Advertisement
Pino, una reinvenzione aperta della vita e delle opere di Pino Pascali

Una riflessione sull'artista Pino Pascali, in concorso Italiana.Doc al 38TFF.
di Raffaella Giancristofaro

lunedì 23 novembre 2020 - Torino Film Festival

Scultore, scenografo, performer, creativo pubblicitario, artista d'avanguardia ascritto dal critico Germano Celant nella corrente dell'Arte Povera, il barese Pino Pascali muore nel 1968 a Roma, in seguito a un incidente automobilistico, a soli 32 anni. A 50 anni dalla sua scomparsa, la Fondazione che porta il suo nome con sede a Polignano a Mare acquista dal gallerista Fabio Sargentini la sua opera Cinque bachi da setola e un bozzolo. Quell'occasione - il trasporto e l'apertura delle casse, la consulenza dei periti, l'installazione dell'opera, gli aspetti contrattuali - viene documentata fotograficamente da Pino Musi.

Montatore, tra i molti altri, per Dario Argento e Luca Guadagnino, Walter Fasano firma regia e soggetto e parte dalle immagini in bianco e nero di Musi per plasmare attorno ad esse un ritratto che osa ben oltre i canoni della classica monografia illustrativa di un artista. Pino infatti scarta a priori la formula un po' obsoleta della successione di "teste parlanti" di esperti e critici a illuminare i tratti determinanti di una traiettoria creativa.

VAI ALLA RECENSIONE COMPLETA


news correlate
in Primo Piano

{{PaginaCaricata()}}

Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati