Lassù qualcuno mi ama

Acquista su Ibs.it   Dvd Lassù qualcuno mi ama   Blu-Ray Lassù qualcuno mi ama  
Un film di Robert Wise. Con Everett Sloane, Paul Newman, Steve McQueen, Anna Maria Pierangeli, Eileen Heckart.
continua»
Titolo originale Somebody up There Likes me. Biografico, Ratings: Kids+16, b/n durata 113 min. - USA 1956. MYMONETRO Lassù qualcuno mi ama * * * * - valutazione media: 4,15 su 14 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

FOCUS | Presentato dalla Cineteca di Bologna in edizione restaurata, il film è tornato in sala a 38 anni dall'uscita. Un'intramontabile antologia della migliore satira di Allen.

Da allen a trump a noi

martedì 30 maggio 2017 - Pino Farinotti

Manhattan: da Allen a Trump a noi Dopo 38 anni è tornato nelle sale, restaurato, Manhattan, il film di Woody Allen. Se dici "è il più bello" non basta, occorrono almeno altri due aggettivi, il più felice e il più importante. E ancora: è il film dove Woody è più Woody. Allen lo girò nel 1979. Se il confronto si fa in chiave temporale, non c'è dubbio che quella New York fosse più felice di questa. Ma fra le due voglio inserire una memoria, importante. Di un'altra New York, quella degli anni cinquanta. La citazione è di un editoriale che ho scritto qualche settimana fa.

FOCUS | 49 vittorie - 0 sconfitte per il grande campione di origini italiane.

Più di alì

domenica 14 agosto 2016 - Pino Farinotti

Un film su rocky Marciano: il più grande, più di Alì La recente morte di Muhammad Alì ha dato modo di ricordare il personaggio, e la sua grandezza, alimentata da un'impressionante azione mediatica. Nel tempo Alì era diventato una superpotenza popolare e trasversale, nello sport, nello spettacolo, nel sociale, nella politica, nella mistica. Un'onda d'urto che ne aveva fatto una leggenda, magari oltre la sostanza del divo. Alì, il più grande. Ma se si rimane alla forza, al pugilato, c'è stato qualcuno più grande di lui. E il dato non è in discussione, perché è esatto.

   

FOCUS | ONDA&FUORIONDA di Pino Farinotti.

Il tramonto triste del pugile rourke

domenica 7 dicembre 2014 - Pino Farinotti

Il tramonto triste del pugile Rourke Su un ring moscovita si sono affrontati Mickey Rourke, bianco, e Elliot Seymour, di colore, pesi massimi americani. Ha vinto Rourke per KO al secondo round. Trasmesso così sembra un semplice lancio di agenzia. Ma dietro c'è tutto un mondo, anzi, molti mondi. Il pugilato è una disciplina irresistibile per i racconti, non solo del cinema. Comunque è lo sport di gran lunga più visitato nei film. Perché contiene tutto. Per cominciare, il mito di Cenerentola al maschile, quello del dolore, della violenza, della povertà e del denaro, del successo e della caduta, dell'incapacità, quasi sempre, di affrontare quei due impostori, per dirla alla Kipling.

   

FOCUS | Da James Franco a Nicholas Ray a Sal Mineo.

Quegli 'imprescindibili' anni cinquanta

lunedì 22 agosto 2011 - Pino Farinotti

Quegli 'imprescindibili' anni Cinquanta James Franco è uno dei personaggi più visibili del cinema di queste stagioni. È uno scattista travolgente. Ed è trasversale: passa dalla trilogia di Spider-Man al Pianeta della scimmie al prequel del Mago di Oz. Una plastilina che si adatta a tutto, un tuttofare intelligente. E ha solo 33 anni. Questa sua attitudine alla corsa e al salto in ... lungo-i-decenni ha forse una ragione in un certo ruolo che il regista Mark Rydell, quello di Sul lago dorato, gli propose nel 2001. Dare corpo e volto a James Dean.

   

INCONTRI | Clemente Russo in una storia ispirata al racconto di Roberto Saviano.

Il riscatto sociale passa dal ring

mercoledì 4 maggio 2011 - Ilaria Ravarino

Tatanka, il riscatto sociale passa dal ring Dal vivo, l’ex campione del mondo dei pesi massimi e oggi ct della nazionale di boxe Francesco Damiani è davvero grande come uno se lo immagina. Il suo corpo possente entra a fatica nello spazio cui la sala cinematografica lo costringe, le braccia muscolose compresse tra i braccioli, le mani da guantone che armeggiano con i piccoli tasti di un videofonino. Un gigante che non incute paura, ma una profonda tenerezza mentre riprende con il cellulare la prima conferenza stampa cinematografica della sua creatura, il pugile Clemente Russo, all’esordio da attore nel film Tatanka di Giuseppe Gagliardi al cinema dal 6 maggio: «Lo sapevo che se la sarebbe cavata anche come attore – dice Damiani sottovoce, mentre il regista, lo sceneggiatore Stefano Sardo e gli interpreti, Russo, Carmine Recano, il cantante Raiz e Giorgio Colangeli, riscuotono un lungo applauso all’entrata in sala – lui è uno poliedrico, suona, canta, balla.

   

FOCUS | Una rilettura non convenzionale della storia del cinema.

I modelli (2)

venerdì 12 febbraio 2010 - Pino Farinotti

Storia 'poconormale' del cinema: i film, i modelli (2) Nel 1956 la Metro produsse Lassù qualcuno mi ama. La regia era di Robert Wise. Si raccontava la storia di Rocky Graziano, vero nome Rocco Barbella, pugile di origine italiana. Nel 1947, a Chicago, Rocky divenne campione del mondo dei pesi medi, battendo alla sesta ripresa Tony Zale. Il ruolo di protagonista venne affidato a un emergente che prometteva benissimo, figlio di quell'Actor's Studio che stava cambiando non solo la recitazione ma anche il cinema: Paul Newman. La storia di Graziano era una parabola perfetta, per il cinema e per la vita.

TELEVISIONE | Il piccolo schermo riscopre il grande paesaggio fra classico e moderno.

Nelle terre selvagge

giovedì 15 ottobre 2009 - Edoardo Becattini

Film in Tv: Nelle terre selvagge Nel pomeriggio della prossima domenica si chiude con un viaggio nel lontano passato del selvaggio West la trilogia di Doc e Marty e di Ritorno al futuro – Parte III (Italia 1, 19.00) e si apre una settimana che riscopre i luoghi dell'immaginario del western e della mitica Monument Valley. A tornare indietro nel tempo è anche il mito cinematografico dell'uomo pipistrello, tornato a grandi risultati artistici nel 2005 dopo il baratro pop-psichedelico in cui era finito col tramonto degli anni '90. Batman Begins (Italia 1, 21.

FOCUS | Una rilettura non convenzionale della storia del cinema secondo Farinotti.

I grandi ribelli

venerdì 3 luglio 2009 - Pino Farinotti

Storia 'poconormale' del cinema: l'Actor's, i grandi ribelli Marlon Brando fu il manifesto del primo grande gruppo dell'Actor's Studio. È interessante un racconto di Elia Kazan, il suo "mentore" in un certo senso: "lo vidi per la prima volta sdraiato su una panca, dormiva pancia all'aria e aveva sul petto il libretto di Candida di Bernard Shaw." Significa che quelli dell'Actor's, anche in chiave di cultura, erano gente diversa rispetto alla tradizione del cinema di quel tempo. Dunque Actor's significava anche cultura, appunto. Perfetto per contenuti non convenzionali e rabbiosi, sarebbe stato Tennesse Williams.

CELEBRITIES | Il celebre attore è scomparso all'età di 83 anni.

Un divo per amico

domenica 28 settembre 2008 - Pino Farinotti

Paul Newman, un divo per amico Divo non basta, personaggio non basta, esempio non basta, e neppure eroe descrive compiutamente Paul Newman. Occorrono tutte quelle definizioni, insieme. Paul si rivelò verso la metà degli anni cinquanta, un momento favorevole per immettersi e dare indicazioni diverse. Aveva trent'anni, era conscio del proprio appeal sul quale lavorare, per cominciare; adesso si trattava di mettere a fuoco le ambizioni, di perfezionare la propria attitudine, di non fare errori. Una decina di anni prima era su una portaerei al largo del Giappone poco prima di Hiroshima.

CELEBRITIES | La lunga carriera dell'attore, dagli esordi teatrali ai riconoscimenti, all'impegno sociale.

Lo "spaccone" di hollywood

domenica 28 settembre 2008 - Stefano Lo Verme

Paul Newman, lo Incantevoli occhi celesti, sorriso audace, sguardo intenso e un po' tormentato. Paul Newman non era "soltanto" un'icona del cinema e uno dei più popolari sex-symbol di tutti i tempi, ma anche un attore di enorme talento, capace di esprimere alla perfezione il malessere, le debolezze e la voglia di riscatto dei propri personaggi. Le sue più grandi interpretazioni restano quelle di "duri" dal cuore tenero, uomini che dietro una sfrontata spavalderia tentano di nascondere un'inconfessata fragilità: da Brick Pollitt, atleta alcolizzato e marito impotente di Liz Taylor ne La gatta sul tetto che scotta, a Eddie Felson, campione di biliardo vittima della propria ambizione ne Lo spaccone; dal gigolò che si adagia in una vita da mantenuto ne La dolce ala della giovinezza al playboy cinico e prepotente di Hud il selvaggio.

NEWS | Offerta ai massimi livelli in aprile, che inizia con The Departed, fresco Oscar a Scorsese, e Flags of Our Fathers di Eastwood. È anche il mese dei grandi interpreti, dal luciferino Jack Nicholson alla diafana Nicole Kidman, dall'esplosivo Steve Martin fino all'inquietante Giacomo Rizzo

L'aprile del grande cinema con martin e clint

martedì 3 aprile 2007 - Paola De Rosa

Novità in dvd: l'aprile del grande cinema con Martin e Clint

Lassù qualcuno mi ama | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Rassegna stampa
Gian Piero dell'Acqua
Premio Oscar (11)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 30 settembre
Gli spostati
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
giovedì 27 agosto
Dopo il matrimonio
mercoledì 26 agosto
Qua la zampa 2 - Un amico è per se...
giovedì 6 agosto
Last Christmas
Georgetown
Queen & Slim
mercoledì 5 agosto
Alice e il sindaco
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità