Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
venerdì 6 agosto 2021

Articoli e news Benoît Jacquot

74 anni, 5 Febbraio 1947 (Acquario), Parigi (Francia)
1

Il film sarà il 4 maggio in streaming su MYMOVIESLIVE e il 7 maggio in dvd e bluray.

Tre cuori, geometria del triangolo

venerdì 1 maggio 2015 - Marzia Gandolfi da APPROFONDIMENTI

Tre cuori, geometria del triangolo Storia d'amore intensa e crudele, Tre cuori nasce dal caso, quello che non lascia scampo ai protagonisti, ma sembra uscito da un racconto della letteratura francese del XIX secolo. Una novella inedita di Maupassant che François Truffaut avrebbe certamente adattato per lo schermo. Un uomo innamorato follemente di una donna mancherà l'appuntamento con lei e finirà per sposare, senza saperlo, la sorella. E proprio a Truffaut, il film di Benoît Jacquot rende visibilmente omaggio, attraverso la voce off, che commenta i soprassalti sentimentali dei protagonisti, e la musica lirica di Bruno Coulais, prossima a quella di Georges Delerue. E ancora l'atmosfera funebre, la dissolvenza in nero come segno di interpunzione e il tema della 'sorellanza', cuore de Le due inglesi e vincolo affettivo condiviso con le sorelle più celebri del cinema francese del suo tempo (Françoise Dorléac e Catherine Deneuve). Continua »

Competizione tra le migliori attrici europee e le star di Hollywood.

Berlinale 2015, le attrici più glamour del Festival

sabato 7 febbraio 2015 - Gabriele Niola da NEWS

Berlinale 2015, le attrici più glamour del Festival Aperto da Juliette Binoche (forse la più grande star moderna del cinema d'autore, l'unica a vantare premi per la miglior interpretazione a Berlino, Cannes e Venezia più un Oscar), proseguito con il volto più importante del cinema hollywoodiano degli anni 2000, Nicole Kidman, il festival di Berlino al terzo giorno ruota intorno a Diary of a Chambermaid di Benoit Jacquot e alla sua protagonista, l'astro nascente dello star system festivaliero: Lea Seydoux. Continua»

L'attrice al Festival con Queen of the Desert di Werner Herzog.

Berlinale 2015, applausi per Nicole Kidman

sabato 7 febbraio 2015 - a cura della redazione da GALLERY

Berlinale 2015, applausi per Nicole Kidman Applausi per Nicole Kidman, al Festival di Berlino per presentare Queen of the Desert di Werner Herzog, in cui interpreta la regina del deserto Gertrude Bell: "Sono abituata a stare in luoghi diversi - ha affermato l'attrice - ma il cielo e la notte del deserto sono le cose più belle che ho visto in tutta la mia vita". Con lei, oltre al regista, anche James Franco. In Concorso ieri anche Taxi di Jafar Panahi e 45 Years di Andrew Haigh, con una splendida Charlotte Rampling. Attesa oggi per Diary of a Chambermaid di Benoît Jacquot, storia di una cameriera (Léa Seydoux) che sfidò l'alta classe sociale francese.

Guarda la fotogallery »

Le foto della quarta giornata della rassegna.

71. Mostra del Cinema, doppio red carpet per Al Pacino

domenica 31 agosto 2014 - a cura della redazione da GALLERY

71. Mostra del Cinema, doppio red carpet per Al Pacino La quarta giornata della rassegna veneziana ha visto per due volte sul red carpet la star americana Al Pacino, alla Mostra per presentare Manglehorn, in corsa per il Leone d'Oro e, fuori concorso, il film di Barry Levinson, The Humbling. Sul tappeto rosso sono arrivate anche Charlotte Gainsbourg, Catherine Deneuve e la figlia Chiara Mastroianni per presentare il film in concorso Tre cuori di Benoît Jacquot e gli italiani Pierfrancesco Favino, Claudio Gioè, Adriano Giannini e Greta Scarano protagonisti di Senza nessuna pietà di Michele Alhaique (il film sarà presentato in anteprima streaming mercoledì 10 settembre su MYMOVIESLIVE!), il secondo film italiano, dopo La vita oscena, della sezione Orizzonti.

Guarda la fotogallery »

Unico italiano in Concorso, il film di Laura Bispuri se la vedrà con autori come Lav Diaz, Gus Van Sant e Wes Anderson.

Berlinale 2018, presentato il programma. Ecco chi sfiderà Figlia Mia

martedì 6 febbraio 2018 - Francesca Ferri da BERLINALE

Berlinale 2018, presentato il programma. Ecco chi sfiderà Figlia Mia A pochi giorni dall'apertura della 68esima edizione del Festival di Berlino, in programma dal 15 al 25 febbraio 2018, vengono svelati tutti i titoli in competizione per l'Orso d'Oro e l'Orso d'Argento (l'ultimo, annunciato questa mattina, è Utoya 22. Juli). Benoît Jacquot, Gus Van Sant, Alexey German Jr., Malgorzata Szumowska, Philip Gröning, Thomas Stuber, Isabel Coixet e Lars Kraume, oltre a Wes Anderson che aprirà il festival con L'isola dei cani, sono solo alcuni dei nomi dell'appuntamento tedesco per il cinema internazionale. In Italia, gli occhi, però, sono puntati su Figlia mia, l'unico titolo di casa nostra in concorso. La regista di Vergine giurata, Laura Bispuri, realizza una seconda opera con Alba Rohrwacher, questa volta affiancata da Valeria Golino, sull'universo femminile raccontato attraverso scelte e scoperte del passaggio all'età adulta. Ambientato nella Sardegna contemporanea, Figlia mia è la storia di una bambina di dieci anni a cui la vita, in una sola estate, si rivela in tutta la sua complessità. Vittoria (Sara Casu) vive un'infanzia tranquilla con il papà e la mamma finché qualcosa non la insospettisce. La bambina ha un rapporto simbiotico con Tina, madre amorevole, ma per una serie di vicende inizia a frequentare Angelica, una donna fragile e istintiva dalla vita scombinata che abita a tre km di distanza, in aperta campagna. Tra le due nasce un rapporto fortissimo fino a scoprire chi delle due donne è la vera madre. Rotto il patto segreto che le lega sin dalla sua nascita, Tina e Angelica si contendono l'amore di una figlia. La piccola Vittoria, vivrà dunque un'estate di domande, di paure, di scoperte, ma anche di avventure e di traguardi, un'estate dopo la quale nulla sarà più come prima.

"Figlia mia è un viaggio in cui tre figure femminili si alternano, si cercano, si avvicinano e si allontanano, si amano e si odiano e alla fine si accettano nelle loro imperfezioni e per questo crescono - racconta la regista - Tornare a Berlino mi emoziona moltissimo, sento un legame profondo con questo festival di cui ho sempre apprezzato l'alto impegno politico e il gusto cinematografico. Farne parte è un onore!". Attraverso tre punti di vista, Laura Bispuri racconta, dunque, l'amore filiale nelle sue diverse declinazioni.

1



prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità