Advertisement
La Pantera delle Nevi, un doc dalla beatitudine contemplativa che elogia la lentezza e l'armonia dimenticate

Una panoramica sull'incredibile paesaggio di un altopiano tibetano. Da giovedì 20 ottobre al cinema.
di Raffaella Giancristofaro

venerdì 7 ottobre 2022 - Recensioni

Vincent Munier, classe 1976, premiato fotografo naturalista francese, invita il connazionale Sylvain Tesson (1972), scrittore e viaggiatore, a un'avventura invernale sull'altipiano tibetano. Munier condivide con il compagno una nuova attitudine dell'osservazione, la sacralità del paesaggio. Tesson prende nota e trasforma il senso di quell'esperienza in parola scritta, un diario che si fa voce narrante del film.

Cognetti ha voluto partecipare al progetto per interesse "a tutto ciò che è non umano", che sfugge alla sua catalogazione, in una ricerca prima di tutto spirituale. 

Spinti dall'istinto di sopravvivenza, non di violenta sopraffazione, Munier e Tesson mettono l'umano davanti alla pochezza di sé, alla sua inadeguata, ridicola considerazione del tempo e delle risorse.

VAI ALLA RECENSIONE COMPLETA


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati