Una donna promettente

Un film di Emerald Fennell. Con Carey Mulligan, Bo Burnham, Laverne Cox, Clancy Brown, Jennifer Coolidge.
continua»
Titolo originale Promising Young Woman. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 108 min. - USA 2020. - Universal Pictures uscita giovedì 24 giugno 2021. MYMONETRO Una donna promettente * * * - - valutazione media: 3,00 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

La vendetta è un piatto che va servito freddo Valutazione 4 stelle su cinque

di Eugenio


Feedback: 27727 | altri commenti e recensioni di Eugenio
martedì 20 aprile 2021

Politamente non corretto, estremamente emblematico dei tempi che corrono, Una donna promettente rappresenta l’esordio alla regia della giovane Emerald Fennel (classe 1985) in corsa agli Oscar 2021 forte delle sei nomination e di due BAFTA (come miglior scenografia e film). Ed in, effetti, il tema della donna che cerca giustizia nei confronti di principi paternalistici e maschilisti di dubbio gusto, è un tema scottante dei giorni nostri dove l’odiata parola “femminicidio” risuona ancora come nota dolente di una società non  civile sino in fondo.
Cassandra, Cassie, Thomas (Carey Mulligan) è la “donna promettente” del titolo o almeno tale sarebbe dovuta divenire con i progetti della laurea in medicina sconvolti da “quel” tragico evento alcuni anni prima, che risponde al nome di stupro subito dalla sua migliore amica Nina da parte di un altro studente di medicina Al Monroe (Chris Lowell) mai punito per questo. L’atto moralmente esecrabile l’ha spinta a lasciare quell’università che ha sottaciuto nascondendo lo stupro, imputandolo all’assenza di prove evidenti. Da quel momento in poi, Cassie si è presa cura di Nina ma non ha potuto fermare il suicidio di quest’ultima mai ripresasi dal trauma.
L’antefatto di cui sopra lo scopriamo in medias res mentre l’inizio, dissonante, ci mostra la nostra protagonista mezza ubriaca in un bar di quart’ordine lasciarsi “abbordare” dal maschio di turno pronto ad abusarla. Sembra sia oramai alla merce del solito prevaricatore nella classica stanza, per poi rivelarsi, evidentemente sobria e assai cosciente, punire l’uomo a mò di monito di quanto subito in passato dall’amica. Una sorta di vendetta nei confronti del genere maschile, colpevole, tutto, di interessarsi solo a donne fragili, in difficoltà e potenzialmente ubriache. Un colpo basso che colpisce come pugno allo stomaco, malgrado nessuna goccia di sangue sia versato, noi spettatori. Perché ora Cassie, lavoratrice in un bar di mattina, con dei genitori da cui ha praticamente abiurato nascondendo il suo dolore sotto una patina di rancoroso silenzio, dalla carriera stroncata irrimediabilmente da “quell’ evento”, diviene di notte una sorta di Charles Bronson pur non condividendo col giustiziere l’anima violenta. Eppure, è proprio questo che addolora e sconvolge di più della pellicola sino all’inevitabile climax finale nel confronto, rediviva Kill Bill con lo stupratore, un uomo che oramai ha dimenticato quella “leggerezza di studente“ (se così si può definire) intento a organizzare il suo matrimonio; è proprio questo ovvero l’acrimonia che permea ogni minuto delle quasi due ore di Una donna promettente a sconvolgere.
Persino nei momenti più rilassati, la maschera di una donna, Cassie, oramai dominata dalla vendetta che nemmeno il placido amore di Ryan (Bo Burnham), un vecchio compagno di università, sembra sedare in una relazione stabile, riesce a incrinarsi, nel continuo gioco di travestimenti e di rifiuto di una sessualità latente.
Se da una parte il film si ispira e riprende il leitmotiv della donna stuprata che accusa gli stupratori e ne cerca vendetta secondo una logica da puri anni ’90 (come dimenticare Sotto accusa di Kaplan con Jodie Foster?), l’idea originale di Emerald Fennel supera il crime movie e il legal thriller di genere, inserendo e contestualizzando la pellicola, con una riuscita musica di sottofondo, in una logica meramente soggettivizzata, ponendosi non dal punto di vista della vittima ma di quello della sua amica a cui Cassie si erge a vendicatrice in un’ambigua dietrologia.
Ed è proprio il porsi come “osservatrice esterna”, la scelta vincente di Una donna promettente che non indaga nelle cicatrici che mai si rimargineranno di Nina ma di chi la colpa l’ha compiuta senza nascondere la sua cinica intenzionalità. Una prova azzeccata che mostra le capacità di una Carey Mulligan in stato di grazia capace, con la sua mimica facciale e la sua straordinaria intensità, di far riflettere su problematiche ahimè ancora attuali, espressioni ancora oggi di un tempo dove la giustizia segue solo una vendetta, magari a costo della vita, da consumar proprio in quel momento indimenticabile noto come matrimonio (Fargo docet). Da vedere.

[+] lascia un commento a eugenio »
Sei d'accordo con la recensione di Eugenio ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
24%
No
76%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Eugenio :

Vedi tutti i commenti di Eugenio »
Una donna promettente | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Writers Guild Awards (2)
Satellite Awards (5)
SAG Awards (1)
Premio Oscar (6)
Producers Guild (1)
National Board (2)
Spirit Awards (5)
Golden Globes (4)
Directors Guild (1)
Critics Choice Award (8)
CDG Awards (2)
BAFTA (8)
ADG Awards (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Link esterni
Uscita nelle sale
giovedì 24 giugno 2021
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità