guscio, L’uomo-Dio; “Il mio uomo poeta” L’angelo metaforico Fui fiamma d’amore nel divino sognare. Così padrone del “Se”… Ti allontani, lasciando il mio cuore come tanti fili d’erba. La sposa di Pietro Sei nato lungo il fiume, mentre gemme cadevano dal cielo; colmavano un calice dalla mano protesa. Nel culto tu, un Dio pagano verso la tua unica sposa. Hai pianto dolore immemore sul suo bianco vestito. Parole idilliache scendevano a valle e il fiume indelebile ha travolto i tuoi ricordi. L'Io narrante d'Anais Ho abbandonato Il mio "Io narrante"… Chiedendo Alla luna capricciosa Il fiume D'innumerevoli stelle. Ho gioito in cuore Su questo gradino In ascesa; E perle Rotolano felici a valle Sui miei baci. Anastasia vive Anastasia è viva, “Federico” nasconde il suo idillio d’amore. Le parole nuotano nel largo mare; una bottiglia nasconde i tesori nel teschio di una perla . Una rosa bianca veleggia a Napoli. “Federico” “sarà quel Grande Amore”. Federico II e il Cavaliere Il mare infrange nel Paradiso sognato: suona i rumori d’oceano. Il silenzio si colora di sogni d’amanti; il Diletto avanza nel nome del Signore; non sa pregare- brucia d’Amore. Il Cavaliere parla di “Lui” sulla terra, vivo. Anastasia è Amore Anastasia è amore… Sui fiori vola la bianca schiuma, porta il ricordo d’Anastasia. Increspate le foglie cadono: hanno il rumore dei petali; grandi emozioni. A riva, lacrime : “sono pietre di Giada” -Una sei tu-… oh mio Amore! Re Artu' e la regina Costanza Un posto vuoto Alla tavola rotonda; voto sbiadito sulla croce; il Messia nel volto di Lancillotto. Scendono stelle- sembrano merkabe Divine. Agli inferi le fiamme d’amore; la regina Costanza riconoscente: di Lancillotto o di Federico II? Tu Elena degli Angeli Queste luci parlano d’amore; spogli gli alberi denudano l’anima… “Manfredi e la sua Elena” si cercano. Grande Principe dove cavalchi tu sbocciano fiori: “Tu sarai il fiore della Vita”- “Elena”conosce già la sua melodia. Heraclea La città vecchia ha la fresca poesia del silenzio. Questo antico casale pullula ombre: una evanescente. Ombre vere amano Heraclea come il guado della Vita: “la Tua”. L'Astronauta L'Astronauta Rapita dai gigli l’essenza vola da Venere. L’astronauta dalla brezza germoglia figure di umano; un Fiore: archetipo del Rosa è “Infinito.” Tra sogno e realtà Da tempo- "anima mia"; “vento tra sogno e realtà"- In altre vite fiori anima mia! Di te Federico ho seguito i tuoi amori. Sulle fiamme dell'Inferno “fui rapita dal tuo Impero.” Di Bianca ho respirato ll tuo amore. Rosa pura.. ha imbiancato questi rovi della tua Apulia. Nel nome di Surama: "Vento" questa pietra rosa. Oh mio Federico! Cercami come gassa d’amante nel tempio dell’Amore Eterno! Tu sai adagiarmi nell'oblio Tu sai adagiarmi nell’oblio- fuoco di primavera. Le nostre essenze sono rose mai appassite. Tu conosci l’infinito orizzonte nuvola evanescente d 'oceano. Tu.. Eterno unione d' anime; corpo ed atomo, odore di primavera, ricamo d' idilli sei le strade fiorite dell’essere? Tu … “Paradiso di Dio!”. Desiderio Porpora lucente, sfiori la tela sull’anima mia. Le strade Sono paesaggi di primavera; pullulano germogli in bianco fiore di loto. Tu ultimo gradino in ascesa; desiderio crescente, dolce Selene, tu mi sfiori ed io ti abbraccio: “è Dio il Sole”! Sogno Piazza di Spagna, I fiori arbusti, del celeste mare, le Crociate.. sublime divisa oh Federico”! Incanta Garibaldi… Storia del terzo Millennio! Sulla vetta.. Sono sulla vetta di questa nuda roccia; per respirare con te il profumo di questi anemoni; ho lasciato per strada il lezzo d'umano ed ora non riconosco più il profumo della mia pelle.. L'urlo straziante mi ha liberata l'anima; e ritorno a sognare con il mio Io Errante. Dalla vetta come rosa mistica ritorni a me come vento sulla nuda pelle- nei prati umidi; e infiniti colori non potranno cancellare mai questo viaggio d'anime. L'odore della felicità Non è stato un puro caso ad aver dominato i tuoi odori; al tuo cuore ho regalato l'odore della felicità. Ho nascosto il profumo in questa caverna; e al fascino dei tuoi pensieri ho comprato una "lira D'AMORE.. Il suo fazzoletto di violette Non mi avrebbe mai dato la sua mano; ne il suo fazzoletto di violette per asciugarmi le ferite; all'odore acre del tempo " mio fratello fluidale" colgo questa rosa col fluido della vita; e cinquanta monete d'oro non bastano per regalarti l'eternità.

[+] lascia un commento a giusi »
Sei d'accordo con la recensione di GIUSI ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
zorro domenica 2 dicembre 2007
tutto questo è molto bello...
0%
No
0%

...ma cosa c'entra con Padre Pio?O forse c'entra... complimenti a mymovies per questo scampolo surreale che avrebbe fatto invidia a Breton.Comunque, mi piacerebbe conoscerla questa Giuseppina. O anche giusi che ne ha scritto. O entrambe, o magari sono la stessa persona, chissà.

[+] lascia un commento a zorro »
d'accordo?
Padre Pio tra cielo e terra | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
giovedì 27 agosto
Dopo il matrimonio
mercoledì 26 agosto
Qua la zampa 2 - Un amico è per se...
giovedì 6 agosto
Last Christmas
Georgetown
Queen & Slim
mercoledì 5 agosto
Alice e il sindaco
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità