La cena delle spie

Film 2022 | Thriller

Regia di Janus Metz Pedersen. Un film con Chris Pine, Thandie Newton, Laurence Fishburne, Jonathan Pryce, Ahd. Cast completo Titolo originale: All the Old Knives. Genere Thriller - USA, 2022, - MYmonetro 2,64 su 7 recensioni tra critica, pubblico e dizionari.

Condividi

Aggiungi La cena delle spie tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Ultimo aggiornamento sabato 9 aprile 2022

Due spie, una cena, un confronto a due, un evento tragico nel passato e un amore finito, un tradimento che distrusse le vite di tutti...

Consigliato nì!
2,64/5
MYMOVIES 2,50
CRITICA 2,40
PUBBLICO 3,03
CONSIGLIATO NÌ
Un film che intreccia spy story e trama sentimentale ma privo di una vera regia cinematografica.
Recensione di Roberto Manassero
sabato 9 aprile 2022
Recensione di Roberto Manassero
sabato 9 aprile 2022

Otto anni dopo un tragico attentato terroristico a Vienna, durante il quale un gruppo di estremisti islamici prese in ostaggio un volo di linea e uccise tutti i passeggeri, Henry Pelham, agente della Cia all'epoca di stanza nella capitale austriaca, viene incaricato di interrogare i colleghi di allora, che con lui gestirono il sequestro e fallirono, con lo scopo di scoprire chi fosse la talpa che mandò a monte l'operazione di salvataggio. Henry si reca dunque da Celia Harrison, l'ex collega di cui era innamorato e con la squale stava per andare a convivere, e la interroga nel corso di una lunga e tesissima cena. Chi tradì a Vienna? E cosa è rimasto dell'amore che un tempo legava Henry e Celia?

Come in un romanzo di Le Carrè, La cena delle spie intreccia spy story e trama sentimentale. Cambia però la maniera, non più tradizionalmente romanzesca, ma stratificata, con i piani temporali intrecciati e le linee narrative che convergono in un drammatico punto d'incontro.

Lo sceneggiatore del film è lo stesso autore del romanzo da cui è tratto, Olen Steinhauer, che nel 2016 ha pubblicato "All The Old Knives" e ora l'ha adattato per il cinema: anche per questo, a livello di scrittura il film costruisce abilmente un intreccio che lavorando su due linee temporali - l'assalto all'aereo e la gestione della crisi e l'interrogatorio di Celia da parte di Henry, preceduto da quello dell'ex capo di lei - procede poco alla volta verso una rivelazione frutto di colpi di scena e cambi di prospettiva.
Se il lavoro di ricerca della talpa appartiene al classico repertorio della letteratura spionistica (così come il fatto che la soluzione dell'intreccio appare chiara dopo poco, secondo la regola per cui il diavolo si annida nei dettagli...), la costruzione di una duplice trama infittisce il mistero e rende il momento della scoperta finale, se non sorprendente, senza dubbio ben congegnato.
L'idea stessa della cena come momento narrativamente e simbolicamente pregnante funziona, perché concentra e insieme espande l'azione, costringendo lo spettatore a restare concentrato, da un lato, sulla ricostruzione degli eventi di otto anni prima (l'attentato, il tentativo degli agenti di contattare le fonti, la scoperta attraverso i tabulati telefonici dell'esistenza di una spia tra le spie...) e dall'altro sull'evolversi della trama sentimentale tra i due protagonisti, anche in questo caso divisi fra passato (la passione, il sesso, la condivisione di una vita in comune) e presente: lei, Celia, interpretata da Thandie Newton, ha chiuso con lo spionaggio, si è sposata e ha due figli; lui, Henry, continua a lavorare per la Cia e dietro l'aplomb dell'uomo affascinante (a interpretarlo è un Chris Pine simile a Pierce Brosnan) nasconde un animo feroce. Peccato che l'intera impalcatura narrativa - per quanto scateni il rimpianto di un cinema capace di costruire trame complesse senza per forza complicare la propria struttura, tra andirivieni temporali, pezzi di storia svelata e altri nascosti, false piste e così via - non abbia il supporto di una messinscena adeguata, reticente nella parte ambientata a Vienna nel mostrare la violenza o nell'insistere sull'ambiguità degli agenti (il capo della sezione interpretato da Laurence Fishburne, la vecchia volpe Bill Compton di Jonathan Pryce...) e colpevole, nel confronto a cena fra le due spie innamorate, di immergere il ristorante in cui i due si incontrano in un'atmosfera patinata, con la fotografia che non riesce ad astrarre le figure e crea effetti visivi grevi (riprese con camera fish-eye, sovrimpressioni incrociate, dettagli, primissimi piani...).

Manca insomma una regia vera, nonostante la professionalità di Janus Metz (regista di Borg McEnroe e di episodi di True Detective e ZeroZeroZero), come se questo cinema dignitosamente di serie B, relegato ormai al piccolo schermo (è disponibile in streaming su Amazon Prima Video), cercasse di competere soprattutto con la serialità, lavorando dunque sull'intreccio e sugli scontri di caratteri, senza potersi permettere, però, la complessità di Homeland (che sugli errori della Cia negli anni del terrorismo islamico in Europa e nel mondo ha costruito la sua fortuna) o l'ambiguità di spie mediocri e fallibili come quel del recente Slow Horses, disponibile su AppleTv.

Sei d'accordo con Roberto Manassero?
Una cena per riaccendere un vecchio amore... o una cospirazione internazionale?.

Ambientato nell'idilliaca cittadina di Carmel, due ex amanti - uno lavora per la CIA come spia e l'altro è un ex spia della CIA - si incontrano a cena e cominciano a ricordare un disastroso dirottamento del volo reale giordano 127, che si concluse con la morte di tutti i passeggeri, un fallimento che tormenta ancor oggi l'avamposto della CIA a Vienna. Ma Henry è andato a cena per riaccendere la storia d'amore o per tentare una cospirazione? L'unica certezza è che uno dei due potrebbe non sopravvivere alla cena.

PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
giovedì 30 giugno 2022
Felicity

Nella cena delle spie l’aderenza al genere spy movie è solo apparente. Nonostante le citazioni alla saga di 007 il film segue piuttosto le traiettorie classiche del melodramma. Fa infatti dello scontro tra amore e dovere il proprio nucleo narrativo. Vi dipinge attorno una parabola sull’impossibilità, per il protagonista, di raggiungere la felicità borghese della famiglia. [...] Vai alla recensione »

sabato 9 aprile 2022
Fabio Silvestre

Il nuovo film prodotto da Amazon nonostante si avvale di un cast di tutto rispetto ed è tratto dall'omonimo romanzo (il cui scrittore è qui nelle vesti -maldestre- anche di sceneggiatore) non trasmette quella suspense che ci si aspetta da una spy-story. Dopo 8 anni dal dirottamento di un aereo con uccisione dei passeggeri da parte dei terroristi, il caso viene riaperto in quanto si [...] Vai alla recensione »

STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 26 aprile 2022
Simone Emiliani
Film TV

È tratto dal romanzo di Olen Steinhauer ma dietro si sente l'ombra di John le Carré. L'agente della CIA Henry Pelham, otto anni dopo il tragico dirottamento del volo Turkish Alliance 127 nel quale hanno perso la vita tutti i passeggeri, deve scoprire chi è la talpa dei servizi segreti che ha mandato a monte l'operazione di salvataggio, e una sera si rivede a cena con l'ex collega e amante Celia Harrison. [...] Vai alla recensione »

sabato 16 aprile 2022
Giorgio Amadori
Sentieri Selvaggi

Una cena per ricordare il passato. Due vecchi amici, o meglio, due vecchi amanti rievocano, in un lussuoso ristorante della costa californiana, i bei tempi andati. Tempi in cui Henry Pelham e Celia Harrison lavoravano uno accanto all'altra nell'ufficio della CIA, presso l'ambasciata americana a Vienna. In quegli anni, tra i due scoppia un grande amore che, però, travolto dagli avvenimenti, deve interrompers [...] Vai alla recensione »

venerdì 8 aprile 2022
Sara Di Nardo
Asbury Movies

La cena delle spie è l'adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo firmato Olen Steinhauer - scrittore di libri di spionaggio e creatore della serie Berlin Station - che per l'occasione ha curato anche la sceneggiatura. Il titolo originale All the Old Knives è forse più adatto di quello italiano, poiché anticipa la complessa tela di bugie che solo nel finale verrà districata e rimanda perfettamente [...] Vai alla recensione »

giovedì 7 aprile 2022
Stefano Giani
Il Giornale

È una brutta faccenda, quella dell'agente Henry Pelham, veterano della Cia incaricato di scoprire chi è -tra i suoi vecchi colleghi la talpa che ha divulgato informazioni ai terroristi arabi, poi costate la vita a un centinaio di persone su un areo turco dirottato. una brutta faccenda anche perché il destino è nascosto nel cuore dell'agente segreto, innamorato di una collega.

giovedì 7 aprile 2022
Alberto Crespi
La Repubblica

Spy-story o love-story? Chris Pine e Thandiwe Newton sono due agenti della Cia, ex amanti, che si ritrovano dopo sei anni per ricordare i vecchi tempi e ricostruire la vicenda di un dirottamento aereo sfociato in una strage. Si sospetta che, all'epoca, i terroristi avessero una "talpa": lui pensa che lei sappia qualcosa, e lei sa fin troppo, ma non quello che lui SI aspetta.

NEWS
PRIME VIDEO
sabato 9 aprile 2022
Roberto Manassero

Due spie, una cena, un confronto a due, un evento tragico nel passato e un amore finito. Disponibile su Prime Video. Vai all'articolo »

TRAILER
lunedì 7 marzo 2022
 

Chris Pine e Thandie Newton in un thriller ad alta tensione ambientato nel mondo dello spionaggio. Prossimamente su Prime Video. Guarda il trailer »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati