Venezia. Infinita Avanguardia

Film 2021 | Arte, +13 90 min.

Anno2021
GenereArte,
ProduzioneItalia
Durata90 minuti
Regia diMichele Mally
AttoriLella Costa .
Uscitalunedì 11 ottobre 2021
DistribuzioneNexo Digital
RatingConsigli per la visione di bambini e ragazzi: +13
MYmonetro Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Regia di Michele Mally. Un film con Lella Costa. Genere Arte, - Italia, 2021, durata 90 minuti. Uscita cinema lunedì 11 ottobre 2021 distribuito da Nexo Digital. Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13 Valutazione: 3,00 Stelle, sulla base di 2 recensioni.

Condividi

Aggiungi Venezia. Infinita Avanguardia tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Il film documentario prende avvio dall'immenso patrimonio veneziano per raccontare la città. In Italia al Box Office Venezia. Infinita Avanguardia ha incassato nelle prime 5 settimane di programmazione 87,5 mila euro e 84,8 mila euro nel primo weekend.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES N.D.
CRITICA N.D.
PUBBLICO N.D.
CONSIGLIATO N.D.
Il racconto di una città speciale che nasconde un mistero in ogni dettaglio architettonico.
Recensione di Rossella Farinotti
sabato 9 ottobre 2021
Recensione di Rossella Farinotti
sabato 9 ottobre 2021

Venezia ha 1600 anni e una storia densissima, vivace, tormentata, appassionata e stratificata. La città lagunare racchiude le più diverse narrazioni e i più vari personaggi che dall'antichità sono passati per le sue calli e sulle sue acque, lasciando tracce che ancora oggi la rendono un crocevia fondamentale per arti, cultura, società, mondanità e un certo tipo di umanità. Il film firmato dal regista Michele Mally con l'appassionato soggetto di Didi Gnocchi, già dal titolo evoca una sintesi necessaria: "Venezia" racchiude dei micromondi che si sono susseguiti nei secoli e che qui vengono raccontati attraverso capitoli che, esattamente come un'elaborata matriosca, sviscerano le più diverse tematiche. Dalla storia della città, originariamente porto navale tra i più importanti d'Europa e del mondo, che univa addirittura oriente e occidente, fino a luogo di pura sperimentazione creativa e salotto intellettuale aristocratico e borghese.

Da dove partire? Da Bellini, Tiziano, Tintoretto che hanno lasciato orme sublimi da scovare nei palazzi, nelle chiese e nelle scuole storiche? Dagli artisti contemporanei come Giorgio Andreotta Calò che a Venezia è nato, cresciuto e la cui arte è stata profondamente influenzata dagli abissi, dalle acque scure e i fondali sedimentati in una lotta tra uomo e natura? O da chi a Venezia ci stava solo di passaggio, come John Ruskin o Ezra Pound, oggi sotterrato al cimitero dell'isola di San Michele, uno dei "satelliti" veneziani. O, ancora, quelle signore che frequentavano la classe borghese e che portavano avanti socialità e famiglia mentre gli uomini erano al largo a commerciare tra le acque dell'Adriatico?

Perché Venezia, come racconta la suadente voce fuoricampo di Lella Costa, è la città della cultura internazionale, come dimostra la Biennale di Venezia che oggi - dal 1893, anno in cui si inizia a parlare della grande mostra proprio ai tavolini del leggendario bar Florian in piazza san Marco - è ancora meta fondamentale mondiale per l'arte contemporanea, del cinema e della musica.

La città dove le note dell'operetta barocca e di Mozart risuonano ancora evadendo dalle chiese e dai palazzi antichi. Venezia era la città dell'aristocrazia raccontata da Thomas Mann nel noto romanzo ripreso da Luchino Visconti che realizzò un ritratto perfetto del Lido e delle sue frequentazioni raffinate, da far invidia alla Costa Azzurra. Ancora Venezia città dell'economia e dei mercati, ma anche di temi e luoghi elevati. Come dimostra Tintoretto sin dagli inizi della sua carriera, in cui lotta superando i suoi contemporanei per avere dei luoghi di riconoscimento proprio in questa città. Per lasciare delle tracce. Tracce e documenti che a Venezia sono nascosti in ogni angolo: tra le calli e i campi - le loro piazze -, tra i ponti che uniscono acqua e terra, fino ai musei e palazzi nobiliari. Ca' Rezzonico, l'Accademia, Ca' Granda, palazzo Fortuny, l'Arsenale, - dove ancora vengono costruite e curate le imbarcazioni. Quelle barche a punta simbolo iconico della città: le gondole, tramandate da padre a figlio. Quel souvenir che in tanti portano a casa, una volta di passaggio in questa città. Anche Carmelo Bene cita quest'oggetto notoriamente kitsch, ironicamente definendola, con il suo piglio cinico, "la poltrona a dondolo per cretini".

Venezia è la città dell'antico, del passato che sedimenta sotto ogni singola piastrella o tegola, o portone. Ma è anche la città dei giovani. Degli studenti, dei turisti, degli intellettuali. Venezia è la città dove puoi trovare Anselm Kiefer o Ai Wei Wei seduti al tavolino di un bar, e dove Peggy Guggenheim decise di lasciare la sua collezione privata sulle rive della laguna.

C'è un capitolo dedicato alle donne, eroine veneziane, acquisite dalla città come la Guggenheim appunto, o di casa in questo luogo come Henriette Fortuny, ideatrice dell'elegante vestito e tessuto "Fortuny", e la marchesa Luisa Casati Stampa, nota per le sue feste e connessioni, per il suo salotto e le passeggiate per le calli nuda, ma con la pelliccia.

Ecco, Venezia è speciale perché ogni dettaglio architettonico racconta un aneddoto, nasconde un mistero. Piccoli e grandi episodi che hanno fatto la storia della cultura mondiale, perché da Venezia ci sono, prima o poi, passati tutti i grandi. Vite e opere qui raccontate da professionisti - critici, direttrici di accademie, curatori di musei, artisti, intellettuali, storici, letterati, attori, cittadini, testimoni accompagnati da Carlo Cecchi e della giovane pianista polacca Hania Rani -. Una città che, anche se di passaggio, fa sentire tutti un po' veneziani.

Sei d'accordo con Rossella Farinotti?

VENEZIA. INFINITA AVANGUARDIA disponibile in DVD o BluRay su IBS

DVD

BLU-RAY
€14,99
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
martedì 5 ottobre 2021
Matteo Marelli
Film TV

Avete presente il lampadario muranese di Giuseppe Briati? In caso non lo conosciate, nessun problema, lo scoprirete vedendo il film. L'esuberanza maestosa di quella lumiera vitrea si erge a principio compositivo del doc costruito attorno a due sguardi, quello di un uomo, Carlo Cecchi, depositario del passato, e di una donna, la compositrice Hania Rani, in cerca d'ispirazione per la colonna sonora del [...] Vai alla recensione »

NEWS
TRAILER
giovedì 16 settembre 2021
 

Regia di Michele Mally. Un film con la voce di Lella Costa. Dall'11 al 13 ottobre al cinema. Guarda il trailer e il poster »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati