Advertisement
Il lupo e il leone, una riflessione sulla scarsa fiducia riposta negli animali dagli esseri umani

Ideato sul set di Mia e il leone bianco, il nuovo film di Gilles de Maistre ne riproduce per certi versi l’andamento, tenero e prevedibilissimo, e l’iter produttivo. Da giovedì 20 gennaio al cinema.
di Marianna Cappi

venerdì 14 gennaio 2022 - Recensioni

L’idea de Il lupo e il leone è nata sul set di Mia e il leone bianco (guarda la video recensione) e per molti versi ne riproduce l’andamento, tenero e prevedibilissimo, e l’iter produttivo.

Girato sull’isola del Lac Sacacomie, a due ore dal Quebec, in un’idilliaca ed esclusiva riserva naturale, il film di de Maistre è pervaso dall’inizio alla fine da due sentimenti solo all’apparenza contrastanti: la meraviglia che scaturisce dalla bellezza di un ambiente tra i più belli e incontaminati d­el globo e un senso di malinconia che prende le mosse dalla circostanza luttuosa iniziale ma poi si trasforma senza sparire, adattandosi a diversi movimenti del racconto e, a turno, a ciascuno dei personaggi coinvolti. È la malinconia che deriva da un dilemma difficilmente risolvibile, che riguarda le conseguenze della presunta civilizzazione dell’uomo sul regno animale e la scarsa fiducia che gli uomini hanno finito per avere nei confronti degli animali.
 

VAI ALLA RECENSIONE COMPLETA


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati