Dizionari del cinema
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
venerdì 14 agosto 2020

Articoli e news Ivan Cotroneo

52 anni, 21 Febbraio 1968 (Pesci), Napoli (Italia)

Come fai a non ricordarti la stagione della tua vita in cui stavi fisicamente male se non venivi invitato ad una festa? Intervista al regista di Un bacio, dal 31 marzo al cinema.

Ivan Cotroneo: "ero un adolescente complessato"

Ivan Cotroneo:

Al Festival di Roma, il lavoro del regista napoletano convince pubblico e critica.

La kryptonite di Cotroneo

La kryptonite di Cotroneo La proiezione stampa de La kryptonite nella borsa ha registrato il sold out, cosa accaduta per pochi altri film in concorso: l'attesa per il debutto alla regia di Ivan Cotroneo è alta. Alla conferenza stampa la squadra si presenta al completo, compatta perché, come diranno gli intervenuti più volte nel corso dell'incontro, l'esperienza sul set è stata a tal punto rassicurante da sentirsi una vera famiglia. Oltre a Ivan Cotroneo ci sono il piccolo e bravo Luigi Catani, scelto tra oltre cinquecento bambini per interpretare il ruolo di Peppino attraverso i cui occhi è vista tutta la storia, Luca Zingaretti e Valeria Golino, rispettivamente papà e mamma di Peppino, Cristiana Capotondi e Libero De Rienzo, i due zii hippy, e Fabrizio Gifuni, qui nel ruolo di psichiatra cui si rivolge Rosaria (la Golino) nel momento di crisi. Serrano le fila Francesca Cima e Nicola Giuliano per Indigo Film e Carlo Brancaleoni per Rai Cinema. Continua »

Domenica e lunedì la miniserie dal celebre racconto di Collodi.

Pinocchio: La fiaba italiana senza tempo torna in tv

martedì 27 ottobre 2009 - Edoardo Becattini da TELEVISIONE

Pinocchio: La fiaba italiana senza tempo torna in tv Le fiabe sono fatte per essere raccontate e per trovare a ogni nuova lettura un senso ulteriore che le renda universali e senza tempo. "Le avventure di Pinocchio" di Carlo Collodi godono di questo fascino eterno grazie a una serie di personaggi e di situazioni eternamente rinnovabili in base allo spirito del tempo, a cominciare dalla straordinaria figura protagonista: un bambino di legno vivace e curioso che impara, attraverso prove dure e incredibili, come si sta al mondo.
Pinocchio come favola dell'infanzia e della maturità, capace di affascinare tanto i lettori italiani di fine Ottocento che gli spettatori televisivi dell'era contemporanea, e di passare attraverso trasposizioni e riletture differenti. Dalla più celebre versione a cartoni animati del 1940 firmata Walt Disney, fino alla magniloquente quanto controversa rilettura ad opera di Roberto Benigni, certamente una delle trasposizioni che il grande pubblico in Italia maggiormente ricorda è quella realizzata nel 1971 da Luigi Comencini per la RAI. A quel progetto, uno degli sceneggiati di maggior successo della televisione nazionale, si ispira la nuova versione concepita da Alberto Sironi, anche grazie alla continuità apportata dalla Lux Vide e dalla presenza di Ettore Bernabei.
Come fu per quello di trentacinque anni fa, il nuovo Pinocchio utilizza volti popolari (al tempo Nino Manfredi, Gina Lollobrigida, Franco Franchi e Ciccio Ingrassia; adesso Bob Hoskins, Luciana Littizzetto, Margherita Buy, Violante Placido e Alessandro Gassman) e una location suggestiva (la regione del viterbese per Comencini, il borgo di Civita di Bagnoregio per Sironi), per dare nuova lettura al mito che non muore di Pinocchio e alle sue strette e rinnovabili somiglianze con l'epoca contemporanea.

Il giorno di San Valentino, esce in 500 copie il "piccolo grande amore" di Riccardo Donna e di Claudio Baglioni.

Questo piccolo grande amore: a un passo dal cuore

Questo piccolo grande amore: a un passo dal cuore Adattando l'omonimo album di Claudio Baglioni, Riccardo Donna e Ivan Cotroneo mettono in immagini il "piccolo grande amore" di Giulia e Andrea, giovani e innamorati nella Roma degli anni Settanta. Lui studente di architettura cresciuto a Centocelle, lei liceale borghese coccolata nel cuore della capitale, si incontrano a un passo dal cuore e da Piazza del Popolo. La voce narrante e "cantante" è quella di Claudio Baglioni, che ripercorre la sua biografia e la sua discografia dentro un film che intreccia relazione amorosa, musica e dialoghi di brani di canzoni. Nel mondo felicemente onirico e d'evasione degli innamorati in divisa militare e maglietta fina, irromperà però la realtà e la difficoltà di diventare grandi quando si avrebbe soltanto voglia di "mari, giochi, fate e baci a labbra salate". A Roma per presentare il loro film, regista e sceneggiatore confessano l'insostenibile leggerezza del primo amore, invitando gli spettatori a (ri)ascoltare i testi di Baglioni, a lasciarsi trasportare dal già noto e dal ritornello che viene alle labbra. Magari storpiato ma mai dimenticato.

Kim Rossi Stuart interpreta il grandissimo pianista jazz nel nuovo film di Riccardo Milani.

Piano, solo: alla scoperta di Luca Flores

Piano, solo: alla scoperta di Luca Flores Ci sono degli artisti che, agevolati o condannati da una latente patologia psichica, riescono a toccare l'essenza stessa della musica al punto da finire per perdersi in essa, venirne letteralmente risucchiati. Gli esempi sono molteplici. Si potrebbe parlare di Nick Drake, scomparso a neanche ventisette anni dopo aver dato alla luce tre album preziosi quanto illuminanti. O del già a lungo compianto Kurt Cobain che si è spento sin troppo giovane dopo essere stato investito, suo malgrado, del ruolo di portavoce di una generazione come leader dei Nirvana. O di Luca Flores, jazzista di formidabile talento e toccante sensibilità, pressoché sconosciuto dal grande pubblico che oggi viene sottratto all'oblio grazie al regista Riccardo Milani e a Kim Rossi Stuart che in Piano, solo ne assume la postura e lo sguardo. Tratto dal libro "Il disco del mondo - Vita breve di Luca Flores, musicista" di Walter Veltroni, Piano, solo racconta l'ascesa al successo dell'artista e la caduta negli inferi della mente dell'uomo. Abbiamo incontrato il regista e il cast del film atteso venerdì in 130 sale italiane.

Il regista de La kryptonite nella borsa torna alla regia con un film sull'adolescenza, sulle prime volte, sulla ricerca della felicità. Dal 31 marzo al cinema.

Un bacio, la locandina del nuovo film di Cotroneo

venerdì 26 febbraio 2016 - a cura della redazione da POSTER

Un bacio, la locandina del nuovo film di Cotroneo

   
   
   


prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
giovedì 13 agosto
Mai raramente a volte sempre
lunedì 10 agosto
Nour
giovedì 6 agosto
High Life
Galveston
Amo la tempesta
giovedì 30 luglio
Il re di Staten Island
Un lungo viaggio nella notte
Una intima convinzione
L
mercoledì 22 luglio
L'amore a domicilio
lunedì 20 luglio
L'agnello
giovedì 16 luglio
Letizia Battaglia - Shooting the M...
lunedì 13 luglio
Famosa
domenica 12 luglio
Entierro
giovedì 9 luglio
Gamberetti per tutti
Vulnerabili
L'anno che verrà
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità