Luci della città

Un film di Charles Chaplin. Con Charles Chaplin, Virginia Cherrill, Harry Myers, Florence Lee, Al Ernest Garcia.
continua»
Titolo originale City Lights. Commedia, b/n durata 86 min. - USA 1931. MYMONETRO Luci della città * * * * 1/2 valutazione media: 4,89 su 48 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
don nocola mercoledì 11 ottobre 2006
malincomico Valutazione 5 stelle su cinque
83%
No
17%

Volevo lasciare un commento per questo film, dato che nessuno lo ha ancora fatto. Questo film è un capolavoro indiscusso per vari aspetti. Inanzitutto per la sua realizzazione. Il sonoro era già presente da alcuni anni eppure Chaplin rifiutò di far parlare il suo vagabondo, ritenendo che con la pantomima si potesse esprimere tutto e il sonoro fosse un aggiunta superflua. Per questo c'è un lavoro registico superiore a quello di un film parlato, proprio per la capacità di far provare emozioni senza l'uso del suono, che pure c'è, nelle sarcastiche prese in giro delle qualità sonore dei film dell'epoca. E poi nella colonna sonora, scritta magistralmente dallo stesso Chaplin (come tutti si suoi film del resto). [+]

[+] lascia un commento a don nocola »
d'accordo?
valerio martedì 27 novembre 2007
oltre ogni dire Valutazione 5 stelle su cinque
85%
No
15%

Un capolavoro, come il 90% dei film del grande Chaplin. Una vera pagina di melodramma, a metà tra teatro e cinema. In Chaplin e nella Cherril parlano gli occhi, le mani. Se anche non ci fossero le schermate nere con un minimo di dialoghi si capirebbe tutto. CHE ATTORI, che sentimenti, che passioni. Come LA FEBBRE DELL'ORO e LUCI DELLA RIBALTA ridere, sognare, commuoversi e piangere risultano cose legate da un sottile filo che, però, solo un genio tuttofare come Charlot (attore, regista, compositore) sa tessere. Egli ha saputo leggere la vita e la portata sul grande schermo senza falsità e con tanta fiducia che anche nel male c'è il bene. Ce ne fossero ancora personaggi come lui!!!! Il cinema ne guadagnerebbe molto e chi esce dal cinema avrebbe più certezza che VALE LA PENA VIVERE LA VITA (come diceva Calvero in Luci della Ribalta).

[+] lascia un commento a valerio »
d'accordo?
fefè22 martedì 7 agosto 2012
chaplin : il genio Valutazione 5 stelle su cinque
79%
No
21%

Dopo aver visto questo capolavoro le unice parole che mi sono uscite dalla bocca sono state chaplin è un genio(non per niente ha avuta la piu lunga ovazione agli accademy awards) . Questo film è stato fatto nel 1931 e anche se il sonoro stava inizziando a diffondersi chaplin decise di fare quezsto film muto . Mai ci fu scelta piu azzaccata . Il film è una botta di vita divertentissimo e anche commovente , forse il suo migliore lungometraggio anche piu bello di mensieur verdoux , la febbre dell' oro ,luci della ribalta e tempi moderni . Una commedia in cui in qusi tutti i film di chaplin c' è una storia d' amore qui tra una donna cieca che fa la fiorara e lui un vagabondo che si finge ricco . [+]

[+] lascia un commento a fefè22 »
d'accordo?
chriss domenica 15 agosto 2010
e luce fu! Valutazione 4 stelle su cinque
77%
No
23%

Sir Charles Spencer Chaplin descriveva così, nel 1931, il suo vagabondo Charlot: "I pantaloni rappresentavano una rivolta contro le convenzioni, i baffi la vanità dell' uomo, il cappello ed il bastone i tentativi di dignità, gli scarponi i suoi impedimenti". Chi avrebbe potuto far meglio nel descrivere il suo personaggio? Chaplin si era dimenticato di dirci cosa rappresentasse la giacca stretta in vita: forse un altro impedimento? Che ci importa di ciò se "City Lights" è considerato uno dei maggiori successi del londinese più amato al mondo, tanto che tale film è stato scelto per la preservazione nel National Film Registry, nella biblioteca del congresso degli U. [+]

[+] lascia un commento a chriss »
d'accordo?
dandy venerdì 6 maggio 2011
nemmeno la fine del muto ferma charlot. Valutazione 5 stelle su cinque
80%
No
20%

Chaplin dedicò tre anni alla realizzazione di questo film,girando una quantità inconcepibile di pellicola,e rifacendone intere sequenze innumerevoli volte.Ma pur colto alla sprovvista dall'avvento del sonoro,seppe restare fedele al suo stile(cosa che sfortunatamente non accadde al suo collega Buster Keaton),dimostrandosi più che mai il genio cinematografico che era.Servendosi della consueta miscela di comicità e melodramma, analizza i tabù della vita sociale(specialmente dell'alta borghesia),e le differenze incolmabili tra ricchi e poveri.Dopo "Il circo",Charlot torna a erigersi paladino di una causa impossibile(ridare la vista a una povera fioraria cieca),scontrandosi contro mille ostacoli in un mondo dominato dal cinismo e dalla pazzia(esemplare il personaggio del ricco buono di cuore solo quando è ubriaco)uscendone come sempre sconfitto(ma il sempre memorabile finale stavolta lascia aperto uno spiraglio tra i due protagonisti). [+]

[+] lascia un commento a dandy »
d'accordo?
great steven venerdì 18 luglio 2014
charlot metropolitano fra ricchi e non vedenti. Valutazione 5 stelle su cinque
73%
No
27%

LUCI DELLA CITTà (USA, 1931) diretto da CHARLES S. CHAPLIN. Interpretato da CHARLES S. CHAPLIN – VIRGINIA CHERRILL – HARRY MYERS – HANK MANN § Charlot, vagabondo dal cuore d’oro, si prende cura di una giovane fioraia cieca e stringe amicizia con un milionario, al quale salva la vita, che però tutte le volte lo respinge quando da ubriaco ritorna lucido e sobrio. Quando la giovanetta si ammala, lui accetta i lavori più umili e faticosi (netturbino, pugile) pur di aiutarla e, intanto, se ne innamora, ricambiato. Al rientro del magnate da un viaggio, il generoso accattone gli chiede il denaro per un’operazione che restituisce la vista alla ragazza, che così può vedere il volto del suo benefattore. [+]

[+] lascia un commento a great steven »
d'accordo?
jervo giovedì 25 ottobre 2012
il tragico secondo chaplin: i due volti dell'umano Valutazione 5 stelle su cinque
73%
No
27%

Charles Spencer Chaplin non è solo stato uno dei più grandi attori che il cinema ricordi, ma soprattutto un uomo dall'infanzia travagliata e da una perenne inquietudine che lo ha portato a creare una maschera, quella del Vagabondo, che è metafora dell'uomo nella sua accezione universale e particolare, in perenne lotta per la sopravvivenza, ma continuamente rifiutato dalla società, perché "alieno".

"Luci della città", lungometraggio del 1931 a cui Chaplin riservò il solito perfezionismo nella cura maniacale dei particolari, è senza dubbio l'apice del messaggio chapliniano, fortemente manicheo, ma non per questo meno tagliente. [+]

[+] lascia un commento a jervo »
d'accordo?
gianmarco mercoledì 9 luglio 2008
l'ultimo film muto del grande chaplin Valutazione 5 stelle su cinque
70%
No
30%

Charlot salva dal suicidio un milionario che gli è amico solo da ubriaco, si innammora di una fioraia cieca e fa di tutto per procurarsi i soldi per un operazione chirurgica per restituirle la vista. 1° film di Chaplin girato durante l'avvento del sonoro, il grande comico rifiutò questo mezzo tecnico è concepì il suo nuovo capolavoro come un film muto con accompagnamento musicale, la prima volta che scrisse la colonna sonora, scoprendosi grande compositore, anche se Hollywood lo capi tardi. Come i precedenti un grandissimo esercizio di cinema, comico e allo stesso tempo drammatico, un classico immortale un inno alla vita e alla gioia di vivere. L'atmosfera di denuncia sociale è presente, ma in modo più sporadico e con più leggerezza rispetto alle volte precedenti, con situazioni che nella stessa atmosfera di dramma tentano di ritrovare il ritmo "slapstick" della preistoria del cinema muto comico, delle origini di Chaplin. [+]

[+] luci della città (di slash06)
[+] lascia un commento a gianmarco »
d'accordo?
aristoteles martedì 21 luglio 2015
chapeau chaplin Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Charle Chaplin è uno dei pochi attori che riesce a raccontare grandi tragedie della vita facendo sorridere lo spettatore.
E' impossibile non trovare buffa la sua camminata o il suo volto ed il suo sorriso sempre agrodolce, eppure tutte le sue storie sono profondamente drammatiche.
Qui è raccontato un grande amore di un un uomo molto povero verso una donna anch'essa povera e non vedente.
Tutte le peripezie di questa straordinaria storia d'amore vengono raccontate con la leggerezza di cui solo Chaplin è capace.
Da vedere assolutamente a cominciare dalle scuole.

[+] lascia un commento a aristoteles »
d'accordo?
Luci della città | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | don nocola
  2° | valerio
  3° | fefè22
  4° | chriss
  5° | dandy
  6° | great steven
  7° | jervo
  8° | gianmarco
  9° | aristoteles
Immagini
1 | 2 | 3 |
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità