Dizionari del cinema
Miscellanea (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
mercoledì 23 settembre 2020

Articoli e news Annie Girardot

Nome: Annie Suzanne Girardot
Data nascita: 25 Ottobre 1931 (Scorpione), Parigi (Francia)

Data morte: 28 Febbraio 2011 (79 anni), Parigi (Francia)
1

Un modello felice e complesso.

Annie Girardot: uno stile perduto

Annie Girardot: uno stile perduto Attrice e donna decisamente importante la Girardot. E modello felice e complesso. E tanti codici garanti, della massima qualità. Per cominciare Parigi, dov'era nata nel '31. E poi Accademia di Parigi, dove emerge subito, tanto da entrare nella sacralità della Comédie-Française ancora ragazzina. E un altro avallo decisivo, Jean Cocteau, già scopritore di Juliette Gréco, che però era di Montpellier, non purissima parigina come Annie. Juliette di poco più grande di Annie identificherà perentoriamente gli anni Cinquanta, il famoso esistenzialismo, ma la Girardot saprà evolversi a partire proprio da quel decennio, ma esplorando e risolvendo altri registri e altre esperienze, sempre da protagonista. Era bella e affascinante e proprio Cocteau le diede una definizione che certo le fu utile "uno dei più bei talenti del dopoguerra". La Girardot si è sempre considerata una figlia del teatro e legata a ruoli di qualità alta. Debutta 24enne nel cinema con Tredici a tavola, naturalmente si fa notare e vince un premio importante, il "Suzanne Bianchetti", ma per l'attrice il destino grande si compie in Italia, con un maestro, Luchino Visconti, che in Rocco e i suoi fratelli le assegna la parte di Nadia, una prostituta passionale e intelligente. Annie ha sempre considerato quel ruolo il più importante della carriera. La capacità di essere "tutto" le aprì … tutte le porte. Autori fuoriclasse le assegnarono ruoli diversi e difficili. La Girardot li risolse secondo la sua personalità, dettando ogni volta regole proprie. Monicelli le diede il ruolo di Niobe nei "Compagni", nel cast c'era anche Renato Salvatori. I due si erano conosciuti sul set di "Rocco" e non solo erano affiatati, erano anche innamorati. Ferreri fece di lei "la donna scimmia" ruolo grottesco e molto difficile, che Annie, come sempre ricoprì al meglio. Nel '64, un altro eroe del cinema francese Marcel Carné la volle per il suo Tre camere a Manhattan, e questa volta la qualità di Annie ebbe un riconoscimento ufficiale, la prestigiosa Coppa Volpi al festival di Venezia. La parigina è sempre stata considerata una di noi, e non soltanto perché aveva sposato Salvatori. Nell'era recente aveva comunque lasciato segni importanti, in film come La pianista e Niente da nascondere, di Michael Haneke. Talento, intelligenza e umanità. Una francese vera e del mondo. Uno stile che adesso è difficile reperire. Dal 2008 Annie Girardot soffriva di Alzheimer. La figlia Giulia Salvatori, in un documentario ha rivelato le grandi difficoltà della madre sul set del suo ultimo film. Quando era necessario suggerirle anche le battute più semplici. Triste il set e … triste il documentario.

In occasione del 40° anniversario della morte di Luchino Visconti, l'edizione restaurata del film sarà dal 7 marzo in oltre 70 sale.

Rocco e i suoi fratelli torna al cinema

venerdì 4 marzo 2016 - a cura della redazione da [LINK] FILM

Rocco e i suoi fratelli torna al cinema In occasione del 40° anniversario della morte di Luchino Visconti, la Cineteca di Bologna presenta dal 7 marzo in 70 sale italiane Rocco e i suoi fratelli (Italia-Francia, 1960) nell'edizione restaurata, realizzata con Titanus e Rai Cinema tra gli altri. Arriva sui grandi schermi per la prima volta in versione integrale, dopo la presentazione in diversi festival, il grande affresco con cui Visconti ha raccontato l'Italia che cambiava negli anni dello sviluppo industriale e della migrazione interna da Sud a Nord. Le star Alain Delon, Claudia Cardinale e Annie Girardot sono, con Renato Salvatori, i protagonisti di un film che ha segnato intere generazioni italiane, puntando il dito sulla violenza delle profonde trasformazioni, a cominciare dall'interno di una famiglia.

"Fellini ha raccontato La dolce vita, io tenterò invece di raccontare l'amara vita della gente come Rocco": così ne parlava Luchino Visconti, a confronto con l'altro film che ha marcato il 1960 del cinema italiano nel mondo.

1



prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 23 settembre
A Tor Bella Monaca non Piove Mai
martedì 22 settembre
L'hotel degli amori smarriti
giovedì 10 settembre
La mia banda suona il pop
mercoledì 9 settembre
Fantasy Island
martedì 8 settembre
Doppio sospetto
mercoledì 2 settembre
Villetta con ospiti
giovedì 27 agosto
Dopo il matrimonio
mercoledì 26 agosto
Qua la zampa 2 - Un amico è per se...
giovedì 6 agosto
Last Christmas
Georgetown
Queen & Slim
mercoledì 5 agosto
Alice e il sindaco
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità