Pieces of a Woman

Un film di KornÚl Mundruczˇ. Con Vanessa Kirby, Shia LaBeouf, Ellen Burstyn, Molly Parker, Iliza Shlesinger.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 128 min. - Canada 2020. - Lucky Red uscita mercoledý 5 maggio 2021. MYMONETRO Pieces of a Woman * * * 1/2 - valutazione media: 3,80 su 15 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Per chi vuole provare emozioni forti Valutazione 4 stelle su cinque

di Felicity


Feedback: 31482 | altri commenti e recensioni di Felicity
venerdý 28 maggio 2021

In Pieces of a Woman la prima mezz’ora è di quelle che prendono alla gola: girato con lunghi piani sequenza che l’interpretazione della Kirby rende assolutamente credibili, quell’incipit sarà l’antefatto del progressivo e inesorabile sgretolamento della coppia.
Ma un po’ anche del film, che inizia a inanellare una serie di elementi probabilmente reali che però finiscono per spostare il dramma della perdita verso il quadro di una famiglia e poi di una società capaci solo di egoismo: c’è la madre sopravvissuta all’Olocausto che vorrebbe la figlia determinata e combattiva come era stata lei, la cugina avvocatessa che ragiona solo in termini di cause e indennizzi, il marito schiacciato dalle sue origini proletarie e dalla sua mascolinità.
E la depressione di Martha finisce per scivolare in secondo piano, come per ridimensionare quella splendida mezz’ora iniziale che per fortuna non si dimentica.
Il fatto che il regista ungherese Kornél Mundruczó presenti l’intera sequenza come fosse una ripresa continua di 24 minuti suona, sulla carta, come una mossa da virtuosi progettata per indurre una reazione scioccata. Eppure il regista non si lascia andare a esibizioni di abilità vuote e inutili; permettendo agli spettatori di sperimentare queste scelte sbagliate in tempo reale, stabilisce il legame con i personaggi e lascia che siano gli attori a dettare la caduta libera della scena dalla gioia alla tragedia.
Non è l’uso fluido della cinepresa a tirarci dentro, ma sono i grugniti e le grida animalesche di Kirby, la corsa maniacale e l’incoraggiamento tenero di LaBeouf, l’autorevole figura di Parker che lentamente diventa esitante, mentre la situazione sfugge al controllo di tutti.
Il piano sequenza non è tanto uno spettacolo in sé, quanto il palcoscenico per le performance.
Burstyn regala un’interpretazione pazzesca, quando il suo personaggio riapre una ferita vecchia di decenni. Ci sono dolcezza e dolore, grinta da sopravvissuti e garbo quasi implorante.
Pieces of a Woman, però, appartiene soprattutto alla donna sull’orlo del baratro che ne è il centro, e Vanessa Kirby regala al film “La Performance”. La sua Martha, così profondamente traumatizzata, è qualcosa di unico, un’immagine completa e a fuoco di qualcuno che sta cadendo a pezzi. È un fascio di nervi che cammina, parla, con gli occhi spalancati e vuoti: il senso di shock è la chiave della maggior parte delle scene di Kirby. È più una performance di recessione che di repressione, poiché Martha continua a ritirarsi in sé stessa o a trascinarsi intorpidita attraverso interazioni e routine. Quando si sfoga, di tanto in tanto, è come guardare dimenarsi una persona che sta annegando.
È uno straordinario esempio di come creare un approccio empatico all’agonia pezzo per pezzo, e senza mai vincere troppo facile. Ed è il tipo di performance che inquadra Kirby come attrice di prim’ordine e nuova star disposta ad aprirsi completamente per un ruolo.
Qui è un’àncora necessaria per la storia, in particolare quando la sceneggiatura di Wéber e le scelte concettuali di Mundruczó virano verso un territorio più instabile. C’è sicuramente un modo per raccontare il processo di guarigione, oltre alla pesante metafora visiva di un ponte che, man mano che passa il tempo, cresce fino a diventare una struttura solida.
Tante opere trattano dolore, angoscia e rinascita come poco più che un’opportunità per offrire grandi performance. Anche Pieces of a Woman ha alcuni di quei momenti. Ma quello che alimenta il film è un senso realissimo di ciò che accade sotto il melodramma: le piccole implosioni sotto la superficie. Si scorge appena l’impatto e non la demolizione, ma il danno fatto è sempre lì. E quando tutto è finito, si vede il duro lavoro di qualcuno che riesce, si spera, a tornare a stare bene. 

[+] lascia un commento a felicity »
Sei d'accordo con la recensione di Felicity?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Felicity:

Vedi tutti i commenti di Felicity »
Pieces of a Woman | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)
Satellite Awards (2)
SAG Awards (1)
Premio Oscar (1)
Golden Globes (1)
Critics Choice Award (2)
BAFTA (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Uscita nelle sale
mercoledý 5 maggio 2021
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedý 22 giugno
Cosa sarÓ
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità