Dizionari del cinema
Miscellanea (2)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
martedì 22 settembre 2020

Articoli e news Bruce Willis

Nome: Walter Bruce Willis
65 anni, 19 Marzo 1955 (Pesci), Idar-Oberstein (Germania)

Il film di Abbasi evoca con le sue metafore la società contemporanea e costruisce esempi, analogie, sentimenti condivisi. Premiato a Cannes e ora al cinema.

Border: cinema fantastico che ribalta le prospettive e apre la mente

giovedì 28 marzo 2019 - Roy Menarini da FOCUS

Border: cinema fantastico che ribalta le prospettive e apre la mente Una visione un po' rigida del fantastico lo fa sembrare poco più di un concetto vago, una borsa da palestra cinematografica da cui estrarre di volta in volta l'horror, il fantasy, la fantascienza, e così via. In verità, il fantastico è sempre un ibrido, e la mancata classificazione di tante opere, sospese a metà tra i territori narrativi, altro non è che la mancata attribuzione al genere archetipico. Border è un caso emblematico. Difficile decidere che cosa sia, difficile trovare un'etichetta che tenga insieme il dramma psicologico, il noir, il fantasy, il melodramma, l'orrore, di cui si nutre con grande voluttà (e talvolta con un pizzico di meccanicità). Ed è appunto il fantastico, che va considerato una visione del mondo e uno strumento di lettura della realtà, prima ancora che una griglia di riferimento simbolico. Quel che accade ai protagonisti, al netto degli spoiler, ha un potere trasformativo profondo, e dialoga anche con la potenzialità più taciuta del mezzo cinematografico, quella dell'emancipazione. Attraverso un prodigioso esempio di personaggio femminile - che durante il film mette però a repentaglio le nostre certezze su mascolino e femminino, su razionale e ferino - Border riesce a parlare agli esclusi, ai marginali, agli ingiustamente trattati, ai brutti, a coloro che si sentono estranei. Ecco un'altra qualità del fantastico: evocare la società contemporanea, costruire esempi, analogie, sentimenti condivisi.

Ali Abbasi cerca anche di evitare un rischio sempre incombente, edulcorare il dolore e la solitudine del mostro. Lo scavalca grazie al fatto che i suoi freak non sono principalmente vittime del loro aspetto, che costituisce stranezza ma non persecuzione. Talora anzi vengono apprezzati e sfruttati per le loro qualità. Sono esclusi, certo, ma sono utili: Tina ha un olfatto formidabile e una capacità soprannaturale di scovare i colpevoli. Il suo ruolo si svolge alla dogana, in uno spazio di confine, in un accesso-limite, un po' come accade a Bruce Willis in Unbreakable, un guardiano che, toccando i sospetti, "annusa" e vede le loro malefatte. Vore invece ha abbracciato a tutti gli effetti l'alterità e nutre un antagonismo profondo, venato di vendetta, per gli uomini che lo hanno maltrattato.

E qui si sviluppa l'aspetto forse meno trasgressivo di Border: negoziare la propria esistenza o andare al conflitto. L'idea del film - e del romanzo del talentuoso John Ajvide Lindqvist - è quella di sdoppiare il mostro. In coppia, la mostruosità viene guidata attraverso un percorso di conoscenza di sé, che sviluppa una dimensione melodrammatica, del resto tipica del genere, dai tempi di Il mostro della laguna nera fino a Guillermo del Toro e al suo La forma dell'acqua (guarda la video recensione).

In questo modo, Abbasi e Lindqvist (anche sceneggiatore) possono fare quel che è meno consueto per il fantastico, ovvero immergerci nel punto di vista del mostro quando si confronta finalmente con un proprio simile e quando esplora la propria natura. Senza liquidare l'aspetto corporeo, erotico, animalesco del rapporto e della scoperta. Il fantastico apre il mondo esperito, ribalta le prospettive e modifica i punti di vista sulle cose. Tocca allo spettatore imparare dal fantastico, non a noi spiegarne le metafore. A patto di saper guardare.


Il John McClane di Die Hard fa parlare di sé dentro e fuori lo schermo.

5x1: Willis e il mondo più sicuro

5x1: Willis e il mondo più sicuro Il 12 giugno di quest'anno la National Public Safety Commission del Giappone ha nominato Bruce Willis presidente onorario della sezione antiterrorismo cibernetico, per "guidare il mondo a creare una società più sicura". Di stranezze, i giapponesi ne fanno una al giorno e, sicuramente, chi ha deciso di conferire all'attore americano questo onore deve aver visto Die Hard: vivere o morire troppe volte o sotto l'effetto di qualche droga pesante. Il film diretto da Len Wiseman disegna uno scenario apocalittico in cui dei terroristi informatici tolgono luce, gas e telefonino agli abitanti degli Stati Uniti e utilizzano la tv per lanciare i loro messaggi politici, mentre, nel frattempo, cercano di rubare informazioni preziose. Insomma, i soliti vecchi problemi per il detective McClane, alias Bruce Willis. La vecchia volpe del grande schermo ha ripreso con piacere il personaggio che lo ha reso l'eroe degli action movies e come sempre liquida i terroristi come un impiegato gratta la superficie bruciacchiata dal suo pane tostato. Ma quella di Bruce è una carriera incredibile, con inizi difficili, lo sbarco in tv con Moonlighting e il lancio sul grande schermo, prima con Blake Edwards in Appuntamento al buio, fino ai successi planetari come Armageddon e Pulp Fiction. Proviamo a ripercorrere le tappe di una storia così ricca e imprevedibile.

Le foto ufficiali della commedia d'azione di Robert Schwentke.

Red: non ne fanno più così

martedì 24 agosto 2010 - Marlen Vazzoler da GALLERY

Red: non ne fanno più così Heat Vision ha riportato lo scorso giovedì che il regista Robert Schwentke, in corsa con David Slade per la direzione di Wolverine 2, è ritornato la scorso week-end in Louisiana con Bruce Willis e John Malkovich per girare un easter egg, non si tratta quindi né di reshoot né di fotografia addizionale, che verrà aggiunto alla fine di Red, il film tratto dall'omonima graphic novel della DC/Wildstorm scritta da Warren Ellis e Cully Hamner.
La scena comica di sessanta secondi avrà come protagonisti l'ex agente dei black-op Frank (Bruce Willis) e il collega paranoico Marvin (Malkovich). Frank, Joe (Morgan Freeman), Marvin e Victoria (Helen Mirren), erano i migliori agenti della CIA, ma ora sono i più importanti obiettivi dell'Agenzia. Incastrati per omicidio, devono usare la loro astuzia collettiva, l'esperienza e il lavoro di squadra per rimanere un passo avanti ai loro mortali inseguitori e restare in vita, mentre danno battaglia contro il nuovo regime.
Red uscirà nei cinema americani il 15 ottobre.

Un cast stellare per l'adattamento del fumetto della DC.

Red: prime foto sul set di Bruce Willis e Mary-Louise Parker

lunedì 12 aprile 2010 - Marlen Vazzoler da GALLERY

Red: prime foto sul set di Bruce Willis e Mary-Louise Parker Il disegnatore di fumetti Cully Hamner ha postato sul suo blog il logo utilizzato sul set di Red, l'adattamento cinematografico dell'omonima miniserie a fumetti pubblicata dal 2003 al 2004 negli Stati Uniti dalla DC/Wildstorm, che risulta essere identico a quello utilizzato nelle copertine della graphic novel. La serie, a cui ha collaborato anche Warren Ellis, racconta di Frank Moses, un ex agente della CIA, interpretato nel film da Bruce Willis, che si sta godendo la sua meritata pensione ma improvvisamente un giorno degli assassini forniti di hi-tech altamente sofisticato cercano di ucciderlo. Con la sua identità compromessa e la vita in pericolo della donna a cui vuole bene (Mary-Louise Parker), Frank decide di riassemblare la sua vecchia squadra (formata da Helen Mirren, Morgan Freeman e John Malcovich) in un ultimo tentativo di sopravvivenza.
L'autore ha scritto inoltre un piccolo commento sul suo secondo giorno sul set del film, di cui stanno continuando le riprese a Toronto: "Uao, oggi è stata una lunga giornata, ma sono stato presentato a John Malkovich, Mary Louise Parker, e a Karl Urban; ho avuto modo di chiacchierare casualmente qua e là con Bruce Willis, il produttore Lorenzo di Bonaventura e il regista Robert Schwentke, tutti ragazzi molto piacevoli, insieme a tonnellate di gente veramente gentile della produzione, ho avuto un lungo colloquio con la controfigura di Willis, Stuart, che è un ragazzo affascinante. Mi sono seduto per le interviste con la stampa estera e le persone che lavorano al DVD. Ho generalmente notato che la troupe dei film lavora molto, molto duramente".
Nel cast Brian Cox, Richard Dreyfuss, Ernest Borgnine, Julian McMahon, James Remar e Rebecca Pidgeon. Il film uscirà nei cinema americani il 22 ottobre.

Nuove foto dal set di Brooklyn di Bruce Willis e Tracy Morgan.

A Couple of Dicks: si aggiungono Michelle Trachtenberg e Jason Lee

martedì 30 giugno 2009 - Marlen Vazzoler da GALLERY

A Couple of Dicks: si aggiungono Michelle Trachtenberg e Jason Lee Mentre proseguono a Brooklyn le riprese del nuovo film di Kevin Smith, A Couple of Dicks, con Bruce Willis, Tracy Morgan, Seann William Scott, Adam Brody e Kevin Pollack, ci sono state due nuove entrate.
La star della serie televisiva My Name is Earl, Jason Lee è entrato a far parte del cast, ed interpreterà un poliziotto. L'attore, che girerà solamente per un paio di giorni, è apparso in quasi tutti i film diretti da Smith, tra le sue varie partecipazioni si possono ricordare Clerks II, Dogma, In cerca di Amy, Jay and Silent Bob... Fermate Hollywood e Jersey Girl. Ma non si tratta dell'unica novità. Anche l'attrice Michelle Trachtenberg (Buffy e 17 Again) interpreterà la figlia di Bruce Willis ed avrà come patrigno Lee. Assieme a loro ci sarà l'attore Jim Norton che ha annunciato via Twitter di avere un piccolo ruolo nella pellicola.
La pellicola, prodotta dalla Warner, uscirà nelle sale americane il 26 febbraio 2010.

Immagini dal set al Bay Ridge di Bruce Willis, Tracy Morgan e Seann William Scott.

A Couple of Dicks: nuove foto da Brooklyn

martedì 16 giugno 2009 - Marlen Vazzoler da GALLERY

A Couple of Dicks: nuove foto da Brooklyn Il nuovo film diretto da Kevin Smith, la commedia d'azione A Couple of Dicks, sta girando al Bay Ridge a Brooklyn, nella città di New York. Si possono vedere le foto degli attori Bruce Willis, Tracy Morgan e Seann William Scott impegnati sul set. Willis e Morgan interpretano una coppia di poliziotti che deve risolvere tre strani casi.
La pellicola uscirà il 26 febbraio 2010 nei cinema americani.



Survive the Night

Bruce Willis ei panni di un criminale vecchio e pericoloso
Regia di Matt Eskandari. Genere Azione, produzione USA, 2020.

Uno sceriffo in pensione dovrà difendere i suoi cari.

Hard Kill

Vite a rischio
Regia di Matt Eskandari. Genere Azione, produzione , 2020.

Un gruppo terroristico rapisce una figlia per incastrare il padre.

Breach

Una Nuova Terra
Regia di John Suits. Genere Azione, produzione Canada, USA, 2020.

Un meccanico deve riuscire a portare la sua astronave sulla Nuova Terra.

prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
giovedì 27 agosto
Dopo il matrimonio
mercoledì 26 agosto
Qua la zampa 2 - Un amico è per se...
giovedì 6 agosto
Last Christmas
Georgetown
Queen & Slim
mercoledì 5 agosto
Alice e il sindaco
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità