Dizionari del cinema
Periodici (1)
Collegamenti
Media & Link
Consulta on line la Biblioteca del cinema. Tutti i film dal 1895 a oggi:
lunedì 14 ottobre 2019

Articoli e news Alessandro Gassmann

54 anni, 24 Febbraio 1965 (Pesci), Roma (Italia)

Vincenzo Salemme, Baciato dalla fortuna assieme ad Alessandro Gassman e Asia Argento.

La fortuna aiuta gli smemorati

La fortuna aiuta gli smemorati L'Italia, si sa, è un paese di santi, poeti, navigatori e grandi giocatori. Fra speranza e scaramanzia, ambizioni da primo premio o da ultima spiaggia, le piccole sfere del gioco del lotto, assieme a quelle grandi delle partite di calcio, sono fra le poche passioni che tengono uniti Nord e Sud. Non a caso, il protagonista di Baciato dalla fortuna è sì un vigile che onora la tradizione dei grandi giocatori partenopei dei racconti di Giuseppe Marotta e delle commedie di Eduardo Scarpetta ed Eduardo De Filippo, ma trapiantato a Parma, fra le provincie più produttive della Bassa padana. A interpretare questo fortunato smemorato delle forze dell'ordine non poteva che essere quindi l'ultimo erede della commedia napoletana quale Vincenzo Salemme. In questo nuovo film, da venerdì in sala in circa 400 copie, l'attore e regista partenopeo lascia la macchina da presa per mettere tutto e anche più di se stesso nell'interpretazione e nei duelli comici con gli altri protagonisti. Continua »

Presentato a Roma Il padre e lo straniero di Ricky Tognazzi.

Il nostro paese è destinato ad essere multirazziale

Il nostro paese è destinato ad essere multirazziale “25 anni, 25 film” celebra così le ‘nozze d’argento cinematografiche’ Simona Izzo al suo venticinquesimo lungometraggio col compagno Ricky Tognazzi, regista e sceneggiatore insieme alla moglie anche del loro ultimo lavoro Il Padre e Lo Straniero. Già presentata fuori concorso all’ultimo festival di Roma, la pellicola è stata proiettata in anteprima alla casa del Cinema capitolina e uscirà il prossimo 18 Febbraio in circa 100 copie.

La trama del film
Alessandro Gassman è un padre nervoso e iperfumatore che un giorno, mentre aspetta il figlio disabile, incontra un affascinante uomo siriano, interpretato da Amr Waked, che gli farà scoprire, sullo sfondo di una spy story, una Roma inedita, la Siria, e anche la vera amicizia, sentimento che cambierà lui e il rapporto con la moglie, Ksenia Rappoport.

La figura femminile secondo Simona Izzo
"Però" spiega Simona Izzo "in questo film la donna è una figura secondaria. Il nostro è un racconto maschile su un uomo che partorisce la sua paternità". Una storia ispirata dal romanzo di Giancarlo De Cataldo che anni prima di "Romanzo Criminale" pubblica “Il padre e lo straniero”. “Credo sia il libro più sentito di De Cataldo perché preso da una sua vicenda personale" dichiara la Signora Tognazzi "è un romanzo di formazione. Nessuno ci ha insegnato a essere padri e madri, anche se le donne hanno una capacità maggiore di ascoltare i silenzi dei figli, l’istinto materno è cercato meno dagli uomini. Infatti ricordo una bella considerazione del neuropsichiatra Bollea, scomparso pochi giorni fa. Lui diceva che a undici anni le madri dovrebbero sparire per far posto ai padri”.

Alessandro Gassman il giramondo
A questo punto la parola passa agli uomini, ai padri e figli d’arte nei film e nella vita. Per Alessandro Gassman la donna è salvifica: “Ho la febbre, ma ieri, solo vedendo mia moglie, mi è scesa di un grado”. Dopo la gag, il figlio di Vittorio Gassman ha raccontato l’importanza del suo ruolo nel film: “Ho imparato tanto da questo papà, oggi mi sento più cittadino del mondo, perché è un film sul multiculturalismo e nonostante mi manchi solo la Cina per completare il giro del mondo, ho sempre voglia di viaggiare”.

Ricky Tognazzi: Il merito è tutto degli attori
Un altro che ha viaggiato molto, soprattutto tra i generi cinematografici, è il regista Ricky Tognazzi: “Anche mio padre amava cambiare e sperimentare. Recitava nella commedia di successo, nei film degli esordienti e in quelli dei ‘pazzi’ come Ferreri. In questo ultimo lavoro penso che il merito vada agli attori, che pur non vivendo le situazioni di disagio descritte hanno saputo portare a galla i loro lati nascosti. Una forza anche di sceneggiatura”. Difatti, tra gli autori della storia è presente Dino Giarrusso: “Abbiamo lavorato tanto per cambiare poco rispetto al libro. Il lato spy story è stato limato per far emergere l’umanità del personaggio, e l'amicizia”. D'accordo anche Simona Izzo: “La nostra è anche una storia di amicizia senza pregiudizi e poi una considerazione sulla paternità nella cultura araba: loro dicono 'quando vedo mio figlio, vedo il mio fegato camminare'. Parlano di fegato e non di cuore come invece avremmo fatto noi occidentali, ciò sottolinea la forza di essere genitori”.

Gli assenti e la difficile situazione egiziana
A fare notizia non sono solo i presenti ma anche gli assenti: De Cataldo impegnato a Parigi, la Rappoport, in maternità, ha una nobile giustificazione, come anche Amr Waked, che anima la protesta degli artisti nell’Egitto in subbuglio di questi giorni, e dove, qualche mese fa, il film ha ricevuto 3 premi al Festival Internazionale de Il Cairo. "Io e Amr siamo diventati veri amici" dichiara Gassman "sono stato in Egitto e li non si possono nemmeno riunire le persone in cinque in pubblico. La democrazia latita”. Per Tognazzi un’emergenza che è anche artistica: "non hanno più fondi statali, la qualità delle pellicole si è abbassata tanto". Preoccupazione anche per la produttrice del film, Grazia Volpi: "Waked distribuisce il film nel mercato orientale. Ci preoccupiamo che Il Padre e lo Straniero non possa arrivare in Egitto dove ci hanno accolto benissimo, sarebbe un peccato perché parla dell’incontro di culture”. Il multiculturalismo ha convinto anche Rai Cinema che distribuisce il film in Italia. Paolo Del Brocco, amministratore delegato, ritiene che la pellicola è “In piena sintonia con la linea editoriale della Rai. Una storia che arriva al momento giusto anche se ora al cinema le commedie vincono, ridere fa bene ma per evitare che la tv fagociti il cinema con sole fiction di comici, bisogna educare il pubblico anche ad altri prodotti".
Chiusura tutta per Gassman jr: "Il nostro paese è destinato ad essere multirazziale, sarà un vantaggio… se saremo intelligenti".

Il nuovo film di Fausto Brizzi invaderà le sale il 6 febbraio.

Ex: e vissero felici e contenti?

Ex: e vissero felici e contenti? Seicento copie sono pronte nei magazzini di mamma Rai per invadere le sale italiane, il giorno 6 febbraio. Sono le pellicole di Ex, il nuovo film di Fausto Brizzi, scritto dal regista con i fedelissimi Marco Martani e Massimiliano Bruno e prodotto da Fulvio e Federica Lucisano. Il cast è una lunga passerella di volti noti e capaci del cinema, della televisione e del teatro italiano, con l'aggiunta dei "cugini" Cécile Cassel e Malik Zidi. La conferenza stampa è l'occasione per incontrarli quasi al completo e per assistere ad un piccolo battibecco tra "ex" amici, Alessandro Gassman e Gianmarco Tognazzi, non si sa quanto serio e quanto scherzoso. Ma San Valentino è alle porte e l'amore trionferà. Almeno sullo schermo.

L'incontro con Alessandro Gassmann e Francesco Quinn, protagonisti del film tv.

4 padri single: amori e disastri di quattro italiani a New York

mercoledì 14 gennaio 2009 - Tirza Bonifazi Tognazzi da TELEVISIONE

4 padri single: amori e disastri di quattro italiani a New York Andrà in onda domani sera su Canale 5 la puntata pilota di 4 padri single, il film tv ambientato a New York che ha come protagonisti Alessandro Gassman e Francesco Quinn oltre a Lenny Venito, Joe Urla e Jennifer Esposito. Realizzato con l'intenzione di creare una nuova serie che possa andare incontro ai gusti e alle tendenze del pubblico italiano e di quello americano, 4 padri single si contraddistingue per l'alta qualità produttiva e registica, per un format che strizza l'occhio a Sex and the City e Friends, per una sceneggiatura fresca e originale e per l'ottima interpretazione di attori capaci di rendere autentici i loro personaggi. Il film tv racconta l'incontro - che si trasformerà in una grande amicizia - tra Jacopo (Alessandro Gassman), Dom (Francesco Quinn), Ennio (Joe Urla) e George (Lenny Venito), i quattro padri del titolo che vivono a New York e sono divisi tra le mogli, le ex mogli, i figli, le nuove fidanzate e il lavoro. "È la prima volta che un prodotto italiano viene preso in considerazione dai grandi network statunitensi" ha dichiarato il direttore di Mediaset Fiction Giancarlo Schieri all'incontro che si è tenuto questa mattina a Roma. "Dobbiamo allargare il nostro orizzonte e arrivare al vertice al futuro mercato cinematografico globale". Prodotto dalla Indiana di Gabriele Muccino, Marco Cohen e Fabrizio Donvito, 4 padri single è il risultato di una collaborazione tra Muccino e Liz Tuccillo (Sex and the City), autrice della sceneggiatura e produttrice esecutiva della puntata pilota.

Antonello Grimaldi traduce con empatia l'opera letteraria di Sandro Veronesi.

Caos calmo: l'elaborazione del lutto

Caos calmo: l'elaborazione del lutto Un percorso doloroso, quello dell'elaborazione del lutto, che porta a fare i conti con se stessi e con la vita. Ognuno sceglie come affrontare il dolore della perdita, affossandolo o semplicemente aspettando che si manifesti per poi incamminarsi verso la guarigione. Nonostante si sia parlato di una sola scena del nuovo film di Antonello Grimaldi, Caos calmo è una riflessione intimista sulla morte e sulla vita attraverso lo sguardo "distaccato" di Pietro Paladini (interpretato magistralmente da Nanni Moretti). Nel parco dove si rifugia per aspettare di essere colpito dal dolore - che non riesce a provare - crea una sorta di ordine al caos (calmo) che si porta dentro.

Le foto della nona giornata della rassegna.

71. Mostra del Cinema, Pasolini non delude

venerdì 5 settembre 2014 - a cura della redazione da GALLERY

71. Mostra del Cinema, Pasolini non delude Il red carpet della nona giornata della 71. Mostra del Cinema ha visto sfilare, per il Concorso, i protagonisti di Pasolini - atteso film di Abel Ferrara con Willem Dafoe, la moglie Giada Colagrande, Maria De Medeiros e Riccardo Scamarcio - e il cast di Red Amnesia, diretto dal cinese Wang Xiaoshuai. Per le Giornate degli autori, invece, è stata la volta de I nostri ragazzi, diretto da Ivano De Matteo e interpretato, tra gli altri, da Luigi Lo Cascio, Giovanna Mezzogiorno e Alessandro Gassman.

Guarda la fotogallery »

Alessandro, Jacopo e Paola Gassman ricordano il padre.

Vittorio racconta Gassman, una vita da mattatore: il photocall

mercoledì 1 settembre 2010 - Marlen Vazzoler da GALLERY

Vittorio racconta Gassman, una vita da mattatore: il photocall A dieci anni dalla scomparsa di Vittorio Gassman, la Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia decide di ricordare il popolare attore proiettando il giorno prima della Mostra la pellicola Profumo di donna e il documentario, Vittorio racconta Gassman, una vita da mattatore, diretto dal regista Giancarlo Scarchilli.
Alessandro ha dichiarato a tale proposito: “Sono contento che Vittorio racconta Gassman – Una vita da Mattatore, film realizzato per ricordare mio padre, sia presentato in prima assoluta proprio al Festival Cinematografico di Venezia. I motivi sono molteplici: in primo luogo perché quando mio padre ci lasciò, l’allora Direttore del Festival - solo tre mesi dopo la sua scomparsa - lo ignorò; ed è per questo che oggi ringrazio l’attuale Direttore del Festival, Marco Müller, per la sensibilità mostrata nel voler ricordare Vittorio Gassman nel decennale della sua scomparsa. Un altro motivo che mi rende felice è il crescente coinvolgimento che ho con la città di Venezia, sia da un punto di vista affettivo che professionale”.
Il regista Giancarlo Scarchilli per creare il documentario sul suo ammirato Maestro, Vittorio Gassman, ha impiegato 13 mesi di lavoro, per visionare 500 ore di materiali trascritti ed acquisiti, centinaia di foto e documenti originali scrupolosamente selezionati e per realizzare 37 interviste ad attori, registi, sceneggiatori, produttori, amici e colleghi di Vittorio Gassman effettuate in Italia, in Francia a Los Angeles. Un lavoro composto da 1200 ore di visionamento, 38 giorni di riprese, 40 giorni di premontaggio e 60 di montaggio.
Parlando di Scarchilli, Alessandro ha aggiunto: “Voglio ringraziare Giancarlo Scarchilli per la dedizione, la determinazione e la professionalità che ha messo nella realizzazione di questo film su mio padre. Credo che non ci sarebbe stata persona più giusta, nel panorama cinematografico italiano, per raccontare Vittorio Gassman: primo perché Giancarlo è stato uno stretto collaboratore di mio padre per molti anni; secondo perché è un regista dotato di autenticità, sensibilità e gusto; terzo perché era un amico sincero di papà ... a cui papà voleva bene”.
I diritti di Vittorio racconta Gassman, una vita da mattatore che ha suscitato l'interesse della Direzione Generale per il Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Lazio Assessorato Cultura e Arte, sono stati comprati dalla Rai che distribuirà in tutto il mondo la pellicola tramite Raitrade.

Il mito di Tristano ed Isotta nel film di Filiberti.

Il compleanno: la fotogallery

lunedì 24 maggio 2010 - Marlen Vazzoler da GALLERY

Il compleanno: la fotogallery Da questa settimana esce in alcune sale italiane il film Il compleanno diretto da Marco Filiberti ed interpretato da Alessandro Gassman, Maria de Medeiros, Massimo Poggio, Michela Cescon, e Piera Degli Esposti, una pellicola costruita sulla luce abbagliante della spiaggia di Sabaudia e il mito di Tristano ed Isotta riletto da Wagner in un melo contemporaneo. Il film è stato presentato in una quindicina di festival in tutto il mondo, tra cui il Festival Internazionale del Festival di Roma e la Mostra del Cinema di Venezia.
Un gruppo di amici affitta una magnifica casa sulla spiaggia per passare insieme l'estate. L'arrivo improvviso di David, figlio di Shary e Diego, scatena una tensione crescente che sembra travolgere tutti e in particolare Matteo, un affermato psicanalista, sposato con Francesca. Leonard, l'enigmatico e solitario zio del ragazzo, sembra intuire le cause del disagio, nascoste sotto uno strato sempre più spesso di omertà e ipocrisia. La vacanza segnerà indelebilmente il destino dei personaggi e svelerà il senso delle loro esistenze.
Un binomio di Amore-Morte è il leitmotiv drammaturgico e musicale della storia, in cui prevale una doppia nostalgia, spiega il regista in un'intervista, data dall'accostamento del compositore tedesco e da alcuni successi della musica leggera. Una funzione più narrativa, legata da sottili rimandi wagneriani, ha la musica composta da Andrea Chenna.

Pappi Corsicato e il suo cast sfilano sul tappeto rosso.

Il seme della discordia: la sfilata a Venezia

sabato 6 settembre 2008 - Pietro Coccia da GALLERY

Il seme della discordia: la sfilata a Venezia L'ultimo film presentato in concorso ieri a Venezia è stato Il seme della discordia di Pappi Corsicato. Il regista ha sfilato con l'intero cast sul tappeto rosso: Caterina Murino, la ex Bond girl protagonista del film, radiosa in abito lungo nero, Isabella Ferrari (accompagnata dai figli), Alessandro Gassman, Martina Stella in rosa, Lucilla Agosti e tutti gli altri. Una sfilata spiritosa e divertente, all'insegna della spensieratezza del film, una commedia dai toni surreali che rappresenta il ritorno al cinema dopo 7 anni del regista napoletano. Un film vivace, colorato, all'insegna dell'estetica anni '50 e '60 soprattutto nel look delle dive.

Pappi Corsicato e il suo cast a Venezia per la presentazione del film.

Il seme della discordia: photo call

venerdì 5 settembre 2008 - Pietro Coccia da GALLERY

Il seme della discordia: photo call A Venezia, in conclusione del Festival, sfilano Pappi Corsicato e i suoi attori in attesa della presentazione de Il seme della discordia al pubblico, stasera alle 22. Il film del regista napoletano racconta la crisi di una coppia formata da Veronica, una bellissima donna proprietaria di un negozio di abbigliamento, e Mario, un rappresentante di fertilizzanti. Persuasi dalla mamma di lei a fare il test di fertilità, Veronica si scoprirà incinta e Mario sterile. Nel cast, oltre ai protagonisti Caterina Murino e Alessandro Gassman, molti volti noti del cinema italiano, tra cui Martina Stella, Isabella Ferrari, Iaia Forte, Monica Guerritore e Valeria Fabrizi.

Visualizza tutti gli approfondimenti (8)
   
   
   


Non ci resta che il crimine

Un tour criminale alla scoperta dei luoghi della Banda della Magliana
Data uscita: 10/01/2019
Regia di Massimiliano Bruno. Genere Commedia, produzione Italia, 2019.

Un gruppo di amici crede di avere un'idea geniale per fare soldi facili. Ma uno scherzo del destino li catapulta negli Anni Ottanta.
Non ci resta che il crimine

Mio fratello rincorre i dinosauri

Un racconto di formazione adolescenziale che conserva la freschezza del testo originale e si ispira al cinema indipendente americano
Data uscita: 05/09/2019
Regia di Stefano Cipani. Genere Commedia, produzione Italia, 2019.

Il rapporto di due fratelli, Jack e Gio. Ques'ultimo ha la sindrome di Down e per jack questo diventa un segreto da non svelare.

Croce e Delizia

La nuova commedia di Godano affronta il tema dell'identità sessuale e delle relazioni familiari complicate dalle leggi del desiderio
Data uscita: 28/02/2019
Regia di Simone Godano. Genere Commedia, produzione Italia, 2019.

I Castelvecchio e i Petragna sono due famiglie diversissime tra di loro. Come mai allora si ritrovano a trascorrere le vacanze estive insieme?

Ritorno al Crimine

Data uscita: 05/03/2020
Regia di Massimiliano Bruno. Genere Commedia, produzione Italia, 2020.

Il film è il sequel di Non ci resta che il crimine.

Non Odiare

Regia di Mauro Mancini. Genere Drammatico, produzione Italia, 2020.

Il film racconta di persone ordinarie alle prese con situazioni straordinarie e la loro coscienza.
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità