La sfida del samurai

Acquista su Ibs.it   Dvd La sfida del samurai   Blu-Ray La sfida del samurai  
Un film di Akira Kurosawa. Con Toshirô Mifune, Tatsuya Nakadai, Yoko Tsukasa, Isuzu Yamada, Daisuke Katô.
continua»
Titolo originale Yojimbo. Drammatico, b/n durata 110 min. - Giappone 1961. MYMONETRO La sfida del samurai * * * 1/2 - valutazione media: 3,67 su 13 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

INCONTRI | «Brando mi sembrava centenario. Oggi lo vedo bellissimo e giovane». Intervista al regista di Ultimo Tango a Parigi, dal 21 maggio al cinema in versione restaurata.

«ultimo tango? è nato da una mia fantasia erotica»

venerdì 18 maggio 2018 - Marianna Cappi

Bertolucci: «Ultimo tango? È nato da una mia fantasia erotica» Ci sono film di cui si ha un ricordo mitico, idealizzato, confuso in una nebbia sentimentale. Poi, quando ci si ritrova a rivederli molto tempo dopo la prima romantica volta, la loro realtà è sbiadita, non eguaglia nemmeno lontanamente l'intensità del ricordo, talvolta persino la nega. Ma non è questo il caso di Ultimo tango a Parigi, il film che Bertolucci girò a 31 anni, nel 1972, e che ora torna in sala, forte di un superbo restauro visivo e sonoro, finalmente in lingua originale, a ricordare la sua straordinaria bellezza e a dimostrare la sua immutata potenza.

NETFLIX | Durante la grande depressione in una comunità rurale dell'Iowa, un estraneo dal passato violento si finge prete e incita i contadini a scendere in sciopero.

Damnation

sabato 10 febbraio 2018 - a cura della redazione

Da vedere su Netflix: Damnation Negli anni Trenta un falso prete che predica la parola di Dio insieme alla dottrina rivoluzionaria marxista incita allo sciopero un gruppo di contadini dell'Iowa. Suo fratello però, abile e spietato pistolero, arriva in città per fermare lo sciopero e difendere le banche per cui lavora. Essendo analfabeta si avvale dell'aiuto di una prostituta nera, che è anche figlia non riconosciuta dello sceriffo, preoccupato di essere confermato alle prossime elezioni. Inoltre anche Connie Nunn, pericolosa assassina, partecipa alla lotta contro i comunisti lasciandosi alle spalle una scia di cadaveri.

   

FOCUS | Eterno Clint: da Per un pugno... a Jersey Boys.

Onda&fuorionda

sabato 21 giugno 2014 - Pino Farinotti

ONDA&FUORIONDA In settimana, nelle sale, è uscito Jersey Boys, il nuovo film di Clint Eastwood. Trattasi, a grandi linee, di un musical: la storia di un gruppo, i Four Season, di grande popolarità negli anni Cinquanta/Sessanta. Il film è "alla Eastwood", cioè pieno di energia e fuori da definizioni o convenzioni. A 84 anni il regista riesce ancora a reinventarsi e a farsi accettare da un pubblico grande. Ma non è Jersey Boys il centro del mio intervento. Si può dire che il focus sia triplice, Eastwood, Leone, e un titolo, incentrato su un'annata e una ricorrenza: il mezzo secolo.

   

FOCUS | Una rilettura non convenzionale della storia del cinema.

Puntata 96

venerdì 24 dicembre 2010 - Pino Farinotti

Storia Il sociale Il 1964 è un anno complesso per il Paese. Politicamente non tutti hanno metabolizzato lo storico compromesso fra destra e sinistra. Ne segue lo scioglimento del governo, ripensamenti di varie parti, a cominciare dai socialisti, che si dividono. È anche l'anno della morte di Palmiro Togliatti e dell'elezione di Saragat a Presidente della repubblica. In chiave artistica si fa notare Andy Warhol, che col suo multiplo di Marilyn crea un precedente, una partenza che diventerà un punto fermo, reiterato, dell'estetica dei decenni a venire.

   

CELEBRITIES | Il ruvido cowboy compie 80 anni. I nostri migliori auguri.

L'uomo senza età

lunedì 31 maggio 2010 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Clint Eastwood: l'uomo senza età Quand'è che Clint Eastwood è diventato "vecchio"? O meglio, lo è mai davvero diventato, vecchio? Se la postura, il passo deciso e il volto illuminato da occhi di ghiaccio dichiarano almeno dieci anni in meno rispetto all'età anagrafica, la sua visione del mondo – che sia proiettata attraverso il pensiero di un allenatore di boxe o la mentalità all'antica del proprietario di una Gran Torino – pare ringiovanirsi con il tempo. Il corpo, come sembra suggerire il cinema di Eastwood, può anche invecchiare, ma la mente no; la mente può espandersi e rinvigorire.

CELEBRITIES | Dai samurai al neorealismo, il regista toccò generi diversi.

Il secolo dell'imperatore

martedì 23 marzo 2010 - Emanuele Sacchi

Akira Kurosawa: il secolo dell'Imperatore 100 anni sono trascorsi dalla nascita di un regista divenuto talmente più di un semplice autore di film da meritare il soprannome di Tenno, ossia Imperatore, come fan, amanti e critici del suo cinema amavano chiamarlo. Tenno, incarnazione di un'autorità suprema che, nella ossequiosa e gerarchica società giapponese, Kurosawa Akira ha guadagnato sul campo grazie a una carriera che vanta davvero pochi termini di paragone. Kurosawa è riuscito, anche più dei coevi mostri sacri del cinema giapponese – Ozu Yasujiro e Mizoguchi Kenji – a diffondersi in maniera capillare anche in Occidente, fino a coincidere in maniera tautologica con “il cinema giapponese” in senso assoluto, quantomeno per il pubblico meno smaliziato e avvezzo alle delizie d'Oriente.

   

NEWS | Il programma.

Retrospettiva sul cinema giapponese a cura di stefano locati

mercoledì 8 aprile 2009 - a cura della redazione

«Samurai»: retrospettiva sul cinema giapponese a cura di Stefano Locati In concomitanza con la mostra «Samurai» che si svolge a Palazzo Reale fino al 2 giugno 2009, Fondazione Antonio Mazzotta, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Milano Cinema, presenta la retrospettiva sul cinema giapponese «Samurai». La retrospettiva, curata da Stefano Locati, si terrà al cinema Gnomo dal 15 al 19 aprile: presenta la figura storica dei samurai giapponesi per come sono stati rappresentati al cinema, a partire dai classici degli anni ’60 fino ai giorni nostri. Il percorso mette in luce diversi aspetti della casta nobiliare e guerriera del Giappone feudale e al contempo della cultura del paese del Sol Levante.

NEWS | Il capolavoro restaurato di Sergio Leone verrà proiettato il 29 agosto alla Mostra del Cinema.

Per un pugno di dollari inaugura venezia 64

venerdì 24 agosto 2007 - Chiara Renda

Per un pugno di dollari inaugura Venezia 64 Primo capitolo della trilogia del dollaro, Per un pugno di dollari, il capolavoro di Sergio Leone che ha lanciato il western all'italiana, ritorna sul grande schermo in versione restaurata. E il grande schermo che si prepara ad accoglierlo è quello della Sala Grande del Palazzo del Cinema del Lido di Venezia. Durante la serata inaugurale della 64^ Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica, mercoledì 29 agosto, il film che ha reinventato il genere western rivivrà infatti in una versione interamente restaurata in digitale dalla Cineteca Nazionale e dalla Ripley's Film, in collaborazione con Unidis Jolly Film e Sky Cinema (che trasmetterà il film il 3 settembre su Sky Cinema Classics e Cinema HD).

   

La sfida del samurai | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | paola di giuseppe
  2° | greatsteven
  3° | dandy
  4° | chriss
Festival di Venezia (1)
Premio Oscar (1)


Articoli & News
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità