Fido

   
   
   

APPROFONDIMENTI | Da Zombieland al dimenticato Fido.

La commedia zombesca

mercoledì 18 novembre 2009 - Rudy Salvagnini

Horror Frames: la commedia zombesca Zombieland di Ruben Fleischer ha ottenuto un notevole successo al botteghino americano, rinverdendo i fasti di quello che può ormai essere considerato un vero e proprio sottogenere, la commedia zombesca. Elementi di umorismo compaiono presto in alcuni dei film usciti dopo che La notte dei morti viventi di George A. Romero aveva creato la struttura e i parametri del moderno cinema degli zombie. L'assedio dei morti viventi di Bob Clark ne è uno degli esempi più interessanti, con la sua quasi sempre riuscita mescolanza di horror e umorismo.

NEWS | Ovvero quando gli zombie fanno (anche) ridere.

Benvenuti a zombieland

martedì 5 ottobre 2010 - Rudy Salvagnini

Horror Frames: Benvenuti a Zombieland La zombie comedy è stata per anni un sottogenere dai risultati poco significativi, popolato da film poco spiritosi che non trovavano una vera ragion d'essere se non quella meramente commerciale. Spesso demenziali e tirate via, erano, con le dovute eccezioni, pellicole assolutamente dimenticabili: per segnalare giusto qualche titolo si possono citare I ragazzi del cimitero, Zombie News o anche il nostro Io zombo, tu zombi, lei zomba che qualche risata la strappava. Migliori erano quegli esempi nei quali la commedia fungeva da elemento importante ma non principale, come nel caso del riuscito Il ritorno dei morti viventi di Dan O'Bannon che però già nel suo primo seguito (immaginativamente intitolato Il ritorno dei morti viventi 2), molto più comedy, cadeva nel risibile e nel trascurabile.

   

NEWS | Gli zombie diventano così una sorta di deus ex machina.

I morti continuano a vivere

martedì 20 luglio 2010 - Rudy Salvagnini

Horror Frames: Survival of the Dead, i morti continuano a vivere Quando nel 1968 George A. Romero dirige La notte dei morti viventi provoca una cesura netta nel cinema horror. Esiste un prima e un dopo La notte dei morti viventi. La rivoluzione è totale. Il tono pessimistico del film, il finale tutt’altro che lieto, l’uso dell’horror come metafora per parlare del malessere sociale, i personaggi positivi dipinti come antieroi pieni di buone intenzioni ma senza alcuna ricetta salvifica in tasca: tutti elementi nuovi, originali, soprattutto per il modo in cui vengono usati.

Fido | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
I morti continuano a vivere
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità