Dizionari del cinema
Quotidiani (1)
Miscellanea (4)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
domenica 25 luglio 2021

Articoli e news Alain Resnais

Data nascita: 3 Giugno 1922 (Gemelli), Vannes (Francia)
Data morte: 1 Marzo 2014 (91 anni), Parigi (Francia)
   

Scomparso a 88 anni uno dei fondatori della Nouvelle Vague.

Il coraggio intellettuale di Rivette

domenica 31 gennaio 2016 - Pino Farinotti da FOCUS

Il coraggio intellettuale di Rivette Era uno dei legislatori della cosiddetta Nouvelle Vague. Fra la fine dei Cinquanta e i primi Sessanta un gruppo di scrittori di cinema decise di fare una rivoluzione, di scardinare gli ordinamenti del cinema. Si chiamavano Godard, Truffaut, Rohmer, Chabrol, Resnais. E poi c'era lui, Jacques Rivette. Tutti francesi, dunque gente pratica di "rivoluzione". Magari un po' generico e largo, ma il termine, onnicomprensivo, che pu˛ definirli Ŕ "cinefili&intellettuali". E come tali vollero che chi firma un film non fosse "solo" un regista che racconta una storia creata da altri, ma un autore che usa uno strumento, la macchina da presa, che ha una sua personalitÓ e identitÓ e una sua potenza, un mezzo che si emancipa e si evolve dal primo motore, dalla piattaforma grande che presiede a tutte le storie, che Ŕ la narrazione, e dunque la scrittura. Il "gruppo" possedeva tutte le informazioni, della scrittura e del cinema. Il loro posto, la loro cellula, erano i "Cahiers du CinÚma", una sorta di bottega del Verrocchio, fucina rinascimentale di talenti. Fatte tutte le debite, e indebite proporzioni naturalmente. Detto in termini semplici: gente da critica non da pubblico. Certo, a Parigi in quegli anni le ambizioni furono alte. Insomma i signori inventarono il "linguaggio" del cinema, ribadisco, come nuovo codice autonomo e, naturalmente, come nuova arte. Poi ciascuno dei profeti scelse la propria strada. E quelle scelte da Rivette erano molte, articolate e complesse, erano praticamente tutte le strade, dal poliziesco al rapporto fra realtÓ e finzione, fra vita quotidiana e palcoscenico. E tutte andavano esplorate, magari velocemente, e percorse secondo uno stile trovato e affinato, che era quello di insinuare il senso di una vicenda, girarle intorno senza poi risolverla, magari con la complicitÓ dell'utente, anche se davvero non era facile essere "complici" dei signori della "Nouvelle". Jean Luc Godard, il leader riconosciuto del movimento, di Rivette diceva "Se io sono Robespierre, Jacques Ŕ Saint-Just." Significava una serie di assoluti: rigore, estremi, "cattiveria", nessuna attenzione al pubblico e nessun prigioniero. Come sempre ricorro ad alcune sintesi "necessarie&sufficienti: un paio. Qualche anno fa un mio studente della Scuola Nazionale del cinema mi chiese di assegnargli un esercizio, "anche complicato, possibilmente difficile". Lo mandai a vedere Out 1- Noli me tangere, di Rivette del 1971. Qualche indicazione preventiva gliela diedi "... e rimani fino alla fine." Non gli dissi che il film durava dodici ore. Il ragazzo non fu pi¨ visto a Scuola. ╚ diventato un dirigente, di buon livello, dell'Unicredit. Nel tempo libero... gioca a golf. L'altra citazione la ritengo decisamente importante, Ŕ Susanna Simonin la religiosa. Il film Ŕ tratto da un'opera di Denis Diderot, del 1758 uscito postumo nel 1796. ╚ uno dei testi apicali della letteratura europea: sulla ragione, l'illuminismo e la laicitÓ: sono gli anni della Rivoluzione. ╚ la storia di una giovane vessata, oltraggiata, fra un convento e l'altro, che alla fine riesce a trovare una ragione di vita. Nel quadro del rapporto fra letteratura e cinema, che Ŕ difficile, improntato all'amore e odio, il film del 1966 rappresenta qualcosa di eccezionale, quasi un unicum. ╚ notorio che il grande nodo che divide il libro dal film Ŕ il finale. Il cinema esige l'happy end, il master letterario quasi mai lo concede. Ebbene Rivette, pi¨ cattivo, pi¨ "letterario" della letteratura stessa, pi¨ rivoluzionario della rivoluzione stessa, decret˛ che la povera Susanna, alla fine morisse. Una prova di coraggio. Come dico nel titolo. Jean Luc Godard, il leader riconosciuto della Nouvelle Vague, di Rivette diceva "Se io sono Robespierre, Jacques Ŕ Saint-Just

   



prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedý 22 giugno
Cosa sarÓ
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità