Un eroe

Un film di Asghar Farhadi. Con Sarina Farhadi, Amir Jadidi, Mohsen Tanabandeh, Fereshteh Sadre Orafaiy, Sahar Goldust.
continua»
Titolo originale A Hero. Drammatico, durata 127 min. - Francia 2021. - Lucky Red uscita lunedì 3 gennaio 2022. MYMONETRO Un eroe * * * 1/2 - valutazione media: 3,71 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Un eroe dalle mille verità

di Fabio Ferzetti L'Espresso

Un uomo esce di prigione con un sorriso così largo stampato in faccia che viene voglia di credergli. A tutti i costi. In carcere per debiti Rahim, così si chiama, ha una sorella che bada a suo figlio, un nuovo amore segreto, la radiosa Farkhondeh, e un tesoro da sfruttare. Farkhondeh infatti ha trovato per strada una borsa piena di monete d' oro (siamo a Shiraz, culla dell' antica cultura persiana). Vendendole Rahim potrà rimborsare in parte il suo debito, chiedere clemenza al creditore, evitare di tornare in prigione dopo le 48 ore di permesso. L' uomo però ha un' altra idea. Troverà chi ha perduto la borsa e gliela restituirà. Tanta onestà colpisce i dirigenti del carcere. Il resto lo fanno tv, social media e associazioni benefiche. Così il sorridente Rahim diventa un eroe nazionale, simbolo di redenzione. Fioccano offerte, anche di lavoro. Poi tutto si complica. Forse, insinua il creditore (suo ex cognato), la strategia di Rahim non è così limpida. Forse, mormorano i detenuti, quella storia edificante serve a coprire le magagne del carcere. Sui social dilagano invidia e sospetti. L' immagine di Rahim si sgretola e con essa le nostre certezze. Nei film di Farhadi, del resto, nessuno dice mai tutta la verità. Tutti prima o poi trovano buone ragioni per tacere, deformare, abbellire la realtà. E nessuno - tantomeno il regista - dà mai una versione sicura dei fatti. Non a caso l' unico personaggio innocente di "Un eroe", Gran Premio a Cannes e ora candidato all' Oscar (dopo quelli vinti da "Il cliente" e "Una separazione") è il figlio di Rahim. Un ragazzino, per giunta balbuziente. Eppure l' inizio prometteva tutt' altro. Al cinema spesso le parole dicono una cosa, le immagini un' altra. Il magnifico incipit, con la lunga ascensione di Rahim alla tomba monumentale di Serse, parla solo di speranza e grandezza. L' incontro con Farkhondeh, in un tripudio di salti di montaggio e carezze trattenute (siamo pur sempre in Iran) testimonia nobiltà e purezza. Mentre gli interni familiari e lavorativi, con quelle mille sottotrame che si avviluppano alla storia principale, scolpiscono una cultura e un paese ancor più complessi della sceneggiatura. Se Farhadi non ha mai problemi di censura è perché lavora sullo scarto tra ciò che vediamo e ciò che crediamo di capire. Di qui premi, ma anche accuse e insinuazioni. Proprio come l' eroe del suo film.
Da L'Espresso, 9 gennaio 2022


di Fabio Ferzetti, 9 gennaio 2022

Sei d'accordo con la recensione di Fabio Ferzetti?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
0%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Un eroe | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Satellite Awards (2)
National Board (2)
Festival di Cannes (1)
Critics Choice Award (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità