ACCEDI A TUTTI I FILM
CON UN SOLO ACCREDITO



ACCEDI A 8 FILM
A SCELTA



ACCEDI A TUTTI I FILM
SOSTIENI IL FESTIVAL
E RICEVI IN OMAGGIO UN ABBONAMENTO ANNUALE A FLASH ART ITALIA

ACCEDI A TUTTI I FILM
CON UN SOLO ACCREDITO
SCEGLI IL TUO ACCREDITO

Il 14° Schermo dell’arte, Festival di cinema e arte contemporanea, vi dà il benvenuto on line: dal 10 al 21 novembre 39 film in anteprima italiana in streaming on demand, selezionati fra la migliore e più recente produzione internazionale di cinema d’artista e di documentari sull’arte contemporanea.

Lo sguardo degli artisti visionario, partecipato, provocatorio, è al centro di questa edizione che conferma sempre più l’interesse del Festival verso le immagini in movimento da loro realizzate. In programma anteprime mondiali e italiane, tra cui il film di Rä di Martino sulla rivoluzionaria esperienza teatrale del Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale di Pontedera; il racconto dell’olandese Renzo Martens sulla nascita di un centro d’arte in un’ex piantagione di palme da olio della multinazionale Unilever in Congo; temi postcoloniali nella rimozione di una statua equestre nel corto di Iván Argote e nelle performance del duo Wagner & de Burca, già protagonisti del padiglione brasilano della Biennale 2019; le atmosfere perturbanti dei film del duo tedesco M+M e della greca Janis Rafa; l’uso del 3D e dell’animazione nel video della giovane artista marsigliese Sara Sadik; la personale interpretazione dell’artista americano Andrew Norman Wilson dell’enigmatico testo del celebre brano In the Air Tonight di Phil Collins.

Lo schermo dell’arte dedica il Focus 2021 all'artista austriaco Oliver Laric, le cui opere, raramente presentate in Italia, esplorano il consumo e la produzione di immagini nell’era di Internet attraverso l’animazione e la grafica 3D.

Tra i documentari Feels Good Man di Arthur Jones vincitore del U.S. Documentary Special Jury Award for Emerging Filmmaker al Sundance Festival 2020, segue la battaglia dell'artista Matt Furie per rimpossessarsi dell'immagine pubblica del personaggio comico Pepe the Frog da lui creato; il backstage dell’opera settecentesca Les Indes Galantes prodotta dall’Opéra Bastille nel 2019, straordinario esordio alla regia dell’artista francese Clément Cogitore con in scena danzatori hip hop della banlieu parigina; il racconto del legame di amicizia e di lavoro del regista Alain Fleischer con il grande artista francese Christian Boltanski, scomparso lo scorso luglio; la carriera iniziata a 80 anni di Bill Traylor, uno degli artisti afroamericani oggi più conosciuti; la vita di uno dei principali esponenti dell’Espressionismo astratto, il pittore statunitense Clyfford Still; le artiste i cui nomi sono per lo più dimenticati che hanno contribuito alla straordinaria fama della Bauhaus.

Una speciale attenzione viene rivolta alla nuova generazione di artisti e artiste italiani con la presentazione, per la prima volta in streaming, delle 4 opere video di Roberto Fassone, Beatrice Favaretto, Riccardo Giacconi, e Caterina Erica Shanta, prodotte grazie alla campagna di crowdfunding Artists’ Film Italia Recovery Fund promossa dallo Schermo dell’arte a maggio 2020. I loro film affrontano con sguardi diversi temi e sentimenti del nostro tempo, la paura e le possibili vie di fuga, l’interferenza della tecnologia nelle nostre vite, le storie identitarie di migranti, il valore della diversità.

Accanto alle proposte del Festival, Lo schermo dell’arte dà visibilità anche ad opere della giovane generazione di artisti internazionali che lavorano con le immagini in movimento e presenta i film dei 10 artisti under 35 partecipanti alla X edizione del programma di ricerca e residenza VISIO. European Programme on Artists’ Moving Images e alla mostra Thinking Beyond – Moving Images for a Post-Pandemic World (9 Novembre – 12 Dicembre 2021) prodotta dallo Schermo dell’arte e NAM – Not A Museum, il programma d’arte contemporanea di Manifattura Tabacchi.
La sala virtuale è arricchita inoltre dai contenuti live dei Festival Talks con artisti e curatori tra cui: Oliver Laric in conversazione con Valentina Tanni, Iván Argote con Riccardo Venturi, e una talk di Shirin Neshat.

SCOPRI IL PROGRAMMA

Buona visione!

ACCEDI A TUTTI I FILM
CON UN SOLO ACCREDITO



ACCEDI A 8 FILM
A SCELTA



ACCEDI A TUTTI I FILM
SOSTIENI IL FESTIVAL
E RICEVI IN OMAGGIO UN ABBONAMENTO ANNUALE A FLASH ART ITALIA

Il 14° Schermo dell’arte, Festival di cinema e arte contemporanea, vi dà il benvenuto on line: dal 10 al 21 novembre 39 film in anteprima italiana in streaming on demand, selezionati fra la migliore e più recente produzione internazionale di cinema d’artista e di documentari sull’arte contemporanea.

Lo sguardo degli artisti visionario, partecipato, provocatorio, è al centro di questa edizione che conferma sempre più l’interesse del Festival verso le immagini in movimento da loro realizzate. In programma anteprime mondiali e italiane, tra cui il film di Rä di Martino sulla rivoluzionaria esperienza teatrale del Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale di Pontedera; il racconto dell’olandese Renzo Martens sulla nascita di un centro d’arte in un’ex piantagione di palme da olio della multinazionale Unilever in Congo; temi postcoloniali nella rimozione di una statua equestre nel corto di Iván Argote e nelle performance del duo Wagner & de Burca, già protagonisti del padiglione brasilano della Biennale 2019; le atmosfere perturbanti dei film del duo tedesco M+M e della greca Janis Rafa; l’uso del 3D e dell’animazione nel video della giovane artista marsigliese Sara Sadik; la personale interpretazione dell’artista americano Andrew Norman Wilson dell’enigmatico testo del celebre brano In the Air Tonight di Phil Collins.

Lo schermo dell’arte dedica il Focus 2021 all'artista austriaco Oliver Laric, le cui opere, raramente presentate in Italia, esplorano il consumo e la produzione di immagini nell’era di Internet attraverso l’animazione e la grafica 3D.

Tra i documentari Feels Good Man di Arthur Jones vincitore del U.S. Documentary Special Jury Award for Emerging Filmmaker al Sundance Festival 2020, segue la battaglia dell'artista Matt Furie per rimpossessarsi dell'immagine pubblica del personaggio comico Pepe the Frog da lui creato; il backstage dell’opera settecentesca Les Indes Galantes prodotta dall’Opéra Bastille nel 2019, straordinario esordio alla regia dell’artista francese Clément Cogitore con in scena danzatori hip hop della banlieu parigina; il racconto del legame di amicizia e di lavoro del regista Alain Fleischer con il grande artista francese Christian Boltanski, scomparso lo scorso luglio; la carriera iniziata a 80 anni di Bill Traylor, uno degli artisti afroamericani oggi più conosciuti; la vita di uno dei principali esponenti dell’Espressionismo astratto, il pittore statunitense Clyfford Still; le artiste i cui nomi sono per lo più dimenticati che hanno contribuito alla straordinaria fama della Bauhaus.

Una speciale attenzione viene rivolta alla nuova generazione di artisti e artiste italiani con la presentazione, per la prima volta in streaming, delle 4 opere video di Roberto Fassone, Beatrice Favaretto, Riccardo Giacconi, e Caterina Erica Shanta, prodotte grazie alla campagna di crowdfunding Artists’ Film Italia Recovery Fund promossa dallo Schermo dell’arte a maggio 2020. I loro film affrontano con sguardi diversi temi e sentimenti del nostro tempo, la paura e le possibili vie di fuga, l’interferenza della tecnologia nelle nostre vite, le storie identitarie di migranti, il valore della diversità.

Accanto alle proposte del Festival, Lo schermo dell’arte dà visibilità anche ad opere della giovane generazione di artisti internazionali che lavorano con le immagini in movimento e presenta i film dei 10 artisti under 35 partecipanti alla X edizione del programma di ricerca e residenza VISIO. European Programme on Artists’ Moving Images e alla mostra Thinking Beyond – Moving Images for a Post-Pandemic World (9 Novembre – 12 Dicembre 2021) prodotta dallo Schermo dell’arte e NAM – Not A Museum, il programma d’arte contemporanea di Manifattura Tabacchi.
La sala virtuale è arricchita inoltre dai contenuti live dei Festival Talks con artisti e curatori tra cui: Oliver Laric in conversazione con Valentina Tanni, Iván Argote con Riccardo Venturi, e una talk di Shirin Neshat.

SCOPRI IL PROGRAMMA

Buona visione!

ACCEDI A TUTTI I FILM
CON UN SOLO ACCREDITO



ACCEDI A 8 FILM
A SCELTA



ACCEDI A TUTTI I FILM
SOSTIENI IL FESTIVAL
E RICEVI IN OMAGGIO UN ABBONAMENTO ANNUALE A FLASH ART ITALIA