Il pomeriggio di un torturatore

Un film di Lucian Pintilie. Con Gheorghe Dinica, Radu Beligan, Joana Macaria, Coca Bloos.
continua»
Titolo originale L'Après-midi d'un tortionnaire. Grottesco, durata 88 min.
   
   
   

Un consiglio? Lo vedano anche gli Italiani Valutazione 4 stelle su cinque

di Francesco2


Feedback: 39376 | altri commenti e recensioni di Francesco2
domenica 4 agosto 2019

 Nel  2OO1, a pochi giorni dal terrificante 11 Settembre, la Giuria di Venezia ignoro questo film –mai distribuito in Italia-, a differenza di quella del 98, che aveva tributato una menzione importAAnte a “Terminus Paradis”. Eppure, in apparenza, la selezione del 2OO1  non aveva proposto titoli indimenticabili, e l’attenzione dei giudici presieduti da Nannni Moretti,  fresco di Palma d’Oro per la sua “Stanza del figlio”, si concentro su “Monsoon Wedding”, macedonia di folklore locale e riflessioni globalizzanti, sulla (tragi)commedia iraniana “Il voto è segreto’, sulla provocatorieta dell’austriaco ‘Canicola”, secondo molti vincitore morale.
Eppure Pintillie, sin dall’inizio, re-indossa i panni del provocatore, non piu mettendo in scena un maiale dall’ambiguissimo significato,che precede l’odissea dei protagonisti, ma dipingendo l’ex-torturatore come un apicultore, titolo di un film del collega Anghelopulos. L’ape è piccola, capace di suscitare simpatia come di risultare dannosa; ma probabilmente, qui, questo mestiere è legato alla contemplazione ed al silenzio, in antitesi alla precedente ed efferata attivita del personaggio.
A  differenza dell’opera precedente,  trattandosi di un’intervista  nessuno si muove o si sposta, se non qualche personaggio marginale che intende nascondersi per qualche istante. Eppure quella della giovane giornalista, che spesso fuma con gusto e tensione, è anch’essa una battaglia contro la rimozione di un passato da non dimenticare. Del resto, come ha commentato qualcuno a proposito del “Paradise” di Konchalovskij, il cinema puo svolgere anche la funzione, di archivio storico, e la giovane, con altri strumenti rispetto  quelli di Pintillie, “registra” delle informazioni miste alle sensazioni (non?) provate dall’intervistato.
Persino la sceneggiatura fu ignorata dalla Giuria “veneziana”tuttavia,  nonostante vezzi come il bambino a tratti ripreso, probabilmente un ricordo del passato, essa è equiparabile o forse superiore rispetto al film  precedente. La (non?) realta catturata è povera, spogli di qualsiasi agio materiale che non sia il registratoreportato dalla ragazza, ele espressioni dei protagonisti appaiono  anch’esse rassegnate, perse come in un vuoto senza speranza. Ma Pintillie non è Ken Loach, con le sue volenterose -ed a tratti autoironiche- storie di proletari dimenticati. La sua appare una cifra stilistica improntata all’ironia macabra, cui si accennava commentando le scene iniziali dei due film.  Gli esseri umani, anche quando appaiano morti, possono trovrsi ancora in vita,  e poi, magari, essere costretti  a morire per davvero.

[+] lascia un commento a francesco2 »
Sei d'accordo con la recensione di Francesco2?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Francesco2:

Vedi tutti i commenti di Francesco2 »
Il pomeriggio di un torturatore | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | francesco2
Scheda | Cast | News | Frasi | Pubblico | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità